Traduttore: C. Peddis
Editore: Fazi
Anno edizione: 2009
Pagine: 400 p., Brossura
  • EAN: 9788864110325
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    maurizio crispi

    07/10/2014 07:00:41

    Un libro che va riletto a distanza di oltre 40 anni dall'uscita del film che ne fu tratto, film che suscitò scalpore per quelli che allora furono considerati effetti speciali, ma soprattutto per la tematica che poneva, cioè la possessione diabolica nei cui confronti la Chiesa di Roma ha avuto nel tempo un atteggiamento oscillante, con il tentativo di smantellare l'apparato di sacerdoti e frati specializzati in pratiche esorcisitiche, anche se nel rituale cattolico e cristiano la pratica dell'esorcismo è sempre presente anche nel rito ordinario. Per esempio, nel rito greco-ortodosso, fa parte dei preliminiari della cerimnia del battesimo l'esorcismo contro il diavolo che con una serie di preghiere (e con lo sputo contro la porta del recinto sacro) viene messo - per così dire - fuori gioco. A suo tempo, dopo aver visto il film - che m'impressionò vivamente, anche perché attorno ad esso da parte di alcuni oltranzisti si era creato un movimento di fiera opposizione (ricordo che mentre facevo la coda all'ingresso di un cinematografo scozzese era in corso un volantinaggio contro l'obbrobrio e la blasfemia che il film fomentava), mi rifiutai di leggere il romanzo perchè m'ero convinto - a torto -che il film ne fosse una sorta di fotocopia. Ma in realtà non è così: il film utilizza del romanzo l'antefatto che introduce la figura dell'esocista anziano che si imbatte in un antico demone assiro durante uno scavo archeologico, e le ultime settanta pagine, dedicate alla pratica dell'esorcismo applicata alla piccola Reagan. Il film riassume in poche battute tutto il resto che riguarda in oltre trecento percorso tutto il percorso che porterà all'esorcismo: i sintomi premonitori, i turbamenti delle persone che sono testimoni degli accadimenti, il difficile percorso diagnostico che porta alla convinzione che si tratti di "possessione" e non altro, i dubbi di fede di Padre Damien Karras, gesuita implicato nel processo, l'indagine poliziesca che si attiva in parallelo.

  • User Icon

    andrea fastame

    22/09/2014 19:39:21

    Meraviglioso!! il romanzo più inquietante di tutti i tempi...il contesto della normalità in cui si svolge la vicenda è quello che rende il tutto davvero spaventoso...non ci sono mostri,vampiri,alieni o serial killer..ma soltanto persone normali/umani come tutti noi che improvvisamente vedono la loro vita sconvolta da qualcosa di veramente incomprensibile....anche per un ateo.

  • User Icon

    Stella

    01/06/2014 23:41:12

    Naturalmente ho visto anche il film. Questo è uno dei romanzi più belli del genere horror. Bellissima anche la prefazione. Consiglio di leggere questo libro.

  • User Icon

    Simone

    01/11/2013 10:53:48

    Ho letto il libro più di un anno fa e non so perché ma qui su IBS non ho ancora messo la recensione; è un romanzo formidabile che ti tiene incollato alla pagine con quella sua aura misteriosa e di puro orrore, i personaggi sono ben delineati e la narrazione non risulta mai pesante. Unico neo: caduta di stile nella personalità e nel linguaggio dell'investigatore che molte volte risulta poco credibile come personaggio e secondo me stona.

  • User Icon

    Brunella

    28/09/2013 12:11:26

    In un mercatino dell'usato ho trovato questo libro dell'edizione del 1971. Il film l'avevo già visto più di una volta ed ero curiosa di leggere il romanzo. Un romanzo pieno di emozioni e paure ancestrali. Devo ammettere che la versione cinematografica è stata(per una volta) molto fedele al libro.

  • User Icon

    Freda

    01/04/2012 23:20:29

    Un bellissimo romanzo. Che ho tanto più apprezzato perchè reduce dalla lettura di Summa Daemoniaca del grande esorcista spagnolo Padre Fortea, il massimo del massimo sull'argomento.

  • User Icon

    superdik29

    29/08/2011 00:25:13

    sono un fan del film che avevo visto per la prima volta a otto anni(alla faccia del vietato ai minori) e poi rivisto centinaia di volte; finalmente sono riuscito a trovare il libro incredibilmente difficilissimo da rintracciare e l'ho "divorato" in un giorno.Posso dire che nonostante sia sempre scettico dal raffronto tra libro e film tratto da quest' ultimo (il libro é SEMPRE superiore ailm) in questo caso devo ammettere che il film può competere alla pari col libro che a tratti é terrificante (la scena di Regan/ragno che lecca la gamba di sharon fa venire i brividi,peccato che non sia stata girata nel film)ma nella parte centrale é fiacco come un poliziesco: kinderman non ricorda il ten.Colombo?!

  • User Icon

    alessandro

    28/02/2011 16:47:54

    ho letto questo libro in paio di notti,e devo dire che più che terrorizzarmi,mi ha fatto riflettere molto sul senso della vita,rendendomi ancora più consapevole della caducità dell'esistenza. un capolavoro, che il film non ha saputo rendere.

  • User Icon

    Cristian

    18/07/2010 23:55:04

    Assolutamente favoloso; è il capolavoro assoluto del genere horror. Un libro che tutti i cultori del genere devono leggere per forza.

  • User Icon

    Stefano69

    30/11/2009 21:24:29

    Onore all'editore Fazi, che ha riproposto con un’eccellente nuova traduzione un romanzo purtroppo oscurato dall’omonimo film, vera e propria pietra miliare nel filone del cinema horror. E'però riduttivo definire “L’esorcista” semplicemente come un romanzo horror. Esso è molto, molto di più: come i veri grandi capolavori, travalica i generi e li comprende tutti, diventando al contempo un modello-archetipo da ammirare, imitare, tenere come punto di riferimento. In questo libro pubblicato nel 1971 (e frutto di un lavoro di ricerca costato al suo autore oltre vent’anni), io vedo un grido di dolore e di allarme, lanciato contro la desacralizzazione del mondo e la secolarizzazione della società, che proprio in quegli anni cominciavano ad imporsi in modo implacabile, e apparentemente irreversibile. W.P. Blatty vuole dirci proprio questo, e ce lo dice in modo crudo, violento, osceno: quando Dio viene tolto di mezzo, trova campo libero il suo Nemico. Non importa che tu non ne abbia mai sentito parlare (come Regan), non importa che tu non ci creda affatto (come Chris MacNeil), non importa che tu ti ostini a negare i segni della sua presenza (come padre Karras): il Male può raggiungere e colpire chiunque, se non trova più un argine che lo trattiene. Quando ce ne si rende conto, può essere troppo tardi... A meno di riuscire a trovare un vecchio esorcista come padre Merrin, che crede ancora all’esistenza del Diavolo, lo riconosce come essere personale, ne ha orrore ma al contempo quasi lo rispetta come avversario, e trova sempre il coraggio per combatterlo, fino al sacrificio totale di sé. In questo libro c’è un po’ di tutto: religione, filosofia, psicologia, sociologia, antropologia, e tanto altro. Lo si può leggere per vari motivi, o semplicemente perché si vuole leggere un buon libro. Sarebbe però meglio non leggerlo al solo scopo di “spaventarsi" un po': se lo si affronta con tale spirito, si potrebbe restarne delusi. Tuttavia, quando si coglie ciò che veramente “L’esorcista” vuole dirci, si resta davvero terrorizzati.

  • User Icon

    cesare

    12/11/2009 22:21:31

    Su questo capolavoro c'è poco da dire: è il romanzo horror-drammatico più bello in assoluto che sia stato mai scritto. L'effetto che si ha nel leggerlo è quello di essere catapultato in un abisso senza fine, essere travolto da un uragano e vedere la tua vita sconvolta. C'è il male assoluto che alita su di te e stringe tra le sue spire il tuo essere. Tutto è perfetto: storia, personaggi, atmosfere..un vero e proprio incubo. Da questo libro è stato tratto il film capolavoro assoluto ed ineguagliato dell'orrore: L'Esorcista di W. Friedkin. Insomma si tratta di un libro che non solo ha segnato un'epoca ma anche che ha chiuso un argomento, cioè, sull'argomento della possessione diabolica non c'è più altro da dire perchè L'esorcista ha detto già tutto ed ogni opera ad esso successiva ne sarebbe infinitamente inferiore.

  • User Icon

    don gralizoner

    01/10/2009 09:13:16

    Troppo fifone, non sono mai riuscito a vedere il film. Mi è però sempre rimasta la voglia di conoscere questo classico moderno, magari sfogliando pagine e scorrendo righe al ritmo giusto, invece di essere investito da immagini insopportabili.... Per questo ho subito acquistato questo volume di Fazi, bello ma un po' troppo caro. Lettura esitva, interrotta verso le due di notte - terrorizzato, mi aggiravo per la casa addormentata con circospezione. Sotto l'ombrellone, lettura interrotta per scena troppo forte. La tensione diminuisce notevolmente nella seconda parte del libro; resta però intatta la curiosità di conoscere l'epilogo. Chi si interessa di scienza e filosofia della mente troverà interessanti alcune considerazioni del gesuita-psichiatra che si occupa del caso. Il libro mi è parso molto "laico", nonostante il soggetto. Voto massimo perché ad un libro del genere non si può chiedere di più.

  • User Icon

    Domenico

    20/09/2009 17:01:21

    Il film lo conosco a memoria,del resto chi non lo conosce?,ed il romanzo con qualche caratterizzazione in più dei personaggi che è tipico della carta stampate rispetto alla celluloide,rispecchia quasi in toto il film. Ma leggendolo di notte quando fuori magari piove come ho fatto io,beh vi assicura che da più di un brivido e se un mobile scricchiola all'improvviso è certo che il cuore vi va in gola a dimostrazione che questo libro,come si dice nell'introduzione, FA PAURA per davvero. Un must per appassionati del genere horror e non,

  • User Icon

    stefano

    07/09/2009 12:55:42

    Ho letto il libro in un solo giorno. Avvincente e sebbene non manchino alcune cadute di stile interessante e suggestivo.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione