Traduttore: M. Colombo
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 9788804577300
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Morena

    01/10/2016 12:20:19

    Molto bello, certo non il migliore ("Soffocare" è su un livello molto più alto), ma anche con quest'opera quel genio di Palahniuk sa trasportare il lettore attraverso le assurde vicende di altrettanto assurdi personaggi che lasciano spiazzati ma coinvolti al massimo. Decisamente consigliato. "Dimenticare il dolore è difficilissimo, ma ricordare la dolcezza lo è ancora di più"

  • User Icon

    Jude

    23/08/2013 14:57:33

    Adoro il suo stile carico di rabbia, ironia e scene abbastanza surreali. Geniale e anche divertente. E' scritto bene e non l'ho trovato lento, sicuramente uno dei miei preferiti.

  • User Icon

    misselisabethbennet

    06/02/2013 21:09:26

    ... non il suo migliore ma c'è poco da fare sono influenzata... palahniuk è sempre palahniuk... la sua scrittura anche in una trama poco brillante fa sempre la differenza......

  • User Icon

    jurgen

    19/02/2012 02:50:14

    Diary. Il diario di una donna, nella camera di un ospedale. Un passato oscuro e un futuro non certo facile da capire. Qualcosa in questa storia non va, e lo si capisce subito, dalle prime righe del racconto. Il mistero che circonda un'intera isola. Una storia surreale, ma forse non troppo cattura da subito l'attenzione del lettore, vorresti subito arrivare alla fine per vedere cosa si nasconde dietro a tutto questo mistero, ma pazienza c'è ancora tempo, goditi tutto il pensiero di Palahniuk.

  • User Icon

    clo

    08/06/2011 17:58:05

    non ricordo di aver respirato durante tutta la lettura, ne' di aver dormito o mangiato... ero chiusa nella camera al buio con lei, succhiando pennelli sporchi di blu di prussia...

  • User Icon

    Pellegrino A.

    16/04/2011 18:46:10

    Non male davvero questo Diary del grande "zio Chuck"...Devo dire che l'intreccio della storia,per quanto abbastanza lento per almeno metà libro,mi ha molto coinvolto...Il finale,tuttavia,lascia un pizzico di amaro in bocca...Comunque,è un libro che consiglio...Da leggere,come tutti i libri di Palahniuk!

  • User Icon

    Francesco

    10/01/2011 18:12:02

    Come i giudizi precedenti anche io l'ho trovato lentuccio nella parte iniziale per poi decollare in una storia in parte interessante. lo stile però è a mio parere ai limiti della leggibilità e rallenta ancora di più il tutto. voto 5/10

  • User Icon

    LaMelaMarcia

    05/10/2010 11:43:28

    Mettetevi offline, spegnete il cellulare e mandate la vostra ragazza a fare shopping con la mamma.. ..non vorrete essere disturbati da niente e nessuno mentre leggerete l'epilogo di questo "atipico" romanzo del semprecaro zio Chuck. Dopo un inizio "effetto rallenty", ci ritroviamo d'improvviso catapultati in un turbine di follia e cattiveria che ci lascerà senza respiro fino alla conclusione della storia. Una piacevole sorpresa ritrovare Palahniuk in versione kinghiana (che il Re non ce ne voglia). Dopo una serie di romanzi, tutti sopra la media, per carità!, ma un pò uguali a se stessi, ecco che l'autore di Soffocare, ci dipinge (è proprio il caso di dirlo!) quest'inusuale mistery/horror a tinte metafisiche che, magari, non brillerà per originalità della trama, ma che ci catapulta nel bel mezzo di un assurdo delirio collettivo. Consigliato a chi già conosce e apprezza Palahniuk. "Tutti quanti moriamo". Dice: " L'obiettivo non è quello di vivere in eterno, ma di creare qualcosa che lo faccia al nostro posto".

  • User Icon

    antorizz

    15/01/2010 11:25:23

    che dire, a metà libro mi sono fermato è mi sembrata la cosa più bella che abbia fatto dopo averlo acquistato... noioso e retorico eppure qualcuno lo consiglia per il coinvolgimento e l'intesità cose che io ho trovato altrove, ciao palhniuk a mai più.

  • User Icon

    Fabio

    01/09/2009 17:28:21

    Il migliore di Chuck letto finora!Di una violenza morale da brividi, ogni parola scritta al punto giusto e nel momento giusto.Un inno all'autostima.

  • User Icon

    Antonio

    27/05/2009 08:49:42

    Giudizio molto positivo. Questo libro può essere definito come l'autobiografia dell'artista per eccellenza, l'artista con la A maiuscola, dove non esistono regole e schemi generali. Alcuni avvenimenti inspiegabili, in un'isola inquietante, porteranno la protagonista ad una discesa nel macabro e nel grottesco sempre più accentuati, e nel frattempo il mistero si infittisce sempre più... Imperdibile.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione