Categorie

Giuseppe Amato

Anno edizione: 2012
Pagine: 176 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788842546764

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Angelo

    04/11/2013 19.12.13

    Ho letto il libro! Lo consiglio vivamente a tutti i tipi di lettori. E' un libro che si legge tutto d'un fiato. Incominci a leggerlo e quasi immediatamente ti trovi già all'ultima pagina. Ho letto su internet che è un libro pluripremiato. Complimenti all'autore, comunque tutto meritato. Bravo Giuseppe AMATO

  • User Icon

    Jessica

    30/05/2013 18.23.07

    Linguaggio immediato e semplice che giunge dritto al cuore. E' importante divulgare esperienze di questo tipo. Solo in questo modo si può permettere alle persone comuni, che non hanno la stessa opportunità, di conoscere realtà drammatiche e lontane dal nostro contesto quotidiano. Un libro che fa riflettere sulla generosità di un piccolo gesto che significa tanto in chi lo riceve e che riempie il cuore di chi la fa. Un invito ad apprezzare la libertà e il benessere che spesso si danno per scontati.

  • User Icon

    paola

    21/01/2013 14.27.38

    Le vicende ti stringono il cuore, ti portano a riflettere su tante cose, le pagine ti appassionano e ti sembra di essere li' a viverle insieme all'autore.

  • User Icon

    Volontario dell'esercito italiano

    30/10/2012 11.40.09

    Conoscere la realtà militare ed in particolar modo quella nell'ambito delle operazioni in campo internazionale è cosa difficile poiché sono veramente poche le testimonianze lasciate dai militari italiani che hanno calpestato il suolo afgano. L'eco dei miei passi a Kabul è una storia, quella del capitano Amato, descritta in maniera minuziosa ma al contempo fluida e scorrevole che spinge il lettore a leggerla tutta d'un fiato. Complimenti Capitano. LN

  • User Icon

    Ernesto

    30/10/2012 09.18.17

    Ho assistito alla presentazione del libro, è stata molto interessante. Oltre all'esposizione di oggetti tipici afghani, alcuni dei quali richiamati anche nel libro, molto interessante è stata anche la proiezione delle fotografie che ti permettono di calarti nell'ambiente/atmosfera afghana. Lo scrittore nel presentare il libro è molto travolgente ed ha una dialettica che non ti permette di distrarti. Ti tiene incollato alla sedia con le orecchie ritte dall'inizio alla fine. A tutto va aggiunto che la lettura del libro completa il quadro. E' un testo che la gente dovrebbe leggere perchè aiuta a capire un sacco di cose e ti da degli utili spunti per riflettere. Complimenti all'autore ed a tutti i ragazzi che quotidianamente rischiano la vita in nome di valori che dovrebbero appartenere ad ognuno di noi. LIBRO da LEGGERE

  • User Icon

    Pasquale

    26/10/2012 18.08.14

    Ho letto il lbro che ho acquistato per caso essendo stato colpito dal titolo. Mi è piaciuto davvero molto. Mi ha fatto provare delle belle sensazioni e mi ha permesso di meditare su temi sui quali non mi ero mai soffermato. E' molto comprensibile grazie anche ad uno stile molto lineare. Secondo me questo testo rappresenta un vero documento di storia contemporanea. Bravi ragazzi tenete sempre alto il nome dell'Italia e grazie Capitano.

  • User Icon

    GL

    06/06/2012 15.22.27

    Ho letto il libro in un paio di sere... lo stile è schietto e la semplicità del narrato ti colpisce e ti coinvolge d'un fiato. Nel leggere gli stati d'animo dell'autore... ho rivisto volti e rivissuto situazioni ed emozioni provate ad Herat, in prima persona, in un breve passaggio nel 2010. Complimenti Capitano continua così!

  • User Icon

    federica

    29/05/2012 19.46.51

    Un libro deve emozionare e farti sentire vivo dentro. Farti commuovere e divertire. Il capitano Giuseppe Amato è riuscito grazie al suo modo semplice e schietto di descrivere personaggi, episodi ed eventi. Bravo! A quando il prossimo libro?

  • User Icon

    Delfina

    26/05/2012 10.15.06

    Ho letto il libro tutto d'un fiato....che dire è finito troppo in fretta,ho voglia di rileggerlo....Sono sicura di catturare tra le righe nuove emozioni... Consiglio di leggerlo, e poi chiederei al Capitano di regalarci nuove emozioni, continuando a scrivere.

  • User Icon

    Morena

    24/05/2012 11.38.03

    Il mio commento lo riassumo in una frase molto concisa e semplice: vorrei che il libro non finisse mai. Capitano continui a scrivere e a farci conoscere delle realtà diverse, non filtrate dai media. Grazie. Morena

  • User Icon

    Piero

    23/05/2012 20.59.24

    Sono il padre di un militare che è stato in Afghanistan. Leggendo il libro del signor capitano Amato mi sembrava di sentire le parole di mio figlio quando ci racconta com'è la vita lì. Il signor capitano è riuscito a scrivere tutto quello che i nostri ragazzi impegnati in missione fanno e vedono. E' riuscito a trasmettere l'amore che i nostri ragazzi impegnati lì hanno per la Patria. Leggetelo e capirete.

  • User Icon

    Stefano

    22/05/2012 14.54.18

    E' un libro che vorresti non finisse mai. Le pagine scorrono veloci una dopo l'altra facendo travare il lettore quasi all'interno delle scene che vengono narrate. Gli episodi sono "mescolati" in modo da alternare sentimenti contrastanti. Lo stile lineare e diretto rendono il libro ancora più avvolgente. E' evidente nelle righe che il capitano è fiero di essere un soldato e di rappresentare l'Italia ovunque. Grazie Capitano!

  • User Icon

    gianfranco

    22/05/2012 13.51.55

    Sono un ragazzo di trent'anni ed erano anni che non leggevo un libro, ma quando ho letto questo, devo dire la verita, sono stato così coinvolto che l'ho letto in poche ore.Divoravo le pagine perchè ero curioso di scoprire la storia successiva. E' evidente tra le righe del libro la passione del giovane capitano e l'orgoglio dell'ufficiale di rappresentare l'Italia in posti meno fortunati dell'Italia. Voglio ringraziare il capitano per l'emozione che mi ha trasmesso e per aver fatto risvegliare in me antichi sentimenti.

  • User Icon

    Giulia

    21/05/2012 20.58.06

    Il libro mi è stato segnalato da un amico. Ho letto alcuni commenti e ne sono rimasta affascinata. L'ho comperato e l'ho letto tutto d'un fiato. Sembra quasi di essere lì, di sentirsi osservatore di una scena che si sta consumando. Ne consiglio la lettura soprattutto ai ragazzi. Lo stile è libero da formalismi e molto scorrevole.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione