Il disordine perfetto

Marcus Du Sautoy

Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 5 settembre 2007
Pagine: 494 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788817012669
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

€ 10,80

€ 20,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

20 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

La fascinazione di Marcus Du Sautoy per la simmetria degli oggetti comincia da lontano, da quando, spulciando i testi inglesi, il giovane matematico veniva colpito da quella sorta di idea magica che gli consentiva di capovolgere le figure, i triangoli, i pentagoni, i poliedri scoprendone la vera natura. Questo libro, scritto da Du Sautoy dopo il grande successo dell'Enigma dei numeri primi, è un omaggio a quella scienza segreta della simmetria, il gergo che per tutta la vita il docente di Oxford ha cercato di imparare.
La simmetria è la chiave per comprendere alcuni dei misteri più reconditi della natura: per l'ape e altri insetti è fondamentale nella vista dei fiori dai quali si nutrono, per oggetti inanimati o fenomeni naturali come la bolla di sapone o la goccia d'acqua piovana la sfera simmetrica è la condizione più stabile verso cui tende la natura. Il termine evoca per noi esseri umani oggetti ben equilibrati, dotati di proporzioni perfette, che possiedono senso di armonia e bellezza e da quando gli uomini comunicano tra loro, la simmetria è un concetto centrale anche del lessico: nelle poesie, nelle canzoni, la ripetizione degli schemi è indispensabile per l'apprendimento linguistico. Dietro ogni passo del nostro cammino evolutivo - scrive Du Sautoy - dalle prime pitture rupestri all'arte moderna, dalla musica di Mozart all'architettura, all'ingegneria, fino ai codici informatici, si celano l'ordine e la struttura della simmetria. Ecco perché il matematico, che è un "ricercatore di schemi", ci conduce in questo viaggio affascinante tra le "componenti basilari" di quegli oggetti indivisibili e le "tavole periodiche" della simmetria. Du Sautoy ci trascina in un mondo fatto di rotazioni bidimensionali, come quelle del pentagono o del triangolo, che è tutt'altro che astratto: la sua ricerca è come quella di un chimico che da diverse disposizioni di atomi di carbonio, attraverso la simmetria dell'insieme, ricava la composizione del diamante e della grafite.
Questo libro, rivelando i nessi nascosti tra i concetti della matematica e gli oggetti e i luoghi del mondo, conduce a una visione dello spazio tridimensionale originale e più attenta alle forme. Sulla scia dei grandi filosofi e matematici dell'antica Grecia, da Platone a Pitagora, l'autore ci parla sì dei segreti della struttura della materia, ma finisce per spiegarci anche le lontane origini, ad esempio, dell'amore: una ricerca, neanche a farlo apposta, dell'altra metà.