€ 15,00

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    angelo maria vitale

    05/09/2006 17:57:08

    Qual è il rapporto tra la ragione e la vita? Può la razionalità scientifica comprendere le diverse manifestazioni della vita nel suo fluire? A queste domande cerca di rispondere l’ultimo libro di Elisabetta Barone. L'autrice, oltre ad essere una studiosa di filosofia moderna e contemporanea, interprete e traduttrice di Malebranche, è anche tra gli animatori attuali dei prestigiosi “Colloqui di Eranos”, gli incontri internazionali fondati da Carl Gustav Jung, che ogni anno si tengono ad Ascona, in Svizzera. Questo suo ultimo lavoro ha per tema la descrizione di quei luoghi della vita che sfuggono alle ragioni del sapere tecnico-scientifico. Il vuoto e l’infinito, il caos e la follia, la morte, sono i territori in cui la crisi della ragione si manifesta in modo evidente. Gli scienziati e i filosofi dell’età moderna si sono confrontati con questi problemi senza trovare per nessuno di essi una soluzione univoca. Nella attenta ricostruzione storica i vari tentativi di soluzione vengono accuratamente esplorati. Così la natura non può più essere concepita esclusivamente come il regno di leggi universali e necessarie. Ma anche il mondo dell’affettività e delle passioni sfugge irrimediabilmente ad ogni possibilità di comprensione razionale. In questo senso il libro è un suggestivo percorso attraverso i molti luoghi nei quali la vita sembra “eccedere” la presa della ragione e le pretese della scienza. Affrontare questo tema è tanto più significativo in un’epoca in cui la fiducia nel sapere scientifico sembra essere cieca e dove proprio nella scienza sembra riposto il destino ultimo dell’esistenza umana. Un libro dunque attuale anche se dedicato in parte alla filosofia del ‘600 e che anzi, proprio nel risalire alle fonti della scienza e della metafisica moderna, trova i motivi di quella cieca fiducia nel sapere scientifico che caratterizza la nostra epoca.

Scrivi una recensione