Categorie

Roberto Tessari

Editore: Laterza
Edizione: 12
Anno edizione: 2005
Pagine: 230 p.
  • EAN: 9788842041689

scheda di Taviani, F., L'Indice 1993, n. 7
(scheda pubblicata per l'edizione del 1993)

Lo studio dello spazio letterario del teatro non ha fatto gran passi avanti da quando Silvio d'Amico nel 1939-40 pubblicò i quattro volumi della "Storia del teatro drammatico", poi riproposti in compendio innumerevoli volte e fino a oggi continuamente adottati in accademie e università (le ultime edizioni, in 2 voll., sono dell'ed. Bulzoni). Tessari ha dunque buone ragioni - assumendosi il compito di ripercorrere in non più di 200 pagine le vicende della drammaturgia occidentale dal V secolo a.C. fino alla rivoluzione francese - se non tenta di rinnovare gli schemi manualistici e fiancheggia invece i capitoli di d'Amico con commenti aggiornati, cercando di immettere vino nuovo nelle vecchie botti. Parla poco dei testi e dei loro autori, e molto invece dei profili culturali delle differenti epoche teatrali, di tendenze e d'atteggiamenti drammaturgici generali, non potendo fare a meno d'immaginarsi un lettore che già conosca a sufficienza la vasta letteratura di riferimento. Soprattutto nei paragrafi dedicati all'antico teatro greco o in quelli su "splendori e buchi neri dell'illuminismo" ribollono sotto la superficie scolastica accenni e intuizioni critiche innovative. Costretta dall'esiguità estrema dello spazio a scegliere fra genericità e concisione specialistica, la loquela è quasi sempre giustificatamente difficile.