Categorie

Eva Cantarella

Editore: Feltrinelli
Collana: Varia
Anno edizione: 2009
Pagine: 188 p. , Brossura
  • EAN: 9788807490811

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Egome

    26/12/2013 10.39.15

    Carino ...agile e curioso. Non un capolavoro, ma gradevole e interessante per conoscere attraverso citazioni storico-letterarie le abitudini affettive e sessuali dei nostri predecessori (comunque: nihil sub sole novi !). Buona l'idea di concludere il racconto con la descrizione di amori più o meno tragici, storicamente famosi e non (Cleopatra e Antonio, Cesare e Servilia, Sulpicia e Cerinto ...). Un po' stentata a volte la prosa, ma il contenuto incurosisce e stimola la lettura.

  • User Icon

    miki

    04/12/2010 17.42.01

    bello...eva cantarella non sbaglia un colpo... è una scrittrice che ti prende dall'inizio alla fine in ogni suo libro..consiglio a tutti di leggerlo..anzi di leggere tutti i suoi libri perche sono fantastici!!!!

  • User Icon

    stefano

    19/09/2010 15.23.41

    Friccicarello,stuzzicante,storico,interessante…. di facile lettura…si,mi è piaciuto…

  • User Icon

    Emanuele

    31/01/2010 20.17.11

    Interessante libro sulle abitudini sessuali degli antichi romani. Poteva essere un po più particolareggiato ma cmq si fa leggere tranquillamente.

  • User Icon

    LUCIA DELLO IACOVO

    27/07/2009 21.45.25

    Interessante ma trovo il titolo ironicamente beffardo rispetto al contenuto, può facilmente trarre in inganno compratori poco accorti che si ritrovano in mano qualcosa di completamente diverso (mi è stato regalato sicuramente pensando a qualcosa di romantico). Ossessivamente ripetitivo riguardo agli amori omosessuali in cui entra troppo spesso in inutili e scontati particolari. La realtà è spesso cruda ma spesso può sembrarlo di più quando nel racconto si insiste solo ed esclusivamente su determinati dettagli. Adoro l’archeologia e il mondo antico e questo mi ha fatto apprezzare il resto.

  • User Icon

    claudio

    26/06/2009 08.37.42

    Fa da pendant con il precedente sui Greci. Molto interessante, scritto in modo che capisca anche chi non ha grandi conoscenze del mondo latino. Fra l'altro una sorpresa: non avrei mai pensato che il mondo romano fosse così "malato" di sesso. Ne sarà contento Gaetano Cappelli, che potrebbe ambientarci uno dei suoi prossimi romanzi

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione