Didascalie per la lettura di un giornale

Valerio Magrelli

Editore: Einaudi
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 23 marzo 1999
Pagine: 83 p.
  • EAN: 9788806151485
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Spesso la poesia di Magrelli si origina dalla suggestione del dato visivo, per distillarne, attraverso un sintetico percorso analitico-associativo, l'essenza, l'ossatura simbolica intuita dall'autore. In questa raccolta l'oggetto-emblema che fornisce i dati di partenza, nella loro molteplicità di rimandi, è il giornale inteso nella sua veste di prodotto tipografico e di odierno vademecum per l'interpretazione del mondo. Dalla prima pagina alla cronaca internazionale, dal reportage alle notizie meteorologiche, Magrelli descrive un quotidiano in versi nello stesso tempo comici, meditativi e sospesi.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Belting96

    28/06/2012 17:21:23

    Se volete leggere delle poesie veramente incomprensibili allora questo è il libro giusto.

  • User Icon

    Lucia

    13/12/2004 11:56:40

    è un bel libro, ma alcune poesie non sono del tutto chiare...per capirle fino in fondo ho dovuto fare alcune ricerche in internet e su libri...tutto sommato, però, è interessante, anche perchè può aiutare a vedere e leggere il quotidiano in un modo diverso dal solito, meno superficiale e più critico. ;-)

  • User Icon

    Dario

    28/11/2002 15:14:06

    Un poeta di grande levatura, che dallo studio della poesia francese e dalle contraddizioni/tradizioni della cultura contemporanea ha tratto spunto per contaminare la nostra lingua con metamorfosi e giochi di rara surreale complicità linguistica. Belle queste didascalie. Da leggere

  • User Icon

    Mario

    12/04/2002 11:01:03

    poeta assai sopravvalutato.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione