Traduttore: R. Cravero
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2008
Pagine: 392 p., Brossura
  • EAN: 9788830424890
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 13,20

€ 17,60

Risparmi € 4,40 (25%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 9,50

€ 17,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Raffaello

    10/10/2016 12:05:04

    Un libro molto ambizioso che nella forma narrativa del giallo tocca vari temi e lascia indicazioni per eventuali approfondimenti. L'impressione che si ha è che questo buon libro sia penalizzato per eccesso, da una sovrabbondanza di elementi narrativi e spunti sia culturali, sia storici, sia di cronaca che se ridimensionati avrebbero reso più snella la lettura. La narrazione si svolge su due piani temporali diversi. In quello principale ambientato negli anni novanta, un uomo e una donna si incontrano in biblioteca dove entrambi, per motivi diversi, svolgono ricerche sul periodo della Francia di Napoleone III. Nel secondo livello temporale siamo proprio nella Francia di quel periodo e tutto ruota attorno ad un misterioso infanticidio. Il collegamento tra i due eventi temporali sarà disvelato alla fine. Ambedue i racconti sono coinvolgenti e la curiosità di capire come si evolveranno le vicende spinge il lettore ad andare avanti, nonostante il piombo di pagine francamente inutili, come l'insistenza pedante nella descrizione del periodo storico che non è di nessuna utilità all'economia del romanzo. Paiono forzature anche altri suggerimenti, come la poesia di Cummings, un cui passo serve a dare il titolo al libro. Il racconto ha l'ulteriore velleità di rappresentare una storia d'amore e qui non convince molto, mentre è apprezzabile il ricordarci uno scandalo nella sanità francese che forse in molti abbiamo dimenticato.

  • User Icon

    Dunda

    15/07/2011 10:08:41

    Sorprendente. Forse non è un capolavoro, ma è molto coivolgente. Assolutamente interessante nella ricostruzione storica. Interessante anche il finale. Da leggere e consigliare!

  • User Icon

    Celeste

    27/08/2009 16:27:10

    Leggere questo libro è' stata un pò una delusione e un pò una scoperta. Inizio molto lento, quasi noioso. L'autore ha cercato di creare un giallo storico, e non sempre ci è riuscito, perchè in alcune parti mancava la suspense che ti fa rimane incollato al libro. Verso la fine si riprende molto, e dicamo che ha una conclusione della storia molto bella.

  • User Icon

    erika

    23/05/2009 10:12:11

    Ho terminato 2 minuti fa di leggere questo romanzo, a me è piaciuto molto, mi ha appassionato, mi ha preso. Sicuramente la ricostruzione storica è la parte meglio riuscita, nel complesso, però, rimane un romanzo di piacevole e facile lettura.

  • User Icon

    antonella

    29/09/2008 18:25:25

    Assolutamente noioso e inconcludente non ti lascia nulla neanche nel finale ,che vorrebbe essere a sorpresa.

  • User Icon

    angela

    12/09/2008 17:47:01

    A me il libro è piaciuto e mi sento di consigliarlo. La capacità di chiudere con un finale sorprendente in un libro riesce sempre a farmelo gustare molto e mai avrei ipotizzato questo.

  • User Icon

    Ale

    12/09/2008 10:44:42

    Mi stupisce trovare una stroncatura su un libro che io invece ho trovato davvero bello, appassionante e anche ben scritto. Sicuramente più interessante la parte "storica", ma anche quella contemporanea si lascia leggere e risulta ben legata al finale e allo sviluppo della storia. Lo consiglio vivamente a chi ha apprezzato le atmosfere de "L'ombra del vento".

  • User Icon

    Silvia

    29/07/2008 16:35:36

    Architetto bellone incontra a Parigi miseriosa bellona, l'unica cosa abbastanza interessante e il romanzo storico dentro il romanzo, ma è scritto (o tradotto?) talmente male che la lettura è un vero supplizio e i due personaggi sono davvero insopportabilmente finti.

  • User Icon

    Oscura

    29/07/2008 15:36:38

    Commovente. Veramente al termine del libro mi sono venute le lacrime agli occhi perchè il finale è di una tenerezza incredibile. La storia contemporanea inizialmente mi aveva un po' innervosito per il comportamento della protagonista, ma è un meccanismo perfetto che ha tutte le sue spiegazioni e riallaccia ogni filo in fondo. La narrazione dell'inchiesta condotta durante la fase iniziale dell'Esposizione Universale a proposito dell'infanticidio riesce a rendere in tutto la povertà e la tragedia dei reietti della periferia parigina. Di questo autore avevo già apprezzato molto "Un enigma color porpora, mentre "Il libro che cambiò il mondo" mi aveva abbastanza annoiato. Questa opera invece è proprio da applauso!!!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione