Un dollaro d'onore (2 DVD). Collector's Edition

Rio Bravo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Rio Bravo
Regia: Howard Hawks
Paese: Stati Uniti
Anno: 1959
Supporto: DVD
Numero dischi: 2

22° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Western

Salvato in 23 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 10,99 €)

Una cittadina è sconvolta dalle scorrerie di una banda di uomini senza scrupoli. Uno di questi, dopo aver commesso un omicidio è arrestato dallo sceriffo. Di fronte alla ferma intenzione della banda di farlo evadere, lo sceriffo non può che affidarsi alla collaborazione di un ubriacone, di un vecchio malandato e di un ragazzo che vuole vendicare il proprio principale ucciso dalla banda.
4,4
di 5
Totale 5
5
4
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Dora

    08/07/2019 13:53:50

    Grande film western con bravissimi attori, da non perdere.

  • User Icon

    Kristian d'Arc

    19/10/2018 08:59:22

    Un capolavoro del suo genere, che meriterebbe cinque stelle anche solo per la memorabile figura burbero-materna del vecchio sciancato “Stumpy”.

  • User Icon

    ziogiafo

    10/11/2017 14:52:56

    ziogiafo - Un dollaro d’onore, USA, 1959 - 1^ parte - I classici film di “cowboys”, sono nati senza dubbio da quella cinematografia americana dell’epoca, che ha avuto la fortuna di mettere insieme la genialità di pionieri della regia di questo “genere”, maestri del calibro di Howard Hawks, John Ford, Anthony Mann… con la straordinaria arte interpretativa di eccezionali attori come John Wayne, Gary Cooper, James Stewart, Richard Widmark, Henry Fonda… dando luogo ad una moltitudine di capolavori indimenticabili. Non a caso il famoso critico francese André Bazin definì il “western” come «il cinema americano per eccellenza». Una delle figure mitiche del western di tutti i tempi è sicuramente John Wayne, un attore straordinario che in “Un dollaro d’onore” veste i panni del coraggioso sceriffo John Chance, alle prese con la classica banda di fuorilegge che semina terrore nella città da lui governata. Già dalle prime inquadrature possiamo apprezzare la raffinata regia di Hawks che, con una lunga sequenza priva di parole, ci conduce gradualmente all’interno di un saloon e quindi della storia che sta per iniziare… ci porta lentamente al centro della scena madre, catturando definitivamente la nostra attenzione. …/continua nella 2^ parte.

  • User Icon

    ziogiafo

    10/11/2017 14:50:58

    ziogiafo - Un dollaro d’onore, USA, 1959 - 2^ parte - Lo sceriffo ben presto dovrà intervenire per proteggere e dare dignità ad un malandato ubriacone (Dean Martin), che rimane vittima della derisione del malvagio Burdette (John Russell). Dopo una prima fase di colluttazione, in cui lo stesso sceriffo paradossalmente viene tramortito da un colpo di bastone, ad opera dell’ubriacone (Dude), - che aveva appena difeso - si apre uno scenario di inizio battaglia che vedrà da un lato il “mucchio selvaggio…” capitanato dallo spietato Nathan Burdette e dall’altro il coraggioso sceriffo, solo con i suoi pochi mezzi a disposizione per la difesa della città. Dude (Dean Martin) però, ben presto si ravvede, schierandosi con lo sceriffo insieme ad un altro giovane pistolero, un vecchio e un’affascinante ragazza che costituiranno tutto “l’esercito…” di cui lo sceriffo disporrà per fronteggiare la furiosa banda di malviventi. “Un dollaro d’onore” è uno di quei film più rappresentativi del genere Western “prima maniera”, dove si dava ancora molta importanza alla morale ed al messaggio positivo che queste spettacolari rappresentazioni potevano trasmettere. Un capolavoro del genere… Cordialmente, ziogiafo.

  • User Icon

    Michele Bettini

    08/04/2017 06:40:23

    Tutto facile per i nostri, che sono anche sleali, al punto che ci si dispiace per la sorte di quegli altri, che muoiono come mosche. Ottime fotografia e colonna sonora. Sergio Leone ne trarrà ispirazione per confezionare i suoi ingiusti successi. Dean Martin come al solito inadatto al ruolo. Non si fanno prigionieri, non ci sono feriti, non si seppelliscono i morti, proprio all'americana, come nella loro realtà.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: A & R Productions, 2016
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 141 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 2.0 - mono);Tedesco (Dolby Digital 2.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,77:1
  • Area2
  • Contenuti: foto; manifesto originale; trailers; dietro le quinte (making of); note di produzione
  • John Wayne Cover

    "Nome d'arte di Marion Michael Morrison. Attore statunitense. Icona assoluta del western classico e protagonista ricorrente del cinema bellico dalla filmografia sterminata (oltre duecento titoli), personifica solidità morale, lealtà, patriottismo ed energico spirito d'azione: sintesi archetipica dei valori americani tra conflitto mondiale e guerra fredda. Promessa sportiva della University of Southern California, l'aitante «Duke», come era soprannominato, si mantiene facendo l'attrezzista alla Fox. È J. Ford, con cui stringe amicizia, a offrirgli le prime fugaci apparizioni (La casa del boia, 1928) e proporlo quale protagonista per Il grande sentiero (1929), epopea dell'Ovest di R. Walsh. Mutato il nome in J.W. affronta il western di serie B per Warner Bros e Monogram con ritmo alacre (dieci... Approfondisci
  • Dean Martin Cover

    Nome d'arte di Dino Paul Crocetti, attore e cantante statunitense. Pugile, croupier, cantante confidenziale, si rende noto grazie all'amicizia e collaborazione con J. Lewis, con il quale debutta nel 1946 in un locale del New Jersey formando il duo comico americano che accompagna quasi dieci anni di storia degli Stati Uniti. Il cinema li vede insieme in più di sedici film, a partire da La mia amica Irma (1949) di G. Marshall, fino a Hollywood o morte! (1956) di F. Tashlin. Purtroppo la coppia artistica è costretta sciogliersi alla fine degli anni '50 a causa di un conflitto di personalità e M. lascia temporaneamente il grande schermo per dedicarsi alla canzone, portando alla ribalta successi sempre verdi come «That's Amore» e «Everybody Loves Somebody Sometimes». Nonostante la fama di grande... Approfondisci
Note legali