Categorie

Wulf Dorn

Traduttore: A. Petrelli
Editore: Corbaccio
Collana: Top Thriller
Anno edizione: 2017
Pagine: 324 p., Rilegato
  • EAN: 9788867001590

14° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marina Reds

    22/06/2017 17.54.39

    Pollice verso. Non mi appassionano queste storie apocalittiche, ricordo che tutti gli autori, prima o poi vi si cimentano ma il risultato e' decisamente poco interessante. Avevo davvero una grande aspettativa che, purtroppo, e' stata delusa......che peccato!

  • User Icon

    TONYCOSTA

    16/06/2017 07.28.52

    Dopo aver letto questo libro,posso solo dire che non mi è piaciuto. TONYCOSTA

  • User Icon

    isabella 70

    31/05/2017 19.27.46

    E' il primo libro che ho letto di questo autore e il rpimo di questo genere letterario. A me è piaciuto molto: avvincente, inquietante, spietato....forse con qualche eccesso truculento. In particolare verso la fine, proprio quando tiri un sospiro di sollievo perchè pensi che sia stata trovata una risposta ragionevole a quanto successo....arriva l'amara verità a lasciarti nello sgomento. Penso di leggere gli altri libri scritti dall'autore.

  • User Icon

    Marco

    15/05/2017 17.57.39

    Un passo falso. Un brutto mix de "Gli uccelli", "Il villaggio dei dannati" e "Il signore delle mosche". Le prime 50 pagine illudono e sembrano presagire una buonissima storia. Poi tutto crolla: storia inverosimile, eticamente e moralmente discutibile, senza capo nè coda. D'accordo che da Dorn ci si aspetta sempre un finale "a sorpresa", ed è giusto che lo scrittore percorra anche nuove strade, ma qua non c'è nulla da salvare.

  • User Icon

    Fausto 74

    12/05/2017 19.59.10

    Due stelle perché ho sempre apprezzato Dorn...ma questo è veramente orrendo....trama senza senso finale da incubo...quasi non volevo credere che era finito....stavolta deluso non altezza della sua fama..

  • User Icon

    Antonio

    05/05/2017 17.27.25

    "Eravamo tantissimi - disse sottovoce -. Troppi. E abbiamo lanciato i sassi nel lago per tanto tempo. E alla fine ne è bastato uno soltanto per provocare un’inondazione. Capisce quello che voglio dire?". Questo romanzo non è altro che un viaggio nei peggiori incubi della nostra mente. Godibilissimo, scorre via quasi come bere un bicchier d'acqua. Unico neo, che comunque non ne compromette l'ottima lettura, è la prevedibilità della trama: già dalle prime battute, dalle prime pagine, capisci cosa sta per succedere. Consigliatissimo a chi ama i thriller psicologici.

  • User Icon

    Luca D.

    30/04/2017 16.44.54

    sara' che questi scenari non mi appassionano piu' di tanto e i passaggi molto crudi ed a volte macabri non mi hanno mai esaltato ma direi che e' un vero pugno allo stomaco. Fa riflettere sul finale e percio' ho messo due stelle al posto di una. Non credo acquistero' altri libri di Dorn

  • User Icon

    Deludente

    29/04/2017 15.18.04

    Ho iniziato questo libro fiducioso del fatto che nel corso della lettura avrei ritrovato tutti gli elementi che mi hanno fatto appassionare a questo scrittore, mistero, tensione, immedesimazione nella sfera psicologica dei personaggi, ma avvicinandomi alla fine la mia fiducia è andata esaurendosi. "Gli eredi" segna un cambio di rotta troppo drastico, con situazioni paranormali( sembrava di leggere S.King) e abbastanza inverosimili. Anche il finale, è parso affrettato e privo di quel colpo di scena (presente in altri libri dell'autore) in grado di "dare una spiegazione" logica al racconto. E' rimasta, al contrario, la scrittura veloce e scorrevole, che intrattiene agevolmente e consente di arrivare a terminare il libro in poco tempo

  • User Icon

    Francesca

    25/04/2017 12.13.49

    Adoro wulf dorn, ma questo libro mi ha lasciata un po' scettica ... è diverso dal suo genere, ma vale comunque la pena leggerlo !

  • User Icon

    Giuly

    20/04/2017 07.59.22

    Acquistato l'altro ieri pomeriggio, terminato ieri in tarda serata. Un Wulf Dorn insolitamente orrorifico, provocatorio, onirico, forse più violento e meno verosimile del suo solito. Chi ha letto le sue precedenti opere potrebbe rimanere un po' spiazzato; su di me quest'autore continua ad avere un effetto magnetico: quello che scrive, come lo scrive, quello che trasmette....tutto mi cattura irresistibilmente, e anche "Gli eredi" non fa eccezione.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione