Drive

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 2011
Supporto: DVD
Salvato in 34 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 7,99 €)

Driver ha più di un lavoro: è un esperto meccanico, fa lo stuntman e accompagna rapinatori sul luogo del delitto garantendo loro una fuga a tempo di record. Conosce e si innamora di Irene, una vicina di casa, e si prende cura di suo figlio Benicio. Irene però è sposata e quando il marito, Standard, esce dal carcere la situazione precipita. Standard è indebitato con dei criminali che minacciano lui e la sua famiglia. Driver, per proteggere Irene e Benicio, decide di fare da autista a Standard per il colpo finale che dovrebbe sistemare la situazione, ma gli eventi prendono una piega inaspettata...
3,94
di 5
Totale 16
5
6
4
7
3
1
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    boffese

    16/05/2020 11:34:25

    Nicolas Winding Refn , giovane regista danese, si conferma un cineasta moderno , irrazionale e audace, e grazie a drive , fa si' che il bellissimo e onirico Bronson, non rimanga una chimera nella sua filmografia. Bravissimo , soprattutto a non cadere nella trappola americana del filone dei Fast and Furious; e' vero ci sono inseguimenti pirotecnici e violenza , ma il tutto e' girato con maestria da grande cinema d'autore. Refn ci regala uno splendido noir , con omaggi cinematografici del cinema americano losangelino anni 80, una pellicola alla Scorsese o alla Michael Mann, ma rimanendo sempre nel suo stile danish. Una regia spietata , giustamente premiata a cannes, che riesce ad incollarti "alla poltrona di guida ", grazie ad una tecnica quasi da videogioco , capace di farti sentire il vero driver della chevrolet impala . Intensi primi piani , che raccolgono tanta tensione e solitudine . La sceneggiatura tratta dal romanzo omonimo di James Sallis e' scarna, taciturna ed essenziale come il suo personaggio principale. riesce nel difficile compito di raffreddare l'azione , di oscurare la violenza nella prima parte del film. Fanno da cornice una splendida colonna sonora di Cliff Martinez, che spazia dall'elettronica anni 80 a pezzi pop come nightcall di Kavinsky o oh my love di Ortolani ;  la fotografia di Newton Thomas Sigel capace di catturare tutto l'universo luminoso della notturna Los Angeles. Il resto tutto gira intorno ad uno splendido Ryan Gosling ,antieroe , taciturno e senza nome , che ci regala momenti di talento di puro espressionismo , misto ad attimi di squilibrata violenza pulp. Drive , e' una storia gia' vista , ma che grazie alla premiata ditta Refn-Gosling diventera' un cult. Voto : 8+

  • User Icon

    Marcello

    15/05/2020 11:12:49

    Ryan Gosling è una persona poco loquace, che data la sua abilità nel guidare, presta questo servizio per alcune bande con lo scopo di fare rapine. Nella sua vita, per caso, entra una ragazza, già madre, con il marito in carcere dalla quale sembra attratto. A poco a poco, si aprirà e tenterà di aiutare queste persone mettendo sempre di più in gioco la sua vita. Buon film.

  • User Icon

    Marco

    12/05/2020 21:26:30

    "Drive" uno dei miei film preferiti, un noir incentrato sul tema del doppio, che racconta di un protagonista (un fantastico Ryan Gosling) "l'innominato", stuntman di giorno, autista di criminali di notte, ai quali concede cinque minuti di impeccabile fuga ad alta velocità seminando la polizia. Un duro dal cuore tenero però, che rispetta il codice dell'amicizia, convinto in ciò che crede, ma spietato se necessario, che vive tra il giorno e la notte. Si innamora, forse per la prima volta nella sua vita; nel suo palazzo vive Irene, il cui marito è in carcere e lei vive con il figlio Benicio. Irene fa breccia nel suo cuore, ma proprio nel momento in cui la relazione tra i due sembra decollare, esce da galera il marito di lei. Da qui, partirà un viaggio tra la malavita di Los Angeles, senza più ritorno a ciò che era. Personaggio molto profondo l'Innominato, adulto ma bambino (va d'accordo con il piccolo figlio di Irene, detesta parlare con gli adulti), pacifico ma, allo stesso tempo, capace di violenza estrema (brandisce un martello come fosse l'Oldboy di Park Chan-wook). Decide di entrare in una storia molto pericolosa, per vendicare i pochi affetti a lui più cari o, comunque, indifesi. Esplorare il mondo nascosto del romantico protagonista è un'esperienza che coinvolge, è uno degli aspetti più interessanti del film, secondo me il più riuscito di Nicolas Vinding Refn (premio miglior regista al Festival di Cannes 2011). Impeccabile Ryan Gosling, nel ruolo del protagonista, fantastica Carey Muligan, nei panni di Irene. Altro grandissimo apprezzamento merita la colonna sonora, tra tutti spiccano i pezzi "Nightcall" di Kavinsky e, soprattutto, l'ipnotica "Under your spell" di Desire (Chromatics), da ascoltare mentre si guida, proprio come in "Drive".

  • User Icon

    Marco

    12/05/2020 21:25:03

    "Drive" è uno dei miei film preferiti, un noir incentrato sul tema del doppio, che racconta di un protagonista (un fantastico Ryan Gosling) "l'innominato", stuntman di giorno, autista di criminali di notte, ai quali concede cinque minuti di impeccabile fuga ad alta velocità seminando la polizia. Un duro dal cuore tenero però, che rispetta il codice dell'amicizia, convinto in ciò che crede, ma spietato se necessario, che vive tra il giorno e la notte. Si innamora, forse per la prima volta nella sua vita; nel suo palazzo vive Irene, il cui marito è in carcere e lei vive con il figlio Benicio. Irene fa breccia nel suo cuore, ma proprio nel momento in cui la relazione tra i due sembra decollare, esce da galera il marito di lei. Da qui, partirà un viaggio tra la malavita di Los Angeles, senza più ritorno a ciò che era. Personaggio molto profondo l'Innominato, adulto ma bambino (va d'accordo con il piccolo figlio di Irene, detesta parlare con gli adulti), pacifico ma, allo stesso tempo, capace di violenza estrema (brandisce un martello come fosse l'Oldboy di Park Chan-wook). Decide di entrare in una storia molto pericolosa, per vendicare i pochi affetti a lui più cari o, comunque, indifesi. Esplorare il mondo nascosto del romantico protagonista è un'esperienza che coinvolge, è uno degli aspetti più interessanti del film, secondo me il più riuscito di Nicolas Vinding Refn (premio miglior regista al Festival di Cannes 2011). Impeccabile Ryan Gosling, nel ruolo del protagonista, fantastica Carey Muligan, nei panni di Irene. Altro grandissimo apprezzamento merita la colonna sonora, tra tutti spiccano i pezzi "Nightcall" di Kavinsky e, soprattutto, l'ipnotica "Under your spell" di Desire (Chromatics), da ascoltare mentre si guida, proprio come in "Drive".

  • User Icon

    Raffaele

    24/09/2019 19:12:12

    Performance monocromatica, ma volutamente così, di Ryan Gosling. Encomiabile la colonna sonora, innovativa e piacevolissima, molto varia; piacevolissima l'atmosfera anni '80, rétro e rarefatta. Una goduria, soprattutto per gli occhi, ma non lascia molto allo spettatore.

  • User Icon

    Francesco

    09/03/2019 17:49:48

    Con questo film, Ryan Gosling ha spiccato il volo verso la notorietà, ed è un film che nonostante la tematica non sia tra le mie preferite, mi è piaciuto. Ryan Gosling interpreta la parte del pilota, il protagonista della storia, di cui non conosciamo il nome. Quest'ultimo, grazie alle sue capacità alla guida, fa il palo a pagamento per dei rapinatori, riuscendo sempre a seminare la polizia. Oltre a questo, fa anche il meccanico. Vive in un palazzo dove conosce una giovane donna, interpretata da una bravissima Carey Mulligan che vive da sola con il suo bambino, in quanto il marito è in carcere. L'affinità tra i due aumenta giorno dopo giorno, ma il pilota deve fare i conti con la mafia, che inizierà a stargli alle costole. Di più non posso dirvi per non svelare troppo, però posso senz'altro consigliarvelo, le prove dei due attori protagonisti, pur essendo un film con pochi dialoghi,ma basato molto sulle espressioni e sugli sguardi, sono ottime.

  • User Icon

    Gianluca

    13/11/2018 07:15:50

    Bel film,ottime le musiche e le scene di azione,consigliato!

  • User Icon

    Fabio

    24/10/2013 00:42:19

    ho scoperto questo R.Gosling propio con questo film.storia metropolitana che parte molto tranquilla,ma poi "accellera"a paletta e nn puoi credere dove va a parare.come un a.delon fine anni 70 di una faccia d'angelo come questa nn hai capito niente.da vedere.

  • User Icon

    marcot78

    15/02/2013 12:57:44

    Forse il miglior film della stagione 2011-12, incredibilmente snobbato dall'Academy. R. Gosling è strepitoso nella parte di un giovane stunt senza passato, con il sorriso da angelo e le terrificanti esplosioni di violenza. C. Mulligan solare, ben delineati tutti i personaggi di contorno. Ma la ciliegina sulla torta sono le musiche di Cliff Martinez: ascoltare per credere.

  • User Icon

    dinom

    23/05/2012 22:36:58

    Terribile e coinvolgente. Per scoprire la storia bisogna entrare nella città dall'alto dei grattacieli e vivere la strada, scintillante senza persone e presidiata dai gusci delle automobili.Il protagonista, suo malgrado, si ritrova nei riflessi, le luci notturne e gli specchi tra la realtà e il pericoloso piacere del male nell'auto che lui guida senza emozioni, ma con la superbia del fuoriclasse.Film talvolta brutale;film di soggettive, primi piani e piani americani,claustrofobico nonostante le molte riprese esterne.La macchina da presa non da' tregua a Gosling e agli attori che lo circondano;si avvicina tanto da svelare corpi,umori e anime.Regia fuori dalle regole,geniale,cruda,mai scontata. Film da amare o da odiare.Vale la pena apprezzarlo fino a rimanerne stupiti.

  • User Icon

    Robertinho

    22/05/2012 14:55:32

    Fin dalla prima, spettacolare scena d'apertura, Winding Refn mette lo spettatore su delle spine che, anche quando cambia bruscamente registro, non lo abbandonano mai. Perché la tensione di Drive è spettacolare e nervosa, romantica ed emotiva: muta di natura, ma mai di intensità. Come l'espressione volutamente imperturbabile di un protagonista cool as ice, interpretato da un Ryan Gosling in grado di comunicare una gamma ampissima di emozioni utilizzando unicamente lo sguardo e - alcune volte - gli angoli della bocca. Silenzioso e glaciale, il kid del film - solitario cavaliere senza nome - attraversa la notte, la città e la vita. E noi lo seguiamo sul sedile del passeggero, ipnotizzati dallo stile e impressionati dai gesti profondi e taglienti come rasoi. Che siano quelli, dolcissimi, rivolti alla donna di cui si è innamorato e al figlioletto di lei; quelli dolenti e dolorisi di quando è costretto a farsi da parte; quelli precisi e millimetricamente calcolati di quando è al volante; quelli di ancestrale e spietata violenza, che esplodono quando il corso degli eventi lo mette all'angolo e lo costringe alla difesa di una vendetta che è protezione dei suoi amori. Drive è romanticismo puro, doloroso, ovattato, ultranoir. Lasciarsi dilaniare dalla sua tensione, ipnotizzare dallo sguardo generoso e selvaggio di Nicolas Winding Refn è pura esperienza cinematografica.

  • User Icon

    Stanley

    09/04/2012 17:31:34

    Film bello e coinvolgente. Personaggi ben caratterizzati e lontani da certi stereotipi manicheistici dove esiste solo il bene o il male, solo il bianco e il nero. La lentezza lamentata da alcuni in certi frammenti del film accentua le inquadrature e le emozioni, non le sminuisce. Nelle inquadrature, ben studiate e realizzate, ho rivisto una certa influenza di David Lynch, che stimo davvero. Da appassionato dico: film consigliato senza ombra di dubbio...merita anche un posto nella propria collezione di film.

  • User Icon

    STEFANO

    16/03/2012 03:03:48

    Non mi è piaciuto, troppo lento e con lunghe pause di silenzio e riflessione, che cercano di essere compensate da azioni splatter e violente un po' messe li cosi' per compensare appunto. il che fa di questo un film un po' strano, sicuramente diverso dal solito.

  • User Icon

    tabacchifc

    07/03/2012 15:27:24

    Un malvivente, uno stunt, un cavaliere, tre vite, una stessa persona. Un uomo silenzioso, solitario, appassionato d'auto e della guida, che vive la sua esistenza fra un lavoro in officina e uno come autista della malavita, fin quando non incontra lei, bellissima e impossibile. E' l'inizio della fine. Un bel film fatto di silenzi, sguardi, sentimenti, ma anche violenza, sangue, inseguimenti. Egregiamente interpretato, senza fronzoli, senza effetti speciali, ma con ritmo, e con una colonna sonora che spacca (sentite "college feat. electric youth - a real hero"). Peccato abbia una fine, perché ne avrei visto volentieri il seguito. Straconsigliato.

  • User Icon

    LUCIANO

    06/03/2012 11:21:22

    FILM MERAVIGLIOSO ED UN RYAN GOSLING DA OSCAR MA NON MI SEMBRA UN FILM PER TUTTI COME INDICA NEL VOSTRO FILE???? ASSOLUTAMENTE NON ADATTO AI BAMBINI POICHE IL FILM E STUPENDO MA VIOLENTISSIMO......

  • User Icon

    Simone

    09/02/2012 11:08:48

    Risulta essere noioso quasi fin dall'inizio, si salva giusto la scena iniziale. Tutti i momenti che dovrebbero essere adrenalinici, vengono ben rallentati quasi come le moviole dei replay dei calciatori che segnano, facendo venire voglia di far dell'altro. Vacci ad aggiungere poi delle fasi tipiche degli splatter che tendono un pò a rompere il ghiaccio, ma in proporzione c'è veramente poco sale rispetto alla valanga di acqua che arriva a bollire in pentola per fare una pasta buona.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente
  • Produzione: IIF Home Video, 2012
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; interviste: intervista Oscar Isaac, Albert Brooks, Bryan Cranston, Carey Mulligan, Christina Hendricks, Nicolas Winding Refn, Ron Perlman, Ryan Gosling; dietro le quinte (making of): gli stunts
Note legali