Epopea gardenese. Esperienza di vita e lavoro di un insegnante a Ortisei in terra ladina

Claudio Gualandri

Editore: C&P Adver Effigi
Collana: Narrazioni
Anno edizione: 2014
Pagine: 104 p., Brossura
  • EAN: 9788864333991
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sevi Nadia

    26/07/2014 09:14:16

    Il racconto è agile e scorrevole, l'autore ha saputo raccontare in modo preciso e coinvolgente le sue prime esperienze di vita e di lavoro in Val Gardena. Mi è piaciuto perché mi ha ricordato i miei primi anni di insegnamento e quindi l'entusiasmo e le ansie educative tipiche di questo lavoro. Ho trovato, infine, emozionante e particolare il ricordo della strage di Bologna che si intreccia nella storia personale dell'autore.

  • User Icon

    Antonella Capitaneo

    02/05/2014 18:51:51

    Chiunque sia stato improvvisamente trapiantato dalla propria realtà ad un'altra ben differente, tanto in senso geografico, quanto in quello sociale, ha dovuto confrontarsi con grosse difficoltà di integrazione. Il libro di Claudio Gualandri pur trattando una vicenda personale, può essere apprezzato anche in senso più generale. La storia del protagonista si intreccia poi drammaticamente con quella della strage di Bologna del 2 agosto 1980, che,seppur sfiorandolo,lo ha profondamente segnato, così come, anche questa volta in senso generale, ha segnato le coscienze di milioni di italiani. E' un libro che consiglio per la scorrevolezza e per l'interessante argomento.

  • User Icon

    ombretta mariani

    15/04/2014 15:43:28

    Il libro, di piacevole lettura grazie ad uno stile agile e fluido, ripercorre il periodo trascorso da un insegnante genovese in val Gardena. Emergono così, tramite ricordi personali e cronache quasi giornalistiche, i caratteri peculiari di quel mondo, con i suoi affascinanti paesaggi ma anche con le difficoltà di inserimento per "gli italiani".Il tutto è presentato, a trent'anni di distanza dall'esperienza vissuta, con leggerezza e profondità, con rimpianto ed ironia.

Scrivi una recensione