Dossier Italia. A che punto è il «Contratto con gli italiani» - Luca Ricolfi - copertina

Dossier Italia. A che punto è il «Contratto con gli italiani»

Luca Ricolfi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Mulino
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 24 febbraio 2005
Pagine: 177 p., Brossura
  • EAN: 9788815104762
LIBRO USATO € 5,94

€ 5,94

€ 11,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Chi cerca di farsi un'idea su quello che è successo in Italia in questi ultimi anni si trova di fronte a un eccesso di dati, cifre e tabelle elaborate da esperti autorevoli, ma che spesso forniscono risposte anche diametralmente opposte alle più elementari domande. E così il cittadino che legge i giornali continua a chiedersi: l'Italia è in declino o è l'area dell'euro nel suo complesso a non reggere la concorrenza internazionale? L'inflazione effettiva è quella dell'Istat o quella percepita dai cittadini? L'impoverimento dei ceti medi è una realtà o un mito inventato dai giornali? È vero che i ricchi sono diventati più ricchi e i poveri più poveri? E soprattutto: a che punto è il "Contratto con gli italiani"?
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    gianantonio

    10/11/2005 19:42:28

    sicuramente interessante. ma non è ben chiaro fin dove si insinua l'orientamento politico che tenta maldestramnte di occultare. ancor più nei tre cioccolatini finali. comunque un testo valido

  • User Icon

    Franco Amigoni

    03/03/2005 09:05:43

    Contenuti 4 stelle, idea 6 stelle. Media voto 5. L'idea è molto buona: sfrondare gli ultimi 15 anni da tutta la propaganda, e vedere cosa rimane (se rimane qualcosa). Quello che rimane è descritto con discreto brio, e fornisce molti strumenti di riflessione non poco sorprendenti in un libello di 150 pagine "nette" che si legge in due sere. Invoglia a parlare di debito pubblico e di politiche economiche con maggior cognizione di causa e a guardare trasmissioni come 8 e mezzo e ballarò (comunque fra le migliori che ci offre la tv di stato, insieme a Gad Lerner, TG europa della domenica mattina e le analisi sul media televisione del sabato mattina) con qualche arma in più per non farsi travolgere dalle chiacchiere. Cosa volete di più per 11 euro?

  • Luca Ricolfi Cover

    Luca Ricolfi (Torino, 1950), sociologo, insegna Analisi dei dati presso l’Università di Torino. Ha fondato l’Osservatorio del Nord Ovest e la rivista di analisi elettorale Polena. Fra i suoi ultimi libri: Illusioni italiche (2010), Il sacco del Nord (2012), La sfida. Come destra e sinistra possono governare l’Italia (2013), L’enigma della crescita (2014), Sinistra e popolo (2017) e La societa` signorile di massa (2019). Ha curato l’ultimo «Rapporto sul cambiamento sociale» dell’Osservatorio del Nord Ovest: Ostaggi dello Stato. Le origini politiche del declino e dell’insicurezza (Guerini 2008). Approfondisci
Note legali