Il diavolo è femmina di George Cukor - DVD

Il diavolo è femmina

Sylvia Scarlett

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Sylvia Scarlett
Regia: George Cukor
Paese: Stati Uniti
Anno: 1935
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Henry Scarlett, vedovo di recente, ha rubato dei soldi al suo datore di lavoro e decide di lasciare Marsiglia per l'Inghilterra. Sua figlia Sylvia lo segue, facendosi passare per un ragazzo per depistare le ricerche della polizia. I due conoscono sul traghetto Jimmy, un altro lestofante, che propone loro di lavorare insieme. Il gruppo sbarca il lunario come saltimbanchi girando di città in città, ed un giorno conoscono un artista, Fane, del quale si innamora Sylvia, ma lui è fidanzato con Lily e crede che Sylvia sia un ragazzo. La ragazza rivela all'artista di essere una donna e di essere innamorata di lui, ma nel frattempo arriva Lily e Sylvia fugge, cercando conforto da Jimmy. Durante una notte tempestosa, Henry perde la vita per una disgrazia e la figlia pensa di continuare insieme a Jimmy. Ma Jimmy fugge insieme a Lily e Sylvia e Fane li inseguono. Dopo averli trovati in partenza su un treno, si rendono conto di essere innamorati l'uno dell'altra e li lasciano partire.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Elle U Multimedia, 2016
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 94 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Katharine Hepburn Cover

    Propr. K. Houghton H., attrice statunitense. Alta, magra, le lunghe gambe slanciate, lo stupendo volto coperto di lentiggini, proviene da una famiglia progressista e anticonformista, il padre medico famoso, la madre plurilaureata e con un passato da suffragetta militante. Frequenta il college, ma sin da giovanissima la sua aspirazione è diventare attrice. Dopo un non brillante esordio in teatro, il cinema si rivela presto il suo autentico universo. Evita l'apprendistato esordendo da protagonista in Febbre di vivere (1932) di G. Cukor. L'anno seguente ottiene il suo primo Oscar per l'interpretazione in Gloria del mattino (1933) di L. Sherman, nelle vesti di una ingenua e sfortunata attrice di teatro in cerca di scrittura. Dopo alcuni film di routine, tra i quali Amore tzigano (1934) di R. Wallace,... Approfondisci
  • Cary Grant Cover

    "Nome d'arte di Archibald Alexander Leach, attore statunitense di origine inglese. A quindici anni fugge da casa per seguire un gruppo di saltimbanchi e al loro seguito lascia la natia Inghilterra per sbarcare a New York. Per anni lavora in teatri di secondo rango (salvo un'apparizione a Brodway accanto all'attrice F. Wray), fino a quando, ormai quasi trentenne, si trasferisce a Hollywood e ottiene un ingaggio alla Paramount che gli vale una piccola parte in This is the Night (Questa è la notte, 1932) di F. Tuttle. Già nel film successivo, Il diavolo nell'abisso (1932) di M. Gering, gli viene affidato un ruolo di maggior peso: è secondo ufficiale di bordo, al fianco del comandante G. Cooper; alto e atletico, ha la stessa andatura dinoccolata di quest'ultimo, al quale in seguito verrà spesso... Approfondisci
  • Brian Aherne Cover

    Nome d'arte di William B. de Lacy A., attore inglese. Dopo una precoce carriera teatrale esordisce nel cinema agli inizi degli anni '30 nel melodrammatico Il cantico dei cantici (1933) di R. Mamoulian, a fianco di M. Dietrich. Negli anni successivi lavora come partner di altre grandi attrici (K. Hepburn, B. Davis, R. Hayworth) in film di G. Cukor (Il diavolo è femmina, 1935), H.C. Potter, W. Dieterle, K. Vidor e altri. Nel 1953 è il procuratore Robertson in Io confesso di A. Hitchcock. Nonostante il suo eclettismo, già nei primi anni '60 la sua carriera è in declino e con Ginevra e il cavaliere di Re Artù (1962) di C. Wilde può considerarsi conclusa. Approfondisci
Note legali