Salvato in 9 liste dei desideri
disponibile in 4 gg lavorativi disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Dove non ho mai abitato (DVD)
9,99 €
;
DVD
Dettagli Mostra info
Dove non ho mai abitato (DVD) Venditore: Vecosell + 3,90 € Spese di spedizione Solo 1 prodotto disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Vecosell
9,99 € + 3,90 € Spedizione
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
KONKE
11,54 € + 4,99 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
ModenaCinema
6,75 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
ibs
9,99 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Vecosell
9,99 € + 3,90 € Spedizione
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
KONKE
11,54 € + 4,99 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
9,99 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ModenaCinema
6,75 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
12,99 €
Chiudi
Dove non ho mai abitato (DVD) di Paolo Franchi - DVD
Dove non ho mai abitato (DVD) di Paolo Franchi - DVD - 2
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Francesca, cinquant'anni, è l'unica figlia di Manfredi, un famoso architetto che da quando è vedovo abita a Torino e che lei va a trovare solo in rare occasioni. Francesca da molti anni vive a Parigi con la figlia ormai adolescente e con il marito Benoît, un finanziere sulla sessantina dal carattere introverso ma molto protettivo e paterno con lei.

Dopo essere stato vittima di un infortunio domestico, Manfredi, per avere per un po' di tempo la figlia al suo fianco a Torino, le chiederà di fare le sue veci nel progetto di una villa su un lago per una giovane coppia di innamorati. Francesca si ritroverà così a collaborare con il 'delfino' del padre, Massimo, un uomo sulla cinquantina che ha basato tutta la sua vita sulla sua carriera di architetto, tanto che il legame con la sua compagna, Sandra (Isabella Briganti), prevede che entrambi mantengano i propri spazi di autonomia e indipendenza. Dopo un primo approccio difficile, tra Massimo e Francesca piano piano nasce una grande sintonia professionale e un sentimento che li porterà, forse per la prima volta, a confrontarsi veramente con se stessi e i loro più autentici destini...
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
DVD
8032807073460

Informazioni aggiuntive

01 Distribution, 2018
Eagle Pictures
94 min
Italiano (Dolby Digital 5.1)
Italiano per non udenti; Inglese
16:9 1.78:1 Wide Screen
PAL Area 2
Trailer cinematografico - Galleria fotografica - A proposito di Dove non ho mai abitato

Voce della critica

La fotografia di un'empasse borghese, nel solco di Antonioni e di Visconti

Trama

Massimo è il delfino e il "figlio putativo" di Manfredi, celebre architetto della Torino bene. Francesca è la vera figlia del luminare, anche lei architetto di talento: ma con grande disappunto del padre la donna ha deciso di abbandonare la professione e trasferirsi in Francia con un marito che, secondo Manfredi, non vale un centesimo di quello che vale lei. Quando Francesca torna a Torino per fare visita al padre, Manfredi le affida l'incarico di portare a termine la ristrutturazione di una magnifica villa alle porte della città, affiancando Massimo nell'impresa.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Paolo Franchi

1949, Roma

Giornalista e commentatore politico italiano, ha lavorato nelle redazioni di «Rinascita», «Paese Sera» e «Panorama». Nel 1986 arriva al «Corriere della Sera», dove rimane per vent'anni, prima come inviato, poi come capo dei servizi politici, poi capo dell'ufficio romano e, infine, come editorialista. Ha pubblicato numerosi saggi. Per Rizzoli ha scritto insieme a Emanuele Macaluso Da cosa non nasce cosa, una conversazione con la sinistra italiana. Per Laterza ha realizzato un libro-intervista con Marco Follini, Intervista sui moderati. Dal giugno del 2006 al marzo 2008 ha diretto «Il Riformista».

Fabrizio Gifuni

1966, Roma

Attore italiano. Già in La bruttina stagionata (1996) di A. Di Francisca si mette in luce con un divertente personaggio di scioperato figlio di papà. Versatile e intenso, rende con ampia gamma di tonalità espressive la figura dell’innamorato insicuro e indeciso protagonista di Un amore (1999) di G.M. Tavarelli. Ma il volto irregolare, naturalmente predisposto al sorriso malinconico, e la fisionomia dinoccolata lo rendono molto adatto a interpretare personaggi nevrotici, in conflitto con il mondo circostante, come il portavalori che cerca di evadere dal grigiore quotidiano con un colpo miliardario in Qui non è il paradiso (2000), ancora di Tavarelli, e lo scrittore consumato dalle sue ossessioni di L’inverno (2002) di N. Di Majo. In Sole negli occhi (2001) di A. Porporati interpreta un figlio...

Giulio Brogi

1935, Verona

Attore italiano. Votato a una classica impostazione teatrale, a volte un po’ troppo seriosa, recita con tutti i grandi del teatro italiano e in molti sceneggiati televisivi. Sul grande schermo dà il meglio di sé con i fratelli Taviani in I sovversivi (1967), Sotto il segno dello scorpione (1969), San Michele aveva un gallo (1973) e Il prato (1979). Tra gli altri, lavora anche con L. Cavani in Galileo (1968), B. Bertolucci in Strategia del ragno (1970) e M. Bellocchio in Il gabbiano (1977). Più rare le sue apparizioni più recenti, da Il portaborse (1991) di D. Luchetti fino a La lingua del santo (2000) di C. Mazzacurati e a Niente è come sembra (2007) di F. Battiato.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore