€ 3,07

€ 8,78

Risparmi € 5,71 (65%)

Venduto e spedito da IBS

3 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 


scheda di Chiarloni, A., L'Indice 1988, n. 7

Anni '90, un giorno di maggio in una scuola bavarese. Scatta l'allarme atomico: un incidente al reattore nucleare di Grafenrheinfeld determina un disastro immane. Con l'immediatezza di una narratrice di razza la Pausewang - amata dai giovani lettori per la sua scrittura visiva, di forte impianto pittorico - racconta l'odissea di Janna-Berta e del fratellino Uli, in fuga in bicicletta dalla zona radioattiva. Lo sguardo non si sofferma sulle immagini della catastrofe quanto piuttosto sulle reazioni della gente. Alla fragilità e alla limpidezza morale dei piccoli protagonisti - e degli sparuti gruppi di "verdi" - si contrappone la corazzata ipocrisia degli adulti. L'emergenza diventa perciò anche cartina di tornasole per evidenziare vizi e difetti di una società miope e ingorda, che nemmeno di fronte alla catastrofe e disposta a riflettere. E che semmai è pronta a riciclare il copione della rimozione collettiva ignorando, come nel '45, le proprie responsabilità. Libro che si legge tutto d'un fiato, per grandi e piccoli, nonni e nipoti.