Categorie

Alan Greenspan

Traduttore: D. Fasic, A. Mazza, C. Volpi
Collana: Saggi
Anno edizione: 2007
Pagine: XII-587 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788820043902

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabrizio

    22/01/2010 10.38.02

    Son rimasto piuttosto deluso da questo libro. La parte biografica è molto noiosa e piatta, meglio invece la seconda parte di "analisi economica di medio-lungo termine". I concetti esposti sono piuttosto condivisibili ma, letti nel 2009, sembrano incredibilmente "vecchi" e "sbagliati". Son laureato in Economia e Greenspan è stato fino a qualche anno fa una sorta di mito, di guru... Poi è scoppiata la bolla dei subprime e il sistema finanziario americano ha "craccato". Molti danno la colpa alla Fed e a chi l'ha guidata per circa 2 decenni, ovvero Greenspan. Un uomo che in tv spingeva gli americani a indebitarsi a tasso variabile, quando lui invece stipulava mutui a tasso fisso... In conclusione, un libro sicuramente dedicato agli appassionati di Economia ma soprattutto, francamente, a chi ha 20 euro da buttare...

  • User Icon

    osvaldo

    25/06/2008 17.59.55

    Solita sfilza di ovvietà. Credo che da l'uomo che ha tenuto ostinatamente bassi i tassi alimentando oltre misura la bolla immobiliare, madre e padre dei mutui subprime, che così generosamente distribuiti o esportati nel mondo (sulla scia di lewis, cocacola e altre americanate) stanno mettendo in ginocchio l'economia planetaria, ci sia gran poco da imparare. Comunque non sono da sottovalutare le catastrofiche previsioni che ogni tanto fa nei convegni mondiali di economia, perché sono state innescate dal suo operato, per cui se non lo sa lui quanto fosco sarà il nostro futuro, non lo sa nessuno.

  • User Icon

    Damiano

    17/01/2008 17.26.34

    Libro molto interessante, percorso qua e là da sprazzi di ironia sorniona. Richiede un certo impegno e una conoscenza discreta delle nozioni di economia. Purtroppo è rovinato da una traduzione modestissima. Tra le varie perle: "transfrontaliero" invece che internazionale, "termini del commercio" al posto di "ragioni di scambio", e una inqualificabile "serendipità" invece che "involontarietà".

  • User Icon

    massimo

    02/01/2008 18.42.31

    Un libro davvero molto interessante, pieno di spunti personali su molti dei problemi economici più importanti del nostro tempo. Da consigliare soprattutto agli studenti dei primi anni delle facoltà di economia: si potranno rendere conto che ciò che studiano aiuta a capire il mondo reale.

  • User Icon

    Alce67

    07/11/2007 15.23.52

    Due motivi per leggere questo libro: 1/Nella sua prima parte il libro fa un resoconto della vita di questa figura di primo piano dell'economia americana. Una carrelata di svariati decenni di storia visti dalla posizione privilegiata di chi è stato collaboratore di ben 7 presidenti degli Stati Uniti e Direttore della FED per 20 anni. 2/La seconda parte è un vero e proprio trattato di economia. L'obiettivo è quello di identificare gli elementi chiave per un sano sviluppo di lungo periodo e di svelare i possibili andamenti macro-economici dei prossimi 20 /30 anni. Greespan ha una visione fortemente liberista che può essere condivisa o meno. Le sue argomentazioni sono comunque a mio parere molto convicenti (non potrebbe essere altrimenti, vista l'autorità di chi le esprime). Il libro è scritto in modo relativamente semplice, ma si tratta pur sempre di argomenti economici, non sempre immediati (e dire che l'economia l'ho pure studiata). L'autore tocca molti argomenti; se posso fare un appunto direi che ne tocca troppi e troppo velocemente. Ma alcuni passaggi sono veramente interessantissimi. Lo consiglio vivamente per chi vuole capire qualcosa di più dell'economia e non solo...

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione