Un dramma borghese - Guido Morselli - copertina

Un dramma borghese

Guido Morselli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Edizione: 3
Anno edizione: 1992
In commercio dal: 22 giugno 1992
Pagine: 294 p.
  • EAN: 9788845909122
Salvato in 59 liste dei desideri

€ 22,80

€ 24,00
(-5%)

Punti Premium: 23

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Un dramma borghese

Guido Morselli

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Un dramma borghese

Guido Morselli

€ 24,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Un dramma borghese

Guido Morselli

€ 24,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 24,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Fabio

    11/05/2020 13:50:23

    Il lettore attento che incontri Morselli non mancherà di meravigliarsi al cospetto delle anse e degli arrovellamenti psichici dell'autore e dei suoi personaggi. Le ombre che guizzano traverso il sentiero della lettura fan venire in mente Walser, Bernhard e prima ancora le ossessioni di Lenz e di Büchner. Quelli che non lo compresero, rifiutandogli ostinamente la pubblicazione, distavano da lui un immaginario intero. Tra le righe del romanzo, a pagina 240, un passaggio mi reca alla memoria Ozu, お早よう, "Buon giorno", la delicatissima scena conclusiva del film, per chi l'ha vista: "Non le prometto la mia vita, oggi. E non per il fatto che ho diciott'anni ma perché quella cosa che lei sa, cresce adagio. Ci vuole molto tempo, e che due aspettino ogni giorno alla stessa fermata dell'autobus, o sentano la stessa musica della radio o guardino in su allo stesso cielo, per sapere se pioverà".

  • User Icon

    Cristiano Cant

    08/07/2014 21:11:14

    Lungo mirabile flusso narrativo nel ventre di un rapporto padre figlia oscuro, complesso, forse impossibile. Troppo contemplativo lui, con i radicati egoismi,le indolenze e le abitudini ormai adorate di un io estraneo che apre pochissimo e non vuol più scoprire, troppo per una ragazza di meno di vent'anni che gli si avventa addosso con le smanie e i calori di un'orfana assetata di mondo dopo anni ed anni di silenzio e di nessun incontro tra i due. Romanzo di tentazione tuttavia, quando nella trama intonsa che i due devono iniziare a comporre si affaccia Teresa, l'amica di lei, con aperte seduzioni e richieste amorose a lui che stringono i lacci e le storture delle convenzioni borghesi nell'importante e complicato dislivello d'età. Romanzo di possesso ai limiti dell'incesto quando mani e carezze e calori fra Mimmina e il padre si intrecciano nel loro linguaggio, disegnando i limiti del nuovo come una possibilità persino di dirompente scoperta carnale. Il finale aperto, nonostante il dramma, lascia respiro alla speranza e al pericolo, a un inventario di errori su cui mai si smette di tornare, al disagio degli egoismi, al tempo che sommerge ogni logica anche semplice. Morselli mastodontico, un romanzo di nature spaccate e digressioni splendide, preziosissime, da ricopiare su un taccuino.

  • User Icon

    Mabel M.G.M

    30/01/2010 15:04:19

    Un libro che ho letto appena uscito,molti anni fa,che mi aveva certamente impressionato forse più che altro per la vicenda che adombra un incesto e per l'atmosfera che avevo, allora, trovato angosciosa e soffocante.L'ho ripreso in mano giorni fa e lo ho letteralmente divorato. Sono rimasta affascinata dalla sapienza costruttiva, dallo scavo psicologico, scarnificante e impietoso,dalla rappresentazione di una personalità forse abulica ma al contempo consapevole, duttile seppure debole,del padre assolutamente ignaro del suo ruolo, in contrapposizione a quella della figlia che, nonostante la pesantezza e l'ambiguità del sentimento che la tiene invischiata come in una rete, senza speranza, forte di questo amore sbagliato lo asseconda sino alle estreme conseguenze. Trovo Morselli, di cui non conoscevo la tragica fine, uno scrittore di gran razza, profondo, colto,curatissimo nello stile(ahimè, quanto lontano dalle sciattonerie che si leggono oggi...), abilissimo nel creare atmosfere rarefatte, avvolte metaforicamente nella nebbia dell'ineluttabile ma anche in quella reale del cupo paesaggio lacustre. Un vero clima da tragedia greca.

  • User Icon

    piero f.

    27/08/2007 11:28:20

    «Un dramma borghese» è un romanzo grave, pesante. Quasi ogni pagina pesa, comunica, illumina, non solo racconta: ha una densità narrativa eccezionale. È un romanzo che ti incide l'anima e ti smembra la psiche: è una dissezione della mente, acuta e universale, che non si preoccupa a tutti i costi di fuggire luoghi comuni o di cercare nuove strade. Racconta i meccanismi dell'uomo senza la presunzione del dogma, con l'attenzione al caso umano particolare, che altro non è che l'universale. È un'analisi di uomini: complessa, non semplice e ostica, procura una fatica, necessaria, nella lettura; e ti lascia esausto, ma consapevole di aver fatto non una lettura, solamente, ma un'esperienza di vita “reale”. Ed è un libro sensuale e morboso: il sesso e la fisicità ci galleggiano discreti ma penetranti, senza ostentazione di manie e ossessioni, pulsioni e desideri, seppur presenti: i corpi e le loro “colpe” immorali sono fosforescenti e sfumati, ma possenti, come nella conclusione del romanzo, in cui la nebbia - che ne è il filo conduttore, prima materiale, poi mentale - avvolge il protagonista, che vi si perde fino a essere preso per mano da un qualcuno che, banalmente, il mestiere della “vita” - esistenza - l'ha, forse, appreso; oppure che non l'ha appreso, ma non ne è consapevole. Interessante l'approccio polemico alla psicoanalisi; e - anche qua una “profezia” - la riflessione sul fallimento del metodo educativo che avrebbe poi invaso il mondo dopo il '68: quello del genitore/amico (sarà superfluo notare che il libro è stato scritto prima del '68: curioso, per cui, caso di “profezia alla seconda potenza”). L'unico autore, per me, paragonabile al miglior Dostoevskij.

  • User Icon

    Camel

    29/08/2005 14:11:02

    Svizzera, fine anni '50. Lui, il narratore: un giornalista di mezz'età, corrispondente in Germania per conto di un importante quotidiano milanese, vedovo con amante senza passione; accomodante con sé e con gli altri, persegue con caparbietà l'obiettivo di una vita pacifica e al riparo da ogni scossone. Lei: la figlia diciottenne, cresciuta in collegio dopo la morte della madre; ingenua, impulsiva, sentimentale fino all'eccesso. I due, che negli ultimi dieci anni non si sono visti che per qualche ora, si trovano rinchiusi nella duplex di un albergo per convalescenti dove, di colpo, devono imparare a conoscersi. Ma se il padre non ha troppi problemi a inglobare e neutralizzare questa novità della sua vita, la ragazza invece si lascia travolgere dalle emozioni di un affetto più sponsale che filiale. Il menage regge, seppur fra continue concessioni che il padre - pur sempre più preoccupato - fa per quieto vivere, finché l'arrivo di una spregiudicata compagna di scuola della ragazza fa scoppiare quel dramma borghese che dà titolo al romanzo. Lo stile di Morselli è tornito, a tratti desueto, ma mai stucchevole. L'analisi dei personaggi è delicata, rispettosa, eppure terribilmente precisa, profonda. 350 pagine che si svolgono praticamente tutte in una stanza con due soli personaggi, ma che si leggono con passione, con l'angoscia di chi vede un dramma costruirsi sotto i propri occhi senza poter far niente per evitarlo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Guido Morselli Cover

    (Bologna 1912 - Varese 1973) narratore italiano. Condusse una vita schiva e ritirata, per lo più in una villa a Gavirate, presso Varese. I suoi romanzi furono tutti respinti dai vari editori a cui vennero via via presentati e i continui rifiuti indussero M. al suicidio. Solo dopo la morte cominciarono a essere pubblicate le sue opere, tutte improntate a una grande perizia stilistica e a un’originale costruzione d’intrecci. Situazioni di fantapolitica o di fantastoria sono il pretesto per far emergere la paradossalità delle vicende umane: Roma senza papa (1974) racconta la perdita d’identità di una chiesa tesa al rinnovamento; Contro-passato prossimo (1975) ipotizza una diversa conclusione della prima guerra mondiale; Divertimento 1889 (1975) è la nostalgica rievocazione della fin-de-siècle... Approfondisci
Note legali