Emulazioni pericolose, L'influenza della finzione sulla vita reale

Luca Mastrantonio

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 8 maggio 2018
Pagine: 200 p., Brossura
  • EAN: 9788806213343
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Noi siamo fatti della stessa sostanza delle storie che ci appassionano.

Mescolando finzione e realtà, fantasia e cronaca, stimolano desideri materiali, spirituali, vocazioni professionali, pulsioni sessuali, criminali. Suscitano emozioni, modificano la morale, facilitano azioni che la mente ha vissuto riproducendole come un simulatore. Oggi la fiction è una religione, lo storytelling un'ideologia politica e comunicativa, la viralità il valore della società delle Reti: influenzare gli altri, lasciarsi contagiare. Un'overdose. I fan piú fanatici sono assetati di finzione e affamati di realtà: imitare soddisfa il bisogno di senso e autenticità. Questo libro è un'enciclopedia portatile degli effetti emulativi di narrazioni moderne, dal romanzo I dolori del giovane Werther al videogioco Call of Duty , e delle teorie che ne spiegano i meccanismi. Serve un senso di responsabilità diffuso verso le storie che produciamo e condividiamo, e le loro conseguenze, per vivere liberamente sotto la loro influenza.

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 9,18

€ 17,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 
Introduzione. Fanatici per le finzioni

I. L'effetto Werther: i suicidi emulativi, dalla stampa al web
Il libro di Goethe: da romanzo a patologia - Non sbattete Marilyn in prima pagina - Così tv e cinema fanno i cattivi maestri - Il romanticidio di Kurt Cobain, l'addio social a Robin Williams - Balene blu e foreste verdi: le trappole della rete - Il cappio e l'altalena nel giardino delle vergini

II. Libri e realtà: zero gradi di separazione
Vite d'inchiostro, Harry Potter è sepolto in Medio Oriente - Il tallio di Agatha Christie, un veleno salvavita - Holden ha ucciso Lennon, ma è innocente - L'autocensura di Stephen King: il libro-molotov - Leggere Into the Wild in Alaska: rinascere o morire - Si chiama Atticus e farà l'avvocato

III. L'influenza dei film e della musica sulla vita reale
Bevi Black Pony, comprati un Husky: desideri di celluloide - Il mea culpa di Anthony Burgess su Arancia meccanica - Finti assassini nati: John Grisham contro Oliver Stone - La vita è un Fight Club meraviglioso - Il corpo docente dell'Attimo fuggente - Cinquanta sfumature di Pasolini: eros e pornografia - Canzoni: la musica come pretesto

IV. L'effetto delle fiction sulla gente
Sete di finzione, fame di realtà: serialità bulimica - Da grande farò il medico o il poliziotto (Dottor House e CSI) - Da grande voglio fare il boss (Gomorra) - Da grande voglio fare lo spacciatore (Breaking Bad) - Da grande voglio fare il serial killer (Dexter) - Da grande voglio fare il torturatore del Ctu (24)

V. La violenza nei videogiochi: simul-azioni
Il «fuoco amico» degli sparatutto - Disimpegno morale (o catarsi videoludica?) - Giocare a Doom a Columbine - Ladri, assassini e puttanieri (Grand Theft Auto) - Terrore e propaganda: da Breivik all'Isis (Call of Duty)

Conclusione. Per un senso nuovo di responsabilità diffusa

bibliografia essenziale