El Camino

Artisti: Black Keys
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Nonesuch
Data di pubblicazione: 6 dicembre 2011
  • EAN: 0075597963311
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 20,40

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Disco 1
  • 1 Lonely Boy
  • 2 Dead And Gone
  • 3 Gold On The Ceiling
  • 4 Little Black Submarines
  • 5 Money Maker
  • 6 Run Right Back
  • 7 Sister
  • 8 Hell Of A Season
  • 9 Stop Stop
  • 10 Nova Baby
  • 11 Mind Eraser

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    scarlet nabi

    26/12/2011 19:13:27

    Il duo Auerbach / Carney si trasferisce dai gloriosi studi di Muscle Shoals (noti per mostri sacri come i Rolling Stones) ad una nuova sala d'incisione che la band ha da poco inaugurato a Nashville - Tennessee - nel tentativo di ripetere il successo di Brothers, un disco di solidi riff garage-blues e atmosfere fangose. In questo nuovo capitolo il sound resta personale e inconfondibile, giocando con gli stilemi del genere "revival" reso celebre da un'eletta rosa di band (si pensi le mille reincarnazioni di Jack White o ai Greenhornes), e avvicinandosi al soul profondo e caldo dei cori quasi gospel. El Camino è un vero "percorso" che passa dalla pura adrenalina elettrica del singolo Lonely Boy alla poesia zepelliniana di Little Black Submarines. Il ritmo si mantiene sempre teso, tra giri di chitarra tirati (Dead and Gone, Sister) e il controtempo della batteria (Nova Baby) che sembra voler scuotere il pubblico, o forse disegnare il paesaggio di un ipotetico viaggio. In questo senso la foto di copertina è una dichiarazione d'intenti. Come le semplici scritte su fondo nero di Brothers lasciavano intravedere lo stretto legame con un passato musicale minimale e asciutto, El Camino è rappresentato emblematicamente da un momento di stasi promettente: una vecchia station wagon parcheggiata in una cittadina di periferia, il cemento spaccato della strada ? niente di emozionante. Ma le nuvole rarefatte lasciano intravedere l'azzurro e un'avventura affascinante, avvolgente e allo stesso tempo sfacciatamente aperta verso l'esterno.

Scrivi una recensione