€ 6,59

€ 7,75

Risparmi € 1,16 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Chi può sapere come Leonardo Sciascia sceglieva le sue epigrafi? Se dall'epigrafe veniva l'idea, o l'epigrafe seguiva il romanzo a condensarne il concetto. Se esiste un filo nascosto che lega le epigrafi tra loro, come tracciando un messaggio sui messaggi che sono i suoi libri. O se Sciascia semplicemente cedeva alla sostanza magica della libera frase fluttuante solitaria. Soltanto la percezione del lettore che ama Sciascia può immaginarlo a suo piacere. Destinatari dell'epigrafe, «di questo prezioso testo fuori testo, - scrive Vincenzo Consolo nella Prefazione a questo volume - siamo noi. Destinatario è, nel caso di cui vogliamo qui discorrere, Pino Di Silvestro, lettore privilegiato per l'appassionata, straordinaria capacità ch'egli possiede di percorrere il "testo" sciasciano, di riassumerlo e assumerlo nell'epigrafe, di stendere su di esso una sua ulteriore epigrafe, un suo visivo paratesto che è il corpo dei disegni, delle chine: il testo vale a dire di questo suo libro. Che è quanto di più sciasciano si possa fare, per ammirazione e per immedesimazione, per scrittura, per stile».