Categorie

Mario Ruggenini

Editore: Mondadori Bruno
Collana: Testi e pretesti
Anno edizione: 1997
Pagine: 296 p.
  • EAN: 9788842496014

Che ne è ormai di Dio in filosofia? Da tempo, la filosofia sembra avere perduto Dio ed essersi convertita a un radicale ateismo. In questione è, dunque, se la filosofia che non sa più nulla di Dio, che perde il senso religioso del proprio domandare, non ne recida, senza avvedersene, la radice stessa. Ma non è certo il Dio assoluto della metafisica cristiana che può venire in soccorso. Nella sua trascendenza, nella sua onnipotenza, il Dio metafisico non è un Dio per il mondo, bensì è destinato al rifiuto che l'ateismo gli oppone. Filosofia e teologia appartengono ormai al tempo di questo rifiuto, al tempo dell'assenza di ogni Dio. Ma esse non possono ancora pensare che tale assenza ne custodisce forse il mistero divino che la metafisica ha profanato.

Prefazione. L'appello del divino. La filosofia, la fede. La filosofia, la fede, la perdita di Dio. Il divino e la differenza. L'esistenza dell'uomo nell'assenza del Dio. Finitezza e alterità. La filosofia, la fede, il paradosso. La mancanza di Dio, la rivelazione del mistero del mondo. Il linguaggio della rivelazione, la rivelazione del linguaggio.