La dismissione - Ermanno Rea - copertina

La dismissione

Ermanno Rea

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Rizzoli
Collana: Scala italiani
Anno edizione: 2002
Pagine: 370 p.
  • EAN: 9788817869577

€ 11,70

Venduto e spedito da Librisline

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Smontare l'impianto dell'Ilva prima che giungano gli acquirenti cinesi che si porteranno via "la fabbrica" a pezzi, è il pensiero che ossessiona Vincenzo Buonocore, operaio elevato a tecnico, chiamato a realizzare lo smantellamento dell'acciaieria. Per Bonocore è impossibile condurre a termine il compito con professionalità: mettendo mano a quelle macchine egli è costretto a rileggere episodi di vita, ritrova volti e nomi di chi ha condiviso con lui l'amore per l'acciaieria. Il suo resoconto dettagliatissimo rivela un'impresa che è prima di tutto interiore, e così l'io narrante, l'interlocutore che raccoglie la confessione di Bonocore, traccia la storia della vita di un uomo che non può disgiungere il proprio destino da quello della fabbrica in cui ha lavorato.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,6
di 5
Totale 5
5
1
4
0
3
2
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • è la prima volta che sfoglio le pagine di internet riguardanti i commenti e le critiche a questo romanzo che, a mio modesto parere, e non perchè ne sono il personaggio, ha colpito con i suoi termini tecnici anche i non addetti ai lavori, merito di ermanno che ha saputo descrivere con parole sue quello che io da tecnico gli raccontavo.

  • User Icon

    ant

    30/11/2004 15:34:08

    Napoli e la sua realtà operaia come non si erano mai viste

  • User Icon

    nana

    08/11/2002 16:15:33

    Uno dei libri più noiosi che io abbia mai letto; è un peccato perché l'argomento è veramente interessante ed attuale, ma sembra quasi che l'Autore, non sapendo cosa scrivere, abbia voluto "gonfiare" a dismisura la storia perdendone di vista il nocciolo e tediando il lettore con particolari assai poco significativi.

  • User Icon

    fabio

    17/08/2002 14:16:34

    Non so perche', ma mi e' piaciuto. Forse un po' troppe pagine dedicate ad aspetti tecnici, ma mai tanto dettagliate da risultare per addetti ai lavori. Forse un po' poco approfondita la storia parallela della giovane amica del protagonista. Una galleria di personaggi descritti nella loro essenza, ma senza retorici giudizi. Il fatto che l'autore dichiari che alcune cose sono inventate ma scritte con onesta'non turba affatto: altrimenti invece di un romanzo sarebbe stato un diario. Il linguaggio e' scorrevole, lo stile a mio avviso un pochino piatto.

  • User Icon

    maurizio

    27/07/2002 09:23:10

    Libro che si poteva scrivere in 50 pagine Ripetizioni puerili di particolari insignificanti La dichiarazione da parte dell'autore di aver trascritto anche episodi inventati non gli fa certo onore Quando si cerca di spiegare l'importanza di una fabbrica come bagnoli per napoli non si deve dare al lettore il dubbio che episodi di vita vera possano essere stati inventati. voto 1/5

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Ermanno Rea Cover

    Ermanno Rea, nato a Napoli il 28 luglio 1927, ha lavorato come giornalista per numerosi quotidiani e settimanali. Ha vissuto a Milano e a Roma. Ha pubblicato numerosi libri, spesso basati su inchieste o fatti di cronaca, come Il Po si racconta e L'ultima lezione, quest'ultimo ispirato alla scomparsa dell'economista napoletano Federico Caffè. A questi titoli ne seguirono diversi altri: La dismissione; Rosso Napoli: trilogia dei ritorni e degli addii; La comunista: due storie napoletane; Il caso Piegari: attualità di una vecchia sconfitta; Il sorriso di don Giovanni. I suoi lavori giovanili in ambito di fotografia e reportage sono stati raccolti da Feltrinelli nel libro 1960, Io reporter.Rea è stato inoltre vincitore del Premio Viareggio nel 1996... Approfondisci
Note legali