Categorie

Agatha Christie

Traduttore: G. M. Griffini
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 189 p.
  • EAN: 9788804510116

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    mauro

    09/12/2013 20.31.46

    è un buon libro ma il finale è troppo poco fantasioso e privo di originalità rispetto ad altri romanzi della Christie.

  • User Icon

    PAOLO

    09/10/2012 18.14.11

    Buon intreccio narrativo condotto al solito molto bene da madame Christie nel pieno rispetto del giallo classico anche se con una certa attenzione alla psicologia dei protagonisti.Lo svolgimento e la conclusione dell'intreccio non appaiono mai scontati e l'insieme e' sicuramente apprezzabile.

  • User Icon

    awareinferior

    29/04/2007 11.27.39

    "La domatrice" è sicuramente uno dei romanzi in cui Agatha Christie si è più divertita a selezionare il colpevole. Vuoi per non deludere un pubblico ormai affezionato al suo stile, vuoi per un eccesso di (in)sano buonismo che accompagna quasi tutta la sua opera omnia (salvo poche eccezioni) e la porta, solitamente, a un finale oserei dire "fiabesco". Questo forzare a tutti i costi la storia, e la trascuratezza con cui passa su alcuni dettagli che, se approfonditi, conferirebbero maggiore verosimiglianza alla storia (vedi finale), sono gli unici difetti del romanzo. Per il resto, i personaggi sono ben caratterizzati, la figura della vittima resa superbamente nella sua "malignità patetica", e la suspense impeccabile nelle pagine precedenti l'intervallo fra primo e secondo atto e la conclusione. Un Poirot in formissima ci dà anche stavolta una lezione memorabile di detection (benché lui la chiami "conversazione") e conferma ancora una volta le sue doti. C'è chi ha detto che la Christie "bara" in questo romanzo. Non è vero. Come dice Ida Omboni, autrice della prefazione di "Trappola per topi" (anche se ne sconsiglierei la lettura, dato che rivela il nome di parecchi assassini delle storie "christiane") Dame Agatha è solo "La regina della riserva mentale". Una volta che la soluzione è sotto i nostri occhi, il lettore si accorge di quanto è stato cieco: gli indizi erano sotto i suoi occhi! E lo stesso discorso si potrebbe ripetere per romanzi come "Il Natale di Poirot" e "Assassinio sull'Orient Express", quelli definiti tra i più "scorretti" dell'autrice. In "Corpi al sole", addirittura, la Christie scopre le carte prima del tempo! Insomma, un'opera da non sottovalutare. Due cose, soprattutto, si ricordano: la citazione con cui il romanzo si conclude, e questa frase di Poirot: "In genere, sapete, la gente finisce sempre per dire la verità. Perché è più facile, perché impegna meno la loro capacità inventiva. Si può dire una bugia, se ne possono dire due, tre... perfino quattro, ma non si può mentire sempre."

  • User Icon

    Pamela

    21/04/2006 11.51.35

    Penso che la Christie abbia scritto di meglio...Mi sembra molto schematico, quasi diviso in atti teatrali e poco reale...Come altre volte succede con questa autrice, "bara" sul finale e non dà la possibilità al lettore di avere i suoi stessi indizi a disposizione per scoprire l'assassino...Voto medio.

  • User Icon

    fulvia

    29/03/2006 15.59.05

    Questo libro si legge tutto d'un fiato: impossibile staccarsi! Si sente la passione archeologica della Christie che lo scrive quando ormai è la signora Mallowan, moglie di un archeologo. Scoprirete il fascino e l'esotismo di un mondo perduto, non solo quello di Petra, ma anche quello dei personaggi che incontrerete in questo libro, affascinanti ognuno per una propria caratteristica! Leggetelo, non ve ne pentirete!

  • User Icon

    Paola

    10/09/2005 09.22.56

    Anch' io come scritto da qualcuno prima di me, reputo questo libro uno dei migliori, l'ho letto in volata e il finale mi è piaciuto... Poirot impareggiabile!

  • User Icon

    angelo

    27/07/2005 18.58.34

    La domatrice è sicuramente uno dei libri più appassionanti di Agatha Christie che si legge tutto d'un fiato (io l'ho letto in meno di due giorni).Lo consiglio vivamente a chi non lo avesse ancora letto.

  • User Icon

    fulvia

    02/03/2005 11.50.05

    Bellissimo, classico della grande Agatha... Da leggere, assolutamente. Insospettabile finale.

  • User Icon

    eddy02

    27/04/2004 21.06.37

    sicuramente bello e dalla soluzione finale quasi impossible, non al livello di ASSASSINIO SUL NILO

  • User Icon

    Nicola Vendramin

    21/04/2003 14.15.46

    Che dire...come al solito lei è superba... Caso raro e mai successo con altri suoi libri, avevo indovinato l'assassino che è.... Hi Hi!! Comunque nessuno piange la morte della domatrice, è stata per tutti una liberazione. Leggetelo

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione