Diario di un dolore - Clive S. Lewis - copertina

Diario di un dolore

Clive S. Lewis

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Traduttore: Anna Ravano
Editore: Adelphi
Edizione: 15
Anno edizione: 1990
Pagine: 85 p., Brossura
  • EAN: 9788845907524

65° nella classifica Bestseller di IBS Libri Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Narrativa, romanzieri e scrittori di prosa

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,50

€ 10,00
(-15%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Diario di un dolore

Clive S. Lewis

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Diario di un dolore

Clive S. Lewis

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Diario di un dolore

Clive S. Lewis

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 10,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,59
di 5
Totale 17
5
12
4
3
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    mariuu95

    09/03/2019 15:35:09

    Un libro corto dove Lewis tiene una specie di diario sul dolore che ha provato alla morte della moglie: sono una serie di riflessioni filosofiche sulla morte, in chiave religiosa. Diciamo che ho apprezzato di più le riflessioni personali, mentre ho trovato il dover infilare la fede in Dio in ogni suo pensiero un po' una forzatura, quasi il dolore fosse provocato più dalla rotta temporanea con Dio che dalla morte dell'amata. Scritto molto bene, addirittura in un paio di punti mi ha strappato una genuina risata, nonostante il tema molto difficile della morte. D'altronde è così semplice arrabbiarsi con Dio e col mondo in queste situazioni, che ti fa davvero dubitare della tua fede e in tutto ciò che prima davi per scontato. Le tue certezze incrollabili crollano esattamente come castelli di carta, e ti domandi sulla bontà di un Dio che causa tanto dolore. Recuperare la fede persa è così difficile. Ottanta pagine di intensa riflessione, che ti lascia però alla fine un sapore di speranza in bocca.

  • User Icon

    Paolo

    09/03/2019 09:09:40

    E' un libro davvero intenso e autentico. Non c'è una cura particolare nella costruzione dei vari pensieri, essendo a tutti gli effetti un diario, più vicino anzi ad un piccolo quadernetto di appunti personali. Per chi conosce Lewis e desidera andare a fondo della sua umanità e della sua vita questo libro non può mancare, perchè non è solo la raccolta di pensieri più o meno positivi sulla morte della moglie: questo libro contiene un pezzo fontamentale del suo percorso spirituale da cristiano e da uomo

  • User Icon

    Roberto

    18/09/2018 07:23:41

    La lettura di questo piccolo libro mi ha lasciato l'amaro in bocca. Credo che dentro siano state raccolte tante verità sulla morte e tanti spunti di riflessione, ma la cosa che mi ha fatto storcere il naso è il volere a tutti i costi trovare un fine positivo e di salvezza della religione. Lewis era profondamente cristiano e quello che mi ha colpito per metà libro è stato il suo mettere in dubbio la religione di fronte al dolore e alla morte. Poi, però, dice di aver compreso e da quel punto, fino alla fine, è un rimangiarsi quello detto prima, perché per lui il famoso piano di Dio esiste. E qui che ho sentito il distacco dall'uomo Lewis straziato dalla morte della moglie, l'uomo che non riesce a comprendere e il Lewis cristiano, che va oltre tutto.

  • User Icon

    alida airaghi

    31/05/2016 19:26:28

    Amico di Tolkien, C.S. Lewis fu da lui indirizzato verso il cristianesimo in età matura, e sempre amò definirsi scrittore cristiano, alla perpetua ricerca di una verità ultraterrena non di comodo. Si sposò a cinquant'anni con una donna americana di nome Joy Helen, che morì di un tumore alle ossa non molto tempo dopo le nozze. A lei sono dedicati questi appunti e riflessioni tesi ad indagare i sentimenti dapprima angosciati e rabbiosi, poi più rassegnati seguiti alla sua scomparsa. L'autore ricorda i pochi anni trascorsi con Helen come un "banchetto d'amore", a volte romantico e fastoso, altre volte "dimesso e accogliente come mettersi le pantofole"; rimpiange la confidenza e l'intimità che esisteva tra loro, pur nella diversità dei reciproci caratteri e interessi. Ora è quel "mai più" che lo distrugge lentamente, il saperla non recuperabile, via via più sfocata nella memoria. Lentamente, allo strazio subentra l'apatia, l'indifferenza al mondo, l'imbarazzo nel frequentare gli amici e i parenti, a loro volta imbarazzati nel tentativo di consolare. E allora diventa naturale anche la ribellione alla sorte, che per un credente si identifica con Dio: un Dio non più paterno e comprensivo, bensì sadico, contraddittorio, insensibile alle preghiere. Tuttavia lentamente Lewis realizza di avere messo al primo posto la propria afflizione, la propria solitudine, il proprio dolore rispetto alla figura della donna morta. E comprende che l'unica maniera per salvare se stesso e il ricordo di sua moglie è quella di ridimensionare l'attenzione morbosa che prova per la sofferenza, per la tristezza in cui si crogiola e in cui ha mummificato la figura dell'amata. Gli resta solo una possibilità per rimanere a galla: la lode. Lodare il cielo, lodare lei. Dio che ha donato, lei che è stata un dono.

  • User Icon

    Alessandro

    28/11/2015 13:45:29

    Lewis si conferma un lucido indagatore della realtà umana, delle sue mille incertezze e debolezze. Ha il merito,a mio avviso, di porsi al livello del lettore, evidenziando che quei limiti e quei problemi di cui parla sono vissuti o stati vissuti dallo stesso in prima persona. Non si pone, dunque, come un maestro di vita ma, piuttosto, come un saggio amico con cui, idealmente, scambiare le proprie riflessioni.

  • User Icon

    Daniela

    13/10/2014 21:16:56

    Ci sono momenti della vita in cui si rimane senza parole adatte ad esprimere l'inferno che si sta vivendo. I pensieri si aggrovigliano e si mescolano alle emozioni, il risultato è un mutismo agghiacciato. Questo piccolo testo è una visione indubbiamente personale di questa esperienza, ma è la visione di un intellettuale onesto, coraggioso, che trova le parole e non si nasconde dietro alla religione, pur essendo un credente. Personalmente ho trovato espressione di molti tormenti e domande che non riuscivo a focalizzare. E ho trovato consolazione, se così si può dire, nella visione dell'amore che continua, nella separazione come altra fase del matrimonio. E nella sensazione di presenza che anche l'autore riesce a percepire. Credo sia utile a chi si ritrova a vivere un dolore così atroce.

  • User Icon

    OskarSchell

    19/09/2012 11:26:33

    Atroce nella sua sincerità, nelle descrizioni precise del dolore, nella capacità di dare voce a sensazioni così profonde: semplicemente perfetto.

  • User Icon

    Miriam Serranò

    26/09/2007 14:45:53

    Come ci si risveglia da un dolore? Come si scrive e come si comprende? Non in grandi trattazioni, basta un libricino piccolo, certo, piccolo come questo... e un vero genio, che scriva ovviamente. Questo libro è importante, non solo bello. Impossibile perderselo.

  • User Icon

    anonima

    14/09/2006 18:55:47

    Se lo si legge in un momento di grande dolore per la mancanza di qualcuno si apprezza in modo particolare perché sembra che lo scrittore ci volgia aiutare a trovare le parole per esprimere il nostro dolore. Perfetto!

  • User Icon

    Andrea

    31/05/2005 08:28:37

    Chiaro, preciso, efficace, sincero. La forza di questo libro è la spontaneità con cui è stato scritto, senza artifizi o assilli per la forma. E' molto duro, tuttavia molto umano. Leggerlo aiuta a capire cosa sia la devastazione causata da una perdita irreparabile. Aiuta anche un credente a rimanere saldo nella fede, che in Lewis non viene mai meno, nonostante il terremoto che ne scuote le fondamenta.

  • User Icon

    Warrel

    24/05/2004 16:13:23

    Niente da aggiungere. Non mi sembra però una diminutio asserire che anche dopo la fine di una importante storia d'amore ci si ritrova nelle parole di Lewis..

  • User Icon

    Sabrina

    30/10/2003 18:33:56

    Realissimo!!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    francesco

    29/06/2003 23:28:54

    E' incredibile come l'autore sia riuscito a trovare le paole adatte per esprimere esattamente quello che si prova in queste circostanze della vita, mi ha commosso forse perchè certe cose le ho vissute anche io.

  • User Icon

    Anna Dominici Margottini

    28/05/2003 22:44:31

    Solo chi ha perso il compagno della vita, può capire , vedendoli scritti nero su bianco, i sentimenti che l'autore esprime. Lo strazio e infine la piccola speranza che il libro dà sono ciò che milioni di persone forse cercano. Grazie Lewis per aver saputo esprimere ciò che provo.

  • User Icon

    raffaella

    15/12/2002 13:39:57

    Per chi ha vissuto in prima persona lo stesso dolore è una fotocopia vera e dettagliata dei sentimenti, delle emozioni, della disperazione che si prova, e nello stesso tempo consola riuscire a leggere quello che spesso ci riesce impossibile spiegare.

  • User Icon

    molly

    29/11/2002 23:38:39

    straziante. bellissimo.

  • User Icon

    Thisandslice

    19/03/2002 11:30:50

    Agghiacciante, devastante, per nulla consolatorio. Lo sguardo sulla morte di un cristiano che vede vacillare ogni certezza e ricerca con meticolosità, con metodo e con un filo di speranza il valore di quella fede che, prima della morte della moglie, riteneva invincibile. Da leggere e far leggere, se si ha lo stomaco forte e la mente affilata.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente
  • Clive S. Lewis Cover

    filologo e scrittore irlandese, ha insegnato all'Università di Oxford lingua e letteratura inglese. È noto per essere stato membro del circolo letterario degli Inklings e per aver scritto il ciclo di romanzi Le cronache di Narnia.Ha scritto numerosi libri di narrativa, fantascienza, saggistica e l’autobiografia Sorpreso dalla gioia. Tra le altre opere si ricordano Quell'orribile forza, Perelandra, Lontano dal pianeta silenzioso, Miracoli e L'onere della gloria. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali