De magistro-Il maestro - Agostino (sant') - copertina
Salvato in 9 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
De magistro-Il maestro
6,94 € 7,30 €
;
LIBRO
Dettagli Mostra info
De magistro-Il maestro 7 punti Premium Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
6,94 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
7,30 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL PAPIRO
3,65 € + 7,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libraccio
3,94 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
6,94 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
7,30 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
IL PAPIRO
3,65 € + 7,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libraccio
3,94 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
De magistro-Il maestro - Agostino (sant') - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

De magistro-Il maestro Agostino (sant')
€ 7,30
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Dettagli

1993
1 gennaio 1993
160 p., Brossura
9788842509639

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Domenico Dodaro
Recensioni: 4/5

E' un dialogo di Sant'Agostino, i cui protagonisti sono lui e suo figlio. Si tratta di un libricino (per dimensioni) in cui si affrontano questioni semiologiche (il che rende l'opera qualcosa di originale e certamente innovativo per l'epoca in cui fu scritta, visto che allora non esistevano discipline e saperi consolidati a riguardo, come la semiotica e la filosofia del linguaggio) e di filosofia del linguaggio. Secondariamente è anche un testo di epistemologia, visto che molte domande sui segni sorgono da un interesse di Agostino per l'apprendimento, il funzionamento della mente e il rapporto tra mente e mondo. Inoltre, dalle conclusioni sugli interrogativi semiologici Agostino ricava sempre delle conseguenze sull'epistemologia. Come recita il titolo, il testo ha anche dei riferimenti alla pedagogia, benché anche in questo caso si tratti più che altro di alcune conseguenze che derivano dalla riflessione sui segni, che è il vero tema del libro. Di godibile e non difficile lettura (almeno per i conoscitori della filosofia); stupisce soprattutto l'analiticità e la profondità di pensiero di Agostino su un tema tanto difficile e complesso, quanto ancora poco conosciuto all'epoca (benché in quell'epoca cominciò a svilupparsi un interesse per l'analisi del linguaggio).

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Agostino (sant')

354, Tagaste, oggi Souk-Ahras

Padre della chiesa di lingua latina, santo. Nacque da padre pagano, Patricius, battezzato poco prima della morte, e da madre cristiana, Monica, che ebbe un influsso decisivo sull’evoluzione spirituale del figlio. A., dopo le dissipazioni giovanili, appagò la sua ansia di certezze con la filosofia (attraverso l’Hortensius di Cicerone) e poi, nel 374, con l’adesione al manicheismo. Maestro di retorica a Cartagine (375-383), si trasferì a Roma, poi a Milano dove, per interessamento del praefectus urbi Simmaco, ebbe una cattedra di retorica (384). A Milano subì l’influsso di Ambrogio e, anche tramite suo, si rivolse al neoplatonismo (Plotino e Porfirio). Si trattò di una esperienza intellettuale intensa, che lo condusse al superamento del manicheismo...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore