Disputa su Dio e dintorni

Corrado Augias,Vito Mancuso

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24/08/2010
Pagine: 263 p., Brossura
  • EAN: 9788804600923
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,67

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Seby Flavio Gulisano

    19/06/2018 15:25:44

    Libro molto interessante e piacevole da leggere. Da una parte c'è l'ateo Augias, dall'altro il credente Mancuso. Ho trovato molto più interessanti le argomentazioni e le domande del giornalista rispetto alle risposte date dal teologo, se non altro perchè ogni risposta inevitabilmente sfociava nell'ambito filosofico su cui è difficile venirne a capo. E' un libro che può essere letto con tranquillità da chiunque senza correre il rischio di perdere la fede.

  • User Icon

    ROBERTA

    17/03/2018 08:31:40

    Un dialogo -o disputa, come viene chiamata dagli autori- tra due persone che è impossibile non ammirare o non restarne affascinati. Un libro in cui gli argomenti vengono sviluppati con chiarezza e autenticità, senza ipocrisie, né per compiacere qualcuno. Una lettura consigliata e rivolta a chi, come è scritto anche nel retro di copertina, vuole e desidera pensare. Eccellente.

  • User Icon

    Alessandro

    27/12/2017 09:52:53

    Due persone coltissime, di grandi studi, dibattono su un argomento, DIO, di cui non sanno e non possono arrivare a sapere assolutamente niente con la ragione. Citano i più grandi studiosi e filosofi i quali, a loro volta, hanno studiato e disquisito su Dio senza saperne assolutamente niente. Come se Dio, se esiste, potesse essere compreso con la nostra minuscola ragione di particelle infinitamente piccole di un universo infinitamente grande. Un libro inutile ed anche un po' presuntuoso.

  • User Icon

    Paolo Cornaglia

    11/09/2016 10:31:25

    Alla fine ciascuno dei due disputanti resta dov'è: dentro una incrollabile fede che si ripara entro la nicchia di quanto appreso da bambino Vito Mancuso. Dentro la propria laicità del dubbio Corrado Augias che, invecchiando, non sembra farsi prendere dalla paura dell'al di là raccontato dalle religioni. Non siamo immortalii: non lo è il nostro corpo né quello di chi sarebbe asceso in cialo con "corpo e anima". Né lo siamo con la nostra di anima, ente inesistente, oppure confuso nel caos dei molti universi presenti e possibili. Spirito, energia, Dio, materia, anti materia, buchi neri,sono realtà con cui siamo obbligati a confrontarci da Galileo in poi, per scoprire che Dio è una invenzione di quando l'umanità bambina doveva pur rispondere alla incertezza sul tutto. Ed oggi che il tutto è più vasto e di sicuro altrettanto incerto, bello leggere le due voci di pensatori eccellenti ed accettare l'invito a far lavorare la propria mente dentro un crescendo di fedi diversamente abili. Ma sempre disabili, comunque, perché incapaci, come ogni altro essere umano, di illuminare orizzonti convincenti.

  • User Icon

    Luca

    04/07/2011 18:16:42

    L'ateo Augias e il credente Mancuso, la logica della ragione contro il cuore e la speranza, uno scontro epico che mi ha appassionato dalla prima all'ultima pagina, chi la spunta tra i due è difficile dirlo faccio mio però il pensiero citato da Augias di Norberto Bobbio "la vera differenza non è tra chi crede e chi non crede, ma tra chi pensa e chi non pensa.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione