Dietro quel delitto

Ian Rankin

Traduttore: A. Rusconi I. Zani
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 marzo 2010
Pagine: 477 p., Brossura
  • EAN: 9788850220786
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Primi di luglio 2005: la Scozia si prepara a ospitare il G8. La polizia di Edimburgo è chiamata agli straordinari. Ma non l'ispettore John Rebus, opportunamente lasciato "di guardia al forte". D'altronde, gli manca poco alla pensione, e poi si sa che è un rompiscatole: meglio non averlo tra i piedi. Rebus però non è tipo da starsene tranquillo a guardare. E la sergente Siobhan Clarke, sua collega e protetta, gli offre un ottimo motivo per gettarsi nella mischia. In un bosco nei pressi dell'albergo dove si svolgerà il summit è apparso un indizio legato a un caso di omicidio archiviato un po' troppo in fretta, quello di Cyril Colliar, una condanna per stupro alle spalle, poi riciclatosi come gorilla al soldo del boss della mala locale. E come se gestire un'indagine di questo tipo durante il G8 non fosse già di per sé complicato, si aggiunge il misterioso "suicidio" di un parlamentare inglese durante una cena di gala...

€ 8,16

€ 9,60

Risparmi € 1,44 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 5,18

€ 9,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paolo

    03/10/2016 17:24:01

    Buon poliziesco con trama abbastanza avvincente e con finale che non te lo aspetti.

  • User Icon

    eLiSa

    23/03/2012 22:39:22

    Anche questa volta rankin non si smentisce e fabbrica un libro in cui le storie si intrecciano in modo inaspettato e imprevedibile.. da leggere, come del resto anche tutti gli altri di questa serie..

  • User Icon

    Claudio

    13/04/2010 09:36:27

    Ambientato durante il G8 di Edimburgo del 2005, l'ispettore Rebus e la sua collega Siobhan Clarke si ritrovano tra le mani un indagine delicata e 3 casi che durante la narrazione danno l'impressione di incrociarsi o di allontanarsi a seconda che dei nuovi indizi che vengono alla luce. Solo alla fine, come per la migliore tradizione gialla, il quandro complessivo si chiarisce anche se come sempre nei romanzi di Rankin anche risolvendosi, le questioni rimangono aperte. Qui si parla di G8, di manifestazioni no global, di rapporti ambigui tra i paesi ricchi e quelli poveri e di rapporti sempre delicati per chi subisce violenze e non si da per vinto. Chi deve indagare è spesso in difficoltà di fronte a queste ramificazioni e blocchi che posso venire anche dal loro interno. Leggere Rankin è sempre un piacere.

Scrivi una recensione