Categorie

André Brink

Traduttore: V. Mantovani
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 315 p. , Brossura
  • EAN: 9788807817632

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    massi

    10/01/2009 16.02.25

    libro incredibile! da leggere e consigliare per la trama intrigante e originale. A proposito, mi riferisco alla recensione di Ele, il suddetto non puo avere preso ispirazione dal romanzo americano in quanto scritto e pubblicato prima de L'animale morente di Roth altro geniaccio sempre da leggere e consigliare in ogni sua opera. ciao.

  • User Icon

    stenella

    20/12/2004 09.48.58

    Personalmente, trovo che sia uno dei più bei libri che abbia letto. Il racconto è molto avvincente, di quelli che ti tengono incollata alle pagine, e comunque invita alla riflessione. Dopo questo libro, ne ho cercato un altro dello stesso autore. Ora sto leggendo "La polvere dei sogni", e penso di aver fatto un'ottima scelta...

  • User Icon

    ele

    20/10/2004 17.25.35

    Questo libro si lasccia leggere. Io non l'ho ancora terminato, ma credo che sia un po' una scopiazzata dell'"animale morente" di roth....la storia è simile (il vecchio professore - in questo caso bibliotecario- che si innamora perdutamente della fanciulla bellissima)ma gli manca la narrazione, il talento e lo struggimento che Roth mette nei suoi romanzi. Si legge, ma sembra che l'autore fatichi a procedere fluidamente. I temi ci sono, ma non sono sviluppati bene.

  • User Icon

    Pier

    20/01/2004 08.19.28

    L'ho acquistato solo per caso, un giorno che mi trovavo in libreria curiosando qua e la. Una sola parola per descriverlo: delizioso! Probabilmente Brink manca della tagliente ironia di Philip Roth, dello spessore di Saul Bellow e magari anche del suo conterraneo Coetzee, ma in questo libro ti sa attrarre ed incollare alle pagine, e non vorresti mai fermarti di leggere le vicende del vecchio Ruben e della giovane e provocante Tessa...

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione