Traduttore: M. Senore
Editore: Giuffrè
Anno edizione: 1995
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: XVI-288 p.
  • EAN: 9788814051623
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 17,18

€ 18,08

Risparmi € 0,90 (5%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:


scheda di Natali, F., L'Indice 1995, n. 9

Fino a che punto là nostra passione per la giustizia e per l'espiazione del male ci consente di considerare la legittima difesa come forma di giusta punizione? Può l'individuo agire al posto dello Stato nell'infliggere la pena ai malfattori? Oppure colui che si difende deve accettare un'intrusione nella propria sfera personale piuttosto che infliggere un costo eccessivo all'aggressore? Bernard Goetz quando sparò, quel pomeriggio di dicembre, in direzione dei quattro ragazzi di colore, rei di avergli insistentemente chiesto cinque dollari, non si preoccupò certo degli effetti devastanti che il suo gesto avrebbe causato. Egli agì, per sua stessa ammissione, con intento omicida: ma se lo scopo dell'agire non è riprovevole, osservano i giurati nel verdetto finale, non vi è 'intention' e quindi neppure responsabilità penale. L'accurata ricostruzione di Fletcher dell'intera storia del processo e le motivazioni etiche e giuridiche che vi sottostanno, esposta con un linguaggio non destinato solo agli specialisti, trova giustificazione e spiegazione nella centralità e nella "visibilità" del dibattimento nel sistema accusatorio statunitense. Eccesso di difesa non è dunque solamente l'avvincente resoconto processuale del caso Goetz, ma costituisce per l'autore il pretesto per analizzare e confrontare il modello processuale nordamericano con i sistemi processuali continentali.