Categorie

Donna R. Gabaccia

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2003
Pagine: 312 p.
  • EAN: 9788806163846

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Canalini

    12/03/2005 01.53.04

    I protagonisti di questo libro sono gli italiani che hanno fatto la storia della nostra penisola fuori dai confini nazionali, in giro per il mondo, prima e dopo le battaglie risorgimentali che portarono all’unificazione; sono i mercanti che resero famose le città-stato italiane del Due-Trecento, gli artisti che diffusero presso le corti europee gli ideali rinascimentali, gli uomini che esportarono la loro forza-lavoro dopo il proclama proletario di Marx. Sono comprimari, personaggi ai margini delle principali vicende italiane, ma al contempo figure che operarono all’interno del palcoscenico internazionale del commercio, dell’arte, della politica, dell’economia e del lavoro. L’emigrazione diviene il punto di vista principale, la lente di ingrandimento con cui vengono osservate queste storie di singoli uomini e di collettività che fecero del transnazionalismo una ragione di vita. La Gabaccia, basandosi sulle biografie di Franco Andreucci e Tommaso Detti sui lavoratori italiani e sul Dizionario degli italiani all’estero di Ugo Imperatori, ha avuto il merito di evidenziare con un’ottica comparatistica la nascita e al tempo stesso la mancanza di una vera diaspora italiana; e il risultato di questo ossimoro storico è dato dalla caratterizzazione dei diversi esodi di emigranti nel corso dei secoli, attraverso i quali si sono formate quelle identità molteplici e composite di uomini e donne ora nelle Americhe, ora in Australia, ora in Europa, e anche nell’Italia stessa. I figli e gli eredi di quegli emigranti sono i testimoni di questo pluralismo storico e culturale, in cui ha avuto più peso l’attaccamento ad un paese d’origine che una qualunque fedeltà nazionale, l’amore per una singola regione che la fede tenace in un movimento politico: sono le diverse facce della civilizzazione italiana, lungo il corso dei secoli e attraverso gli itinerari tracciati dai nostri padri e nonni, dai loro desideri, dai loro sacrifici e dalle speranze per una vita migliore.

Scrivi una recensione