Disegnare l'organizzazione. Come si progetta e realizza un organigramma

Claudio Ruggiero

Editore: Maggioli Editore
Anno edizione: 2009
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 215 p.
  • EAN: 9788838753015

92° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Management - Gestione e tecniche di gestione

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Siamo tutti abituati a considerare l'organigramma come uno schema che permette di vedere, a colpo d'occhio, la struttura organizzativa di una azienda, di un ente, di una associazione. Ma, nella pratica, come si disegna una struttura? Come si progetta un'organizzazione? Come realizzare nel concreto un organigramma? Come definire i ruoli da iscrivere nel mansionario? Da dove partire per definire la struttura dell'ufficio, della divisione o dell'azienda tutta? Come posso aggregare i gruppi di lavoro? Come rappresentare graficamente le relazioni tra posizioni? Come suddividere tra le persone i compiti senza scontentare nessuno? Con il presente volume, il primo sull'argomento, si intende dare una riposta chiara a queste domande. Si vuole cioè fornire a un direttore, un responsabile del personale, un imprenditore, gli strumenti immediati per definire la struttura della propria organizzazione. Il secondo obiettivo del testo è quello di illustrare un percorso (frutto di esperienze condotte in azienda) che porti al disegno di struttura, con tutte le sue implicazioni e i suoi strumenti cartacei, descrivendo i passi più articolati e quelli più semplici in modo da avere chiaro il lavoro che c'è da fare. Il terzo obiettivo è quello di fornire uno strumento utile in fase di ri-progettazione dei ruoli di fronte ai continui cambiamenti di mercato (per le imprese manifatturiere), e di qualità e percezione del servizio (nelle imprese pubbliche).

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

La prima parte propone l'istituzione di un nuovo organismo, un hub (perno, snodo) che miri a rilanciare il connubio arte-tecnica-scienza, fondamento di storia e futuro per Milano e Lombardia. La seconda parte illustra i vantaggi di localizzare l'hub a Bovisa, luogo unico per paesaggio, accessibilità, cultura, presenze, risorse fisiche.