Categorie

Luigi Pirandello

Curatore: A. Piscini
Editore: Garzanti Libri
Collana: I grandi libri
Edizione: 5
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: LXVIII-196 p.
  • EAN: 9788811365051
Usato su Libraccio.it € 4,86

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marta80

    21/03/2015 17.22.11

    Bel romanzo di Pirandello, interessante la caratterizzazione psicologica dei personaggi, in particolare quella di Marta. Da leggere.

  • User Icon

    emanueleg

    18/03/2011 09.32.00

    Il libro più bello di Pirandello. Per quanto sia breve io lo considero un piccolo capolavoro!

  • User Icon

    P.G.

    05/02/2011 15.03.24

    Originariamente pensato e realizzato con il titolo di "Marta Ajala", il romanzo finì per essere pubblicato con quello definitivo de "L'esclusa". Sia nella prima che nella seconda versione, non muta la prospettiva né si sposta l'attenzione del lettore: il personaggio-chiave è chiaramente lei, Marta, l'emarginata, l'innocente-colpevole, l'involontaria protagonista. Su di lei si concentrano le aspettative, le delusioni, le gioie, i rancori, ma ancor di più le contraddizioni di una comunità chiusa e incapace di vedere al di là delle proprie mura "domestiche". La storia,interamente dominata dalla paura, quella paura che ha spesso origine dall'ignoranza, si avvita più volte su se stessa, non trovando soluzioni di sorta, né in un senso né nell'altro; come se la salvezza non potesse arrivare da nessuna parte, semplicemente perché nessuno è in grado di garantirla, neanche a se stesso. La naturale conclusione, quindi, non può che essere il ritorno alle "origini". Come a dire che per cambiare "direzione", imprimendo un carattere, un sigillo "personale" all'unica ed irripetibile possibilità a noi concessa, la propia vita, non si è mai abbastanza forti, o abbastanza fortunati. Visione tanto pessimistica, quanto, purtroppo, tristemente verosimile.

  • User Icon

    Marek

    25/11/2008 13.59.26

    Bellissimo romanzo!!Ammetto che la lettura non è velocissima però merita d'essere fatta!Grande Marta, che personaggio!!

  • User Icon

    sara

    13/10/2006 17.43.14

    che dire? già dal primo scritto si intravede il filone che seguirà pirandello in tutta la sua opera..OGNUNO DI NOI è 1 COZZA ATTACCATA AL SUO SCOGLIO,è IMPOSSIBILE SEPARARCI DAL DESTINO CHE LA SORTE HA SCELTO PER NOI.forse è una visione un pò troppo pessimistica per i nostri tempi,in cui c'è la possibilità per tutti di reinventarsi.in ogni caso è uno spaccato veritiero sulla realtà del nostro meridione,in cui pregiudizi e condizionamenti sociali riescono ancora a determinare la vita delle persone.

  • User Icon

    Eliseo

    14/03/2006 11.16.15

    Il primo romanzo che ha scritto Pirandello - pubblicato a puntate nel lontano 1893 - sembra per molti aspetti ancora attuale. Ambientata in un paese della Sicilia, la storia porta il lettore a capire fino in fondo le dinamiche psicologiche che muovono le azioni di Marta e della sua famiglia. La protagonista è costretta ad affrontare un contesto ostile, a fuggire e rifarsi una vita. Unica nota dolente è secondo me la conclusione del romanzo, in cui Marta viene risucchiata di nuovo nel mondo che aveva cercato di lasciarsi alle spalle. Ma conoscendo l'autore e le sue idee era prevedibile che finisse in questo modo...

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione