Traduttore: B. Piccioli
Collana: Best BUR
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 668 p., Brossura
  • EAN: 9788817037334
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,96

€ 12,90

Risparmi € 1,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 6,96

€ 12,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cosimo Sportelli

    18/09/2017 22:05:39

    Da quando John Polidori prima e Bram Stoker dopo ne hanno fatto il protagonista delle loro opere più note, la letteratura non ha mai smesso di corteggiare la figura del vampiro, con risultati più o meno soddisfacenti. L'esperimento condotto da Elizabeth Kostova è però decisamente riuscito, sebbene ella si azzardi su una china assai pericolosa: ella, difatti, nell'imbastire la trama del proprio romanzo rispolvera niente meno che il vampiro per eccellenza, Vlad Tepes di Valacchia, meglio conosciuto come Dracula, con l'ovvio rischio - fortunatamente scongiurato - di cadere nella sin troppo facile trappola del plagio o dello scimmiottamento. L'aspetto particolare di questo romanzo è che per i buoni 3/4 del libro Dracula non si vede neanche da lontano e la cosa induce il lettore a divorare le pagine in attesa del punto in cui finalmente i protagonisti lo incontreranno. Perché di questo si tratta: una caccia, condotta in maniera inusuale, seguendo cioè le tracce dell'Impalatore su documenti ufficiali e trattati storiografici, tra l'America, l'Inghilterra, la Francia, la Turchia, l'Ungheria e la Romania. E qui in effetti salta all'occhio il certosino lavoro di ricerca preliminarmente svolto dalla Kostova per dare sostegno e sostanza alla vicenda fittizia. Ma questa è anche la storia della ricerca di un padre scomparso da parte di una figlia coraggiosa e volitiva e di un amore ostacolato dai rovesci della fortuna che farà di tutto per rinsaldarsi. Unico aspetto negativo: tutti coloro che si sono messi sulle tracce del principe vampiro hanno compiuto un certo percorso ed essendo la storia ambientata su tre diversi piani temporali, ci si ritrova spesso ad assistere ai medesimi viaggi e alle incursioni nelle stesse biblioteche già visitate da altri. Ma i colpi di scena non mancano fino al finale travolgente in cui le cose sembrano precipitare verso il peggiore epilogo possibile. Insomma una piacevole rilettura del Dracula di Stoker, che sa coniugare tradizione e innovazione.

  • User Icon

    Antonella

    20/03/2013 16:22:08

    questo libro è stupendo per il suo genere!!l'ho letto 2 volte e penso dovrebbero farci un film :)

  • User Icon

    Roberta

    13/12/2012 15:30:35

    Questo libro è stupendo... Adoro leggere e ho tantissimi libri preferiti ma questo ha un posto speciale nella mia libreria... Lo regalo spesso e lo ocnsiglio, è imperdibile. La trama è sorprendente e la descrizione dei luoghi magica ti fa venire voglia di prendere un treno e di raggiungerli!

  • User Icon

    Franci

    13/09/2012 23:49:17

    Romanzo appassionante,avventura,thriller e storia d'amore. E' un libro che mi è piaciuto molto,che regala qualche brivido. Un viaggio che si svolge in paesi diversi,descritti in maniera dettagliata,alla ricerca di Vlad 3° (Dracula),il quale forse non è mai morto,ma semplicemente si è nascosto in qualche posto remoto. Una ragazza che attraverso le lettere del padre,riuscirà anche a rivedere una persona che credeva ormai perduta per sempre. Per chi è appassionato del mito di Dracula e per chi vuole leggere un libro che racchiude molti generi diversi.

  • User Icon

    Silvia

    23/06/2012 14:56:04

    Decisamente un bel libro, originale e unico nel suo genere: il fascino oscuro del vampiro per eccellenza, tra storia millenaria, amori di tre generazioni a confronto, luoghi suggestivi e divinamente descritti, un intreccio complesso ma scorrevole. Ammetto che in un paio di punti può risultare un pò pesante, diciamo che non è un libro che può essere apprezzato da tutti... ma merita ugualmente 5, perchè lascia un sapore unico... quasi ti chiedi quanto ci sia di inventato e quanto di davvero storicamente documentato. Brava Kostova!

  • User Icon

    alessandro

    08/06/2012 20:22:46

    Sembrerà incredibile, ma la descrizione dei luoghi di questo romanzo è una fotografia narrata della realtà. Ho visitato la transilvania, e dopo ho letto questo romanzo unico nel suo genere e sono rimasto incantato, l'ho letto per 2volte in 15giorni, tutte le sue 666pagine. é un saggio storico, una guida turistica geografica, un romanzo d'amore, un romanzo horror, è tutto e di più di quello che si può lontanamente immaginare. Superconsigliato, per tutti e per chi vuole conoscere la storia, in generale e per chi oltre ad interessarsi di vampiri, ne vuol sapere di più su Dracula, evitando, credendoli noiosi, i numerosi saggi storici che pullulano nelle librerie ormai da anni, questo libro vi illuminerà, vi divertirà, vi trasformerà....

  • User Icon

    Elisa

    28/01/2012 19:42:23

    Libro straordinario. Unico nel suo genere. L'autrice narra una storia che sembra dipingersi su una tela, dove i colori e le forme prendono via via forma con l'andare avanti nella lettura... Sembra quasi un film: ti sembra di essere dentro la storia, come se ti ritrovassi per caso lì, ad inseguire di nascosto i personaggi e i fatti addentrandoti completamente. La narrazione è scorrevole, è autentica e pone molti spunti di riflessione per un romanzo. Il bello di questo libro è che non è solo un romanzo thriller, ma anche storico, iconografico. Lo consiglio vivamente, lasciatevi affascinare da una lettura che vi prenderà giorno e notte...

  • User Icon

    Giovanna

    20/12/2010 16:44:28

    La trama e i personaggi sono poco consistenti, ma la raccolta di dati e la descrizione di luoghi e storie sono estremamente coinvolgenti e interessantissimi. Mi ha tenuta legata fino all'ultima pagina :-D

  • User Icon

    taffy

    23/06/2010 08:14:51

    Questo romanzo è assolutamente unico, mi ha travolta e trascinata via con sè. Mi ha regalato una mescolanza di sensazioni, perchè questo libro è molti libri: un viaggio nel tempo e nello spazio, un incontro fra culture diverse, un saggio storico dettagliato ma mai noioso, una ricerca interiore di singoli, di gruppo e, in un certo senso dell'umanità, racconto di storie d'amore e di vita familiare. Non ho mai letto nulla di simile: amo il genere, e questo romanzo è il più completo sulla storia di dracula che abbia mai letto. Complimenti alla Kostova, spero ci regali un altro gioiello simile.

  • User Icon

    taffy

    23/06/2010 08:13:18

    Questo romanzo è assolutamente unico, mi ha travolta e trascinata via con sè. Mi ha regalato una mescolanza di sensazioni, perchè questo libro è molti libri: un viaggio nel tempo e nello spazio, un incontro fra culture diverse, un saggio storico dettagliato ma mai noioso, una ricerca interiore di singoli, di gruppo e, in un certo senso dell'umanità, racconto di storie d'amore e di vita familiare. Non ho mai letto nulla di simile: amo il genere, e questo romanzo è il più completo sulla storia di dracula che abbia mai letto. Complimenti alla Kostova, spero ci regali un altro gioiello simile.

  • User Icon

    fol

    15/01/2010 18:04:04

    ho appena fintio di leggere il libro... una giravolta di citazioni, magari ben fatte e interessanti ma la trama è proprio esile. 3/4 del libro sono una filologica ricerca che andrebbe bene in qualunque altra storia e alla fin il personaggio principale quasi non si vede. L'esilità della trama inoltre non è compensata in alcun modo dai personaggi, tutti più o meno animati dalle stesse motivazioni, poco interessanti poco credibili. Riassumo la trama: "padre figlia e altri alla caccia di un terribile dracula bibliotecario". Roba da brividi....

  • User Icon

    Jordan

    25/11/2009 15:49:38

    Le storie di vampiri, specie se un pò colte mi piacciono parecchio, ma questo libro è proprio indigeribile e noioso. Sembra complicato, almeno lo fosse stato davvero, ma è proprio inconcludente. Presentato come un capolavoro, bisogna soltanto evitarlo ...

  • User Icon

    Vanily

    04/10/2009 21:02:28

    Storia carica di suspance e adrenalina, che viaggia nello spazio e nel tempo. LO consiglio a chi ama la vera letteratura sui vampiri. Ottimo esordio della scrittrice, che sa cosa vuol dire costruire una solida trama e renderla avvincente

  • User Icon

    Roberta Motoskifo

    04/03/2009 17:22:00

    La storia è certo nota ma la rivisitazione fatta dall'autrice è degna di nota... inoltre l'argomento potrebbe essere d'aiuto nell'attrarre i giovanissimi potenziali lettori.

  • User Icon

    mavis

    14/02/2009 17:27:16

    Meraviglioso! Complimenti all'autrice! Un vero connubio tra il romanzo su drakula e gli annedoti storici sul conte Vlad l'impalatore,le leggende e il folclore popolare dei vari popoli, la descrizione dei viaggi e delle città,paesi, molto pathos fantasia dosata al punto giusto.. Non capisco ki dice di nn essere riuscito a portar a termine la lettura, quando sei spinto a divorare le pagine...è il racconto stesso ke ti avvolge dalla prima all'ultima pagina! Solo una cosa poco chiara, ma alla fine, quando alla protagonista viene dato un'altro libro con il drago, ke significa, ke drakula nn è stato sconfitto.....? Lo consiglio vivamente! Sperando ke l'autrice, ce ne proponga presto un'altro di pari intensità!

  • User Icon

    Val.®

    13/01/2009 18:22:06

    premetto che non avevo letto alcuna recensione, ed ero partitto a mente e cuore libero a leggere questo romanzo. Non me la sento di dare voti estremamente bassi, credo che un 3su5 sia corretto. L'intreccio tra le 3 storie epistolari è interessante, e la Kostova l'ha sviluppato in maniera egregia. Purtroppo però, per la storia raccontata (non vado oltre x non rovinare la lettura agli interessati) quasi 700 pagine di racconto son davvero troppe. A tratti ho pensato anch'io di mollare la lettura.

  • User Icon

    Davide D.

    11/01/2009 00:07:45

    Uno dei pochissimi libri dei quali ho interrotto la lettura perché proprio non riuscivo a proseguire. Arrivato a fatica ormai a pagina 300 (sic!) rimane ancora una banalissima storia di vampiri che non da alcun segno di evolvere verso qualcosa di coinvolgente, interessante..........banalità più totale dilatata in oltre 600 pagine delle quali almeno 300 (quelle che ho letto) noiose e dispersive, con commistioni fastidiose di luoghi, tempi e personaggi diversi. Ma ancora negli anni 2000 impressionano e colpiscono storie di vampiri che mordono al collo, che vengono definitivamente uccisi da pallottole d'argento, che appartengono alla categoria dei non morti??? E' vero, il libro non l'ho finito (e non ho alcuna intenzione di farlo), ma deve essere necessario pazientare e sopportare noia per oltre 300 pagine in un romanzo prima che possa succedre qualcosa di emotivamente coinvolgente?? Un libro che non consiglio assolutamente a nessuno essendo quantomeno noiosissimo ed oltremodo banale, contenendo tutti gli stereotipi caratteristici di tutti i racconti fantastici riguardanti i vampiri e le leggende connesse.

  • User Icon

    aleory

    08/01/2009 14:50:39

    Intrigante fin dalle prime pagine, ti cattura parola dopo parola; la storia che fa da scenario ad un avventura senza tempo che attraversa i secoli all'inseguimento di un ombra ossessionante e affascinante allo stesso tempo che intreccia vite e popoli legandoli a Lui in maniera "eterna".

  • User Icon

    Vampire Lover

    21/12/2008 15:29:46

    E’ impossibile tessere degnamente le lodi di questo meraviglioso romanzo dove tre generazioni, tre storie d’amore s’ intrecciano attorno al mistero di un libro contenente solo l’immagine di un drago e del luogo della sepoltura del corpo di Dracula. Cambi di registro narrativo, scarti temporali, generi letterari differenti si incastrano alla perfezione, come tasselli di un puzzle destinati ad essere rimescolati all’infinito una volta ricomposti. Descrizioni oniriche, tattili, visive, olfattive assorbono completamente il lettore, risucchiandolo “dentro” al libro. Dall’apparente realtà, concretezza e razionalità iniziali si passa gradualmente al dubbio, alle ipotesi più assurde, fino ad arrivare allo spiazzamento di ogni certezza ed interpretazione cognitiva del mondo dove esistiamo. Nel finale aperto, Dracula si erge a metafora della storia che tutto e tutti sacrifica sull’altare dell’eterna sete di conoscenza. Uno dei migliori libri sui vampiri da cui abbia avuto la fortuna di essere "scelta"!!!

  • User Icon

    nicola

    21/11/2008 14:47:06

    Fondamentale ... se si vuol parlare di vampiri

Vedi tutte le 43 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione