Categorie

Andrea G. Pinketts

Editore: Mondadori
Collana: Strade blu
Anno edizione: 2011
Pagine: 407 p. , Brossura
  • EAN: 9788804608622

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giovanni

    15/02/2012 14.15.48

    Anni fa abbandonai Pinketts perché ormai la noia era l'emozione prevalente. Avevo letto buone recensioni di questo libro e mi sono fidato. Delusione piu' totale... sono a metà e l'unica cosa che ha senso è il numero sequenziale dei capitoli... un'altro romanzo ombellicale, dove "io, non io, ma neanche lui" (purtroppo) ha piu' il senso della frase... stupidi giochi di parole, forzosamente simpatici, ma niente di piu'... peccato

  • User Icon

    Riccardo Scirè

    29/04/2011 00.47.37

    Sarò onesto, perché con un autore onesto e onestamente geniale come Pinketts non si può non esserlo: questo è uno dei suoi lavori migliori da anni e anni a questa parte. Penso che sia dal Conto dell'ultima cena che mancasse un lavoro così geniale, lungo ma soddisfacente, come questo. Per chi non l'ha mai letto come scrittore è perfetto: senso della frase a go-go. Per gli aficionados, invece, è altrettanto ottimo: ci sono i soliti noti, sembra una riunione di famiglia quasi, e c'è lo straordinario e immancabile senso della frase del nostro. Impareggiabile l'incontro tra Lazzaro e lo stesso Pinketts. Folle e divertente come solo lui sa fare. Che dire, meglio de Il senso della frase era impossibile fare, ma il nostro Andrea qui è davvero in forma e la G. se la merita tutta.

Scrivi una recensione