Categorie

Vitaliano Brancati

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: XVII-133 p. , Brossura
  • EAN: 9788804568285

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio74

    26/09/2014 09.09.04

    Bel romanzo ambientato a Catania all'inizio del secondo dopoguerra e che mette in evidenza la pigrizia dei giovani della borghesia siciliana dell'epoca.Anche il protagonista Giovanni Percolla non fa eccezione e,anche se la sua vita ad un certo punto cambia e si trasferisce a Milano,gli basta tornare a casa per una visita per risprofondare nelle vecchie abitudini.Non do il massimo voto solo perche'qualche volta ho avuto difficolta' a seguire il discorso a causa delle innumerevoli virgole presenti nel periodo che mi obbligavano a risalire al soggetto iniziale dimenticato.Ciao a tutti e al prossimo

  • User Icon

    geffina

    05/11/2011 17.24.15

    Il romanzo è ambientato a Catania nel 1939. Protagonista Giovanni Percolla, un giovane scapolo che vive le sue giornate nella totale pigrizia: passeggiate con gli amici, riposino pomeridiano, pranzi succulenti preparati dalle tre sorelle con le quali vive e dalle quali è coccolato e viziato. E poi ci sono le donne, più nella fantasia che nella realtà, perché, come scrive Brancati,"I discorsi sulle donne davano un maggior piacere che le donne stesse". All'età di trentasei anni, quindi, Giovanni non ha esperienze amorose e per non perdere di credibilità comincia, aiutato dagli amici bulli e superficiali, a frequentare "escort", per usare un termine attuale. Ma non sfugge alla legge della natura: s'innamora di Ninetta, una ragazza timida ma dai modi accattivanti. Resta affascinato da questa ragazza continentale al punto che la sposa e va a vivere con lei a Milano. Qui la sua vita cambia: niente pennichella, né pasti abbondanti ma una vita attiva, un'attività lavorativa a pieno ritmo che rendono Giovanni più dinamico e dal fisico asciutto. Ma basta un suo ritorno in Sicilia perché le vecchie abitudini si impossessino di lui. Riscopre il piacere della siesta dopo un pasto abbondante preparato dalle sorelle, gli odori di casa della sua giovinezza e?la tanto amata pigrizia. Un libro ironico, spiritoso, uno stile scorrevole, ricco di metafore che conferiscono al libro una tale carica espressiva da rendere palpabile il concetto di "gallismo" presente in tutti i libri di Brancati.

Scrivi una recensione