Dizionario della stupidità. Fenomenologia del non-senso della vita

Piergiorgio Odifreddi

Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 1 settembre 2016
Pagine: 378 p., Rilegato
  • EAN: 9788817075763
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,72

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Piergiorgio Minoli

    14/12/2016 18:06:45

    L'Odifreddi pensiero è da una parte illuminante dall'altra deprimente. Illuminante quando evidenzia le assurdità delle religioni e ricorda l'importanza della scienza. Deprimente visto che l'autore considera quasi tutta l'umanità stupida che se fosse così vero la vita sulla terra sarebbe già finita da un pezzo. Coerentemente non gli va bene neanche la democrazia che confonde addirittura con la dittatura. Mette sullo stesso piano la pubblicità commerciale e la propaganda totalitaria... Arriva a considerare negativa pure la lettura dei giornali sui quali peraltro scrive anche lui (pare salvare solo i libri ma certo non tutti). Considera l'auto una sciagura (tranne forse quando va in taxi...). Non capisce l'utilità delle rotonde, sarà un appassionato delle code ai semafori? Demonizza pure tutta la produzione artistica fantastica dimenticando la differenza enorme tra chi si presenta come la Verità e chi si presenta come finzione. Insomma uno snobismo esasperato inevitabilmente fastidioso. Con qualche luce. A p.327 una citazione “anche i più intelligenti possono dire stupidaggini”. Quanto è vero caro Odifreddi...

  • User Icon

    angelo

    04/11/2016 10:39:38

    Ingredienti: un elenco alfabetico di stupidità dalla A di abitudini alla Z di Zichichi, la lotta accanita contro ogni forma di “scienziaggine” (cretinata antiscientifica), una mente brillante (e leggermente superba) irritata da tanti moderni oscurantismi, 250 ritratti caricaturali di persone, categorie, eventi. Consigliato: a chi sa smascherare e ridere dei propri limiti, a chi vuol prendersi gioco delle assurdità del mondo politico-religioso-economico.

  • User Icon

    Giorgio Arbusto

    02/10/2016 20:26:37

    Libro solo a tratti piacevole (ad esempio quando giustamente critica Oriana Fallaci per la sua stupidità), ma perlopiù noioso e sempre troppo approssimativo. Alcuni rari spunti interessanti si perdono nella superficialità generale. In particolare l'autore mostra, come suo solito, troppo astio verso tutto quello che in qualche modo è legato alla religione, e distribuisce appellativi di stupido a chiunque anche solo manifesti dei dubbi sul tema. Non stupido si ritiene solo lui che, sembrerebbe dal testo, possieda la verità assoluta sull'argomento (cioè che sono tutte idiozie). Ad esempio, sulla Sindone l'autore menziona solo il test al radiocarbonio, la cui validità è stata smentita in tutte le maniere possibili, e per dimostrarne la falsità si basa poi sul solo fatto che "il dito indice e il medio hanno la stessa lunghezza" (sic!). E con ciò? Assurdo! Nessun accenno alla miriade di altre analisi scientifiche che invece tutte confermano sia l'età di 2000 anni che la provenienza dalla Palestina. Veramente inaccettabile da chi pretende di avere una mentalità scientifica! È un po' il classico atteggiamento isterico dei sedicenti "debunkers", che partono dalle conclusioni che fanno loro comodo per risalire ai fatti, eventualmente modificandoli a piacimento. Idem per quanto descrive di Gustavo Rol, come uno che usava solo i classici trucchetti da prestigiatore. Evidentemente il buon Odifreddi non usa interessarsi molto sui temi di cui poi solennemente pontefica!

  • User Icon

    Tiktaalik

    06/09/2016 16:20:19

    Come medico concordo con le esternazioni del professore su vaccini,guarigioni spontanee,esorcismi e terapie alternative.L'omeopatia è l'equivalente medico delle religioni,pensare che l'invisibile ed inaccertabile possa avere un effetto.Per la precisione non penso che sia corretto il riferimento al tetano parlando di resurrezione.Se il bacillo venisse distrutto interamente,spora compresa,sarebbe la sua morte senza nessuna ripresa,semplicemente la spora è più resistente a certe condizioni,se sopravvive allora può trasformarsi in forma vegetativa e produrre la tossina.Del testo dico che mi sembra più basato sul buon senso che sull'analisi scientifica,il tono è discorsivo ed in alcuni passaggi ho colto cadute di stile,indice di un atteggiamento ora meno paziente,mi aspettavo di più apprezzando l'arguzia e la fine capacità di ragionamento dell'autore.Con Odifreddi è come arrivare sul luogo del delitto,o della stupidità,e non sapere perchè sia successo.A proposito io consiglierei Pensieri lenti e veloci del premio Nobel Kahneman,dove si discute scientificamente dei nostri comportamenti irrazionali.Nella prefazione l'autore ammette a volte di aver fatto pure lui stupidaggini,ma secondo me si renderebbe più simpatico se facesse qualche esempio concreto,nel limite della riservatezza.L'occasione potrebbe essere la famosa finta telefonata,dove un atteggiamento parso francamente ossequioso viene fatto passare come rispetto e buona educazione.Pure io da seduto mi alzo in piedi per salutare qualcuno,però lo farei non solo con un Capo di Stato ma anche col più umile dei fattorini.Per non dire della intercessione a proposito di una messa.Evidentemente anche Odifreddi sente di doversi comportare a volte in modo irrazionale,ma vuole fustigare quando lo fanno gli altri.Suvvia professore,le stupidaggini le facciamo tutti,noi medici lo sappiamo perchè conosciamo la fragilità della mente,lei è un eminente studioso,mostri verso gli altri altrettanta comprensione.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione