Artisti: Emel
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 2
Etichetta: Partisan
Data di pubblicazione: 19 gennaio 2018
  • EAN: 0720841213314
Disponibile anche in altri formati:

€ 23,50

Venduto e spedito da IBS

24 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
Descrizione

Edizione in Vinile.
Partisan Records pubblica anche in Italia Ensen , il secondo album dell’artista tunisina Emel Mathlouthi La fama di Emel è esplosa con “Kelmti Horra (My World Is Free)”, brano diventato inno della Primavera Araba, che le è valso il riconoscimento come “voce della rivoluzione Tunisina” e un invito a cantare alla cerimonia di consegna del premio Nobel per la Pace nel 2015. La sua musica potente e piena di emozione mescola sonorità elettroniche e trame musicali tipicamente tunisine ad un universo più cinematografico.
Unendo la sfera politica a quella personale, Emel esprime i sentimenti di molte altre persone. “Per me è importante riuscire a dare voce a chi non può parlare. Specialmente per chi viene da luoghi di repressione oppure ignorati, il semplice atto di dire ‘Hey, sono qui’ è importante – l’arte della presenza e insistenza”.
Per il suo secondo album Ensen, Emel mescola i suoi suoni acustici ed elettronici in uno stile ancora più unico, citando Ben Frost, Samaris e James Blake come influenze. Con diversi produttori, tra cui Valgeir Sigurðsson (Sigur Ros, Feist) e la sua storica collaboratrice franco-tunisina Amine Metani, Emel ha registrato questo lavoro in sette diversi paesi sparsi in due continenti. “Abbiamo registrato le parti acustiche usando molte percussioni nordafricane. Poi abbiamo iniziato a creare la nostra libreria di beat con percussioni ed effetti fatti in casa. Non abbiamo mai sentito nulla suonare in questo modo”. “Ensen Dhaif (Helpless Human)”, la title-track, si distingue per l’utilizzo di gubri (un particolare liuto tunisino, usato nella musica Gnawa), zukra (flauto tunisino), bendirs (batteria nordafricana) ed una batteria potente.
La musica di Emel ha motivato molti ad esprimersi e lei stessa ha combattuto duramente per poter essere un punto di forza per le donne di tutto il mondo. “Tutti danno per scontato che dietro ad un’artista donna ci sia un uomo a dirigerla” dice Emel “È incredibile l’attitudine machista che ho dovuto affrontare per fare questo album. Spero che le persone vedano in Ensen un promemoria del fatto che le donne creano ogni giorno ed un testamento della forza che ne deriva.”
Le performance di Emel sono un’esperienza unica, grazie alla sua impressionante espressività e all’ampia estensione vocale. “Non mi esibisco mai due volte nello stesso modo. Sono più una perfomer che un’artista da studio; nei miei live le canzoni vivono una seconda vita. Mi sento molto libera con la mia voce. I miei musicisti si adattano a qualsiasi direzione io voglia prendere”.

Disco 1
  • 1 Instant
  • 2 Ensen Dhaif
  • 3 Layem
  • 4 Kaddesh
  • 5 Lost
  • 6 Thamlaton
  • 7 Princess Melancholy
  • 8 Sallem
  • 9 Khayef
  • 10 Shkun Ena
  • 11 Fi Kolli Yawmen