Dramma nelle terrefonde - Harry Turtledove - copertina

Dramma nelle terrefonde

Harry Turtledove

Scrivi una recensione
Traduttore: V. Viviani
Editore: Delos Books
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 1 luglio 2005
Pagine: X-156 p., Brossura
  • EAN: 9788889096253
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,50

€ 10,00
(-5%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nella Terra alternativa immaginata da Harry Turtledove, il Mediterraneo è divenuto un mare interno che nel corso dei millenni si è prosciugato per evaporazione. Al suo posto si è creata una enorme depressione la cui profondità raggiunge diversi chilometri sotto il livello del mare. La depressione, chiamata Terrefonde, è una terra brulla e inospitale trasformata in Parco ecologico, dove poche e particolari specie vegetali e animali sono riuscite ad adattarsi. Il protagonista del libro, il biologo ranger del parco, si trova coinvolto suo malgrado in un complotto ordito dalla confinante nazione del Morgaf...
2
di 5
Totale 4
5
0
4
0
3
1
2
2
1
1
  • User Icon

    Michele Rocchetta

    18/07/2006 09:46:13

    DI HT ho letto di molto meglio. Questa è un'opera un po' datata e che mostra, forse, il peggior vizio dell'autore: stereotipare troppo i personaggi.

  • User Icon

    marco

    20/05/2006 00:57:09

    non entusiasmante per chi apprezza turtledove "storico alterativo", qui la deviazione della storia reale ( il prosciugamento del mediterraneo) non serve per speculare su come sarebbe cambiata la storia che conosciamo , ma per descrivere avventure in un ambiente geografico e sociale alieno, francamente sembra più un romanzo di Vance

  • User Icon

    Domenico M.

    30/04/2006 15:11:29

    Un libro non certo superlativo, ma sicuramente appagante e adatto per qualche ora di sana avventura. Più che l'impianto narrativo, colpisce la varietà delle razze presentate, sia umanoidi che non umanoidi, con i loro usi e costumi, detti e proverbi. Sembra un romanzo-documentario, molto affascinante scenograficamente parlando, ma privo di una storia originale, o almeno sufficientemente complessa da interessare il lettore casuale. Ricorda a tratti la narrativa pulp di avventura fine a se stessa che impazzava negli anni 60 su riviste americane come "Adventure" o "Other worlds". Godibilissime le descrizioni dei personaggi così come molto divertenti i commenti dell'autore sul protagonista e i suoi comprimari. In fin dei conti un buon libro, scritto bene, ben narrato, ma purtroppo troppo incentrato sulla bellezza coreografica di personaggi e ambienti, piuttosto che sulla trama che poteva essere, magari con un impianto da romanzo lungo, molto più coinvolgente.

  • User Icon

    chiara171

    10/01/2006 09:44:24

    Superficiale, stereotipato, piatto e noioso. Decisamente deludente, visto il gran parlare che si fa di questo autore...

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali