Categorie

Barbara Di Bernardo

Editore: Franco Angeli
Anno edizione: 1991
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 560 p.
  • EAN: 9788820466336


scheda di Enrietti, A., L'Indice 1992, n. 7

La dimensione di impresa è una categoria che svolge un ruolo di grande importanza nella teoria economica, come fonte dei guadagni di produttività derivanti dalle economie di scala, e delle posizioni oligopolistiche frutto di concentrazione; la dimensione è inoltre utilizzata come l'elemento che spiega i differenziali di produttività e di profitto. L'argomentazione dell'autrice è che la fonte delle economie di dimensione non sta nella dimensione in quanto tale ma piuttosto nella capacità organizzativa dell'impresa, capacità che ha caratteri specifici e che evolve nel tempo; pertanto non esiste una dimensione ottima. Sulla base di questo schema viene compiuta una rilettura in parallelo della storia del capitalismo e del pensiero economico; si tratta della parte più interessante ed efficace del libro, con numerosi spunti di lettura critica di posizioni ormai consolidate (dalla teoria dell'impresa ai concetti di dimensione, concentrazione, scala, scopo, varietà, al dibattito su grande-piccola impresa). Per questa sua caratteristica il volume potrebbe essere utilmente adottato come testo di accompagnamento per un corso di economia industriale. Meno chiara, con un procedere più involuto, con ridotti riferimenti teorici è invece la parte finale sul sistema-rete, la forma organizzativa del capitalismo flessibile dove, con la diffusione di informazioni a basso costo ed elevata qualità, si aumenta la varietà e la variabilità dei prodotti, dei processi e delle relazioni tra imprese.