Gli eredi della terra

Ildefonso Falcones

Editore: TEA
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
Pagine: 905 p., Brossura
  • EAN: 9788850249398
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Dopo La cattedrale del mare, il racconto di Barcellona continua. Un nuovo, grande thriller storico di Ildefonso Falcones: un fiume inarrestabile di emozioni e avventure.

«Un grande best seller, un romanzo grandioso come una cattedrale.» - El PaÍs

«Campione del romanzo storico, La cattedrale del mare, il suo libro d'esordio pubblicato nel 2006, ha appassionato milioni di lettori d'ogni continente. Ora, la sua Barcellona a cavallo tra XIV e XV secolo torna a fluire tra le pagine del nuovo romanzo» - Edoardo Vigna, Sette - Corriere della Sera

Barcellona, 1387. Arnau Estanyol, dopo le mille traversie che hanno segnato la sua vita e la costruzione della grandiosa Cattedrale del Mare, è ormai uno dei più stimati notabili di Barcellona. Giunto in città ancora in fasce e stretto tra le braccia del padre, un misero bracciante, nessuno sa meglio di lui quanto Barcellona possa essere dura e ingiusta con gli umili. Tanto che oggi è amministratore del Piatto dei Poveri, un'istituzione benefica della Cattedrale del Mare che offre sostegno ai più bisognosi mediante le rendite di vigneti, palazzi, botteghe e tributi, ma anche grazie alle elemosine che lo stesso Arnau si incarica di raccogliere per le strade. Sembra però che la città pretenda da lui il sacrificio estremo. Ed è proprio dalla chiesa tanto cara ad Arnau a giungere il segnale d'allarme. Le campane di Santa Maria del Mar risuonano in tutto il quartiere della Ribera: rintocchi a lutto, che annunciano la morte di re Pietro... Ad ascoltare quei suoni con particolare attenzione c'è un ragazzino di soli dodici anni. Si chiama Hugo Llor, è figlio di un uomo che ha perso la vita in mare, e ha trovato lavoro nei cantieri navali grazie al generoso interessamento di Arnau. Ma i suoi sogni di diventare un maestro d'ascia e costruire le splendide navi che per ora guarda soltanto dalla spiaggia si infrangono contro una realtà spietata. Tornano in città i Puig, storici nemici di Arnau: finalmente hanno l'occasione di mettere in atto una vendetta che covano da anni, tanto sanguinosa quanto ignobile...

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 15,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Teresa

    13/10/2018 10:37:33

    Sicuramente non all altezza degli altri. Troppo lungo, troppi nomi di re, strade.... particolari che, a mio modestissimo parere, riempiono inutilmente pagine e pagine del libro facendoti perdere anche il filo. Comunque scritto bene, ma non coinvolgente come gli altri.. per me LA CATTEDRALE DEL MARE rimane il top

  • User Icon

    Caterina

    20/09/2018 16:41:23

    I libri di Falcones sono bellissimi,amo il suo modo di raccontare le storie ambientate nel medioevo, mi sono , fin dalle prime pagine, lasciata coinvolgere nelle storie dei personaggi...che dire...magnifico...per me un capolavoro. Bravissimo

  • User Icon

    Paola

    20/09/2018 09:01:46

    Rispetto agli altri romanzi questo mi è piaciuto meno. Forse fin troppo particolareggiato e spesso la narrazione lenta annoia la lettura. Mi aspettavo qualcosa di più.

  • User Icon

    Barbazuk

    06/02/2018 15:23:28

    Se la capacità di inventare(lunghe) storie e di ambientarle in un Medioevo credibile è una innegabile prerogativa di Falcones, non si può certo dire che la fluidità nella scrittura e la ricchezza dei dialoghi sia un altro dei suoi pregi. Mi sono annoiata per quasi tutte le 900 pagine che costituiscono questo romanzo. Una nota a margine : autori cari, piantatela di inserire qua e là descrizioni di scene di sesso che nulla aggiungono alla trama,quasi a voler solleticare immotivatamente un inutile voyerismo. Noi lettori siamo più scafati di quanto pensiate.

  • User Icon

    GIAMBA

    02/01/2018 10:51:08

    Una telenovela del medioevo: intreccio di eventi e di personaggi spesso improponibile. Privo di colpi di scena e di ritmo narrativo piuttosto blando. Assolutamente sotto le aspettative.

  • User Icon

    carammatu

    06/12/2017 10:33:58

    Caro Domenico, non so cosa abbiano corretto i correttori, comunque vedi che un papa giovanni xxiii nel quattrocento c'è stato veramente. Si tratta di Baldassare Cossa ( 1410 - 1417 ) eletto nel cosi detto conciliabolo di Pisa e successivamente, per questioni politiche, dichiarato antipapa e quindi cancellato dalle liste ufficiali dei successori di Pietro.

  • User Icon

    Domenico FIORANO

    03/10/2017 14:50:25

    Libro splendido che vorrei non finisse mai. L'unico appunto.......Giovanni XXIII era Angelo Roncalli, nato il 25 Novembre 1881, quindi difficilmente poteva essere il protagonista di dispute nel 1400. A volte i troppi dettagli fanno scrivere stupidate. Complimenti ai correttori.

  • User Icon

    Lorenzo

    27/09/2017 09:27:17

    Sara' anche il modo scorrevole e chiaro di scrivere di Falcones, ma dopo le prime pagine il romanzo mi ha coinvolto subito, e ogni volta che riprendo la lettura vorrei arrivare alla pagina dopo o al finale. Per un opera di circa 900 pagine e' sufficiente questo come giudizio. Entrando nell'argomento la solita capacita' dell'autore nelle narrazioni dei fatti storici della Catalogna e di Barcellona del XIV secolo e nelle descrizioni dei mestieri, dai baistaxos della Cattedrale del Mare al sensale di vini di questo romanzo. Avvincente, sono a due terzi del libro, sempre invogliato a continuare la lettura, sperando non finisca mai.

  • User Icon

    nanni

    02/06/2017 18:14:48

    Il libro fornisce delle emozioni e la ricostruzione storica, la descrizione del vino delle vigne, dell'ambiente del 1400, meritano un apprezzamento. Ma la storia è difficile da credere, le avventure dei protagonisti hanno poco senso, il potere di Regina è assurdo! Certo è un romanzo ed è tutto servito per realizzare il disegno artistico dell'autore, ma mi pare di ricordare che mi sono piaciuti di più gli altri tre grandi romanzi che aveva scritto prima di ora, sicuramente le Cattedrali del mare!

  • User Icon

    Michela

    18/04/2017 07:10:10

    Troppo lungo! Ci sono alcuni tratti in cui le descrizioni storiche senz'altro annoiano, personaggi che mancano di personalità (Caterina per esempio), oppure personaggi quasi inverosimili a cui vengono imputati avvenimenti che a mio avviso non legano fra di loro (Regina o Arsenda per esempio); tratti in cui manca la descrizione di fatti a mio avviso importanti (il rapimento di Mercè per esempio). Trovo che invece le emozioni, i sentimenti dei protagonisti, in questo libro siano stati dimenticati a favore di una mera descrizione di fatti e avvenimenti storici. Ho fatto fatica a finirlo, peccato! Ho letto opere migliori di Falcones.

  • User Icon

    Claudia

    09/04/2017 14:27:24

    Mi è piaciuto moltissimo, avvincente non vedevo l'ora di scoprire il finale!

  • User Icon

    Alessandra

    04/04/2017 12:26:55

    Premesso che ho amato i suoi primi libri, questo...durissima arrivare alla fine. Pagine e pagine di inutili di descrizioni storiche tra re e papi...

  • User Icon

    archipic

    02/03/2017 16:01:26

    Molto bello quest'ultimo lavoro di Falcones; si dimostra, ancora una volta, un ottimo inventore di storie, personaggi e vicende che, legate dal contesto storico nel quale sono narrate, appassionano il lettore in un sapiente mix di tensione narrativa e giusto ritmo. Personaggi splendidamente delineati, descrizioni storiche e sociali, intrecci passionali, sono gli ingredienti fondamentali dei romanzi di Falcones, che ancora una volta a mio parere centra il bersaglio. Un libro che per gli amanti del genere risulta indispensabile.

  • User Icon

    Umberto75

    15/02/2017 21:53:00

    Falcones si è espresso su alti livelli con il suo libro d'esordio (di cui questo è il seguito) e con la Mano di Fatima. Questo è meglio della Regina Scalza ma non all'altezza degli altri due non tanto per la ricostruzione storica bensì per l'intreccio narrativo. Diciamo che a volte si perde un po' ma rimane pur sempre un buon lavoro letterario

  • User Icon

    Dante

    06/02/2017 19:41:15

    Il romanzo mi ha lasciato perplesso. A tratti noioso, soprattutto nella descrizione storica della lotta al potere fra re e vassalli. Doveva essere sfoltito di almeno 300 pagine

  • User Icon

    Antonio Barbieri

    03/01/2017 15:17:49

    Ho letto La Cattedrale del Mare e La Mano di Fatima. "Gli eredi della terra" mi sembra molto lento e a volte poco interessante: troppo descrittivo, i personaggi escono con poca forza. Verso la fine diventa più veloce e più vivo.

  • User Icon

    Gigi Orx

    08/12/2016 10:39:21

    Per gli amanti del genere tutti i libri di Falcones sono belli; questo è uno splendido romanzo storico che, a mio avviso, supera gli altri.

  • User Icon

    giacomo

    02/12/2016 17:25:08

    ho letto tutti i libri di questo magnifico scrittore, l'ambientazione, i personaggi all'interno ti colpiscono, ti lasciano emozioni fra la rabbia e la tristezza, avrei evitato di leggere più di 200 pagine dove falcones si perde nella storia di Barcellona raccontando gli intrighi e le guerre fra i regni di quell'epoca. però ci stà è un libro di ambientazione storica e chi decide di leggere tali libri deve mettere in conto anche di quello. aspetterò con ansia il seguito, perchè anche se non lo dice sono sicuro che andrà avanti in questa fantastica trilogia.

  • User Icon

    Elena

    01/12/2016 20:40:45

    Ho iniziato il libro senza molte aspettative, viste le delusioni degli ultimi due romanzi, in particolare de 'la regina scalza'; non potevo però ignorare quello che veniva presentato come il seguito de 'la cattedrale del mare'. Ho avuto l'impressione di un quadro con degli sfondi bellissimi (la cornice storica è descritta in modo ineccepibile), ma dai primi piani che non suscitano alcun interesse. La vicenda si trascina, a tratti è veramente noiosa, si perde e si ritrova, salvo decollare, sono d'accordo con una recensione precedente, nelle ultime 150-100 pagine. Ho avuto anche l'impressione di un linguaggio molto scarno, quasi 'elementare', forse dato dalla traduzione. Insomma, senza lode, ma neppure infamia.

  • User Icon

    LUCA

    28/11/2016 13:47:32

    Mi è piaciuto molto, anche se la cattedrale del mare è un'altra cosa, unico neo un pò troppo lungo, almeno 200/300 pagine potevano essere tagliate

Vedi tutte le 29 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione