Di(zion)ario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina - Massimo Fini - copertina

Di(zion)ario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina

Massimo Fini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Marsilio
Edizione: 2
Anno edizione: 2000
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788831774338

€ 18,00

Venduto e spedito da Libreria Gullà

Solo una copia disponibile

+ 4,50 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un'opera provocatoria, a metà tra il sillabario divagante e la confessione personale, che esplora più di cento voci molto varie inerenti l'universo erotico femminile, così come lo vedono, e ne parlano gli uomini. Ma questa guida alla libido femminile osservata dal maschio riserva più di una sorpresa, e la conclusione non è affatto scontata.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,57
di 5
Totale 7
5
3
4
1
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Anna

    03/11/2013 08:42:17

    Somma infinita di stereotipie con qualche perla, descrive una sessualitá maschile che fa torto soprattutto a se stessa. Un uomo 'minus' che cerca tra le lenzuola una rivincita sul femminile vissuto come strapotente, inglobante e quindi da punire e umiliare. La cosa che piú mi sconcerta é l'entusiasmo maschile un pó deprimente perché il maschio in questo libro viene descritto come un bambino arrabbiato che fa il broncio e i pugni, ma é piccolo piccolo ai piedi della Grande Madre. Libro che puó entusiasmare il maschio-bambino non certo il maschio-uomo. Infatti nel sottotitolo Fini ha bisogno di scindere la femmina dalla donna dimostrando che puó confrontarsi solo con la prima. Va da sé che per le donne-femmine é un libro indigesto ma che fa riflettere. Purtroppo. PS: anche l'amico ( psicoanalista) che ha scritto la post-fazione non é d'accordo con lui e si chiama fuori dalla sessualitá umiliante proposta da Fini.

  • User Icon

    Roberta

    03/11/2013 08:05:13

    I maschi entusiasti che danno cinque stelle ricordano anche questo passaggio: "Infatti la donna, che procrea, è dalla parte della vita, ma l'uomo, fuco sterile, è animato da un oscuro istinto di morte e soffre di un acuto, anche se inconfessabile, 'inferiority complex' nei confronti della femmina («l'invidia del pene» è un sottoprodotto culturale, una sciocchezza freudiana). L'uomo si è inventato tutto il resto, l'arte, la letteratura, la scienza, il diritto, il gioco e il gioco di tutti i giochi, la guerra, per coprire in qualche modo questo vuoto, per sopperire alla sua impotenza procreativa.". Per i maschi che vivono la propria sessualitá ( predatoria) come un indennizzo al loro complesso di inferioritá sono serviti. Per le donne che amano uomini che non hanno paura della donna, possono farne sicuramente a meno.

  • User Icon

    Davide

    21/10/2012 14:07:04

    Interessanti opinioni in merito, di un intellettuale del nostro tempo.

  • User Icon

    Emilio

    31/07/2011 11:42:32

    Ancora una volta, Massimo Fini ha fatto centro. Con il suo stile provocatorio, ricco di paradossi, mette il dito nella piaga dell'eterno e conflittuale rapporto uomo-donna. Imperdibile, gustoso, il testo abbonda di spunti di riflessione ed è assolutamente antifemminista. E' un'opera che gli uomini italiani dovrebbero leggere attentamente (e il fatto che non lo abbiano mai fatto è sotto gli occhi di tutti). Anzi, dovrebbe essere una lettura obbligatoria per i maschietti nella fase adolescenziale.

  • User Icon

    Andrea

    01/08/2008 14:40:13

    Come sempre, intelligente. Interessante anche per la varietaà dei concetti... e sembra pure che l'autore abbia un'esperienza vera e non millantata..

  • User Icon

    Lallo

    11/07/2005 20:15:29

    Da consigliare a tutte le femmine e scosigliare alle donne. Azzaccatissimo e divertente ( il pezzo sulla Loren è un gioiello).

  • User Icon

    alessandro

    23/01/2005 00:39:16

    anche in questo libro non delude. Semplicemente uno dei migliori autori italiani (ops, visto il personaggio forse questa è già una forzatura nazionalista). Molto lucido, profondo e anche molto divertente.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Massimo Fini Cover

    Massimo Fini, scrittore e giornalista, vive a Milano. E' autore di Il Conformista (Marsilio, 2008), e di due fortunate biografie storiche: Nerone. Duemila anni di calunnie (1993), Catilina. Ritratto di un uomo in rivolta (Mondadori, 1996). Per Marsilio ha pubblicato Dizionario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina (2000), Nietzsche. L'apolide dell'esistenza (2003), la trilogia di saggi storico-filosofici La Ragione aveva Torto? (1985, 2005), Elogio della guerra (1989, 2003), Il vizio oscuro dell'Occidente. Manifesto dell'Antimodernità (2002 e 2004), Sudditi. Manifesto contro la democrazia (2004), Il Ribelle. Dalla A alla Z (2006) e Ragazzo. Storia di una vecchiaia (2008), La modernità di un antimoderno (2016).Inoltre Fini è stato, a teatro, Cyrano. Contro... Approfondisci
Note legali