Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Esperienza del nulla e negazione di Dio. Interpretazioni dell'ateismo in Nietzsche - Francesco Ghedini - copertina

Esperienza del nulla e negazione di Dio. Interpretazioni dell'ateismo in Nietzsche

Francesco Ghedini

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Studi
Anno edizione: 1988
In commercio dal: 1 gennaio 2000
Pagine: 216 p.
  • EAN: 9788877060587
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 21,00

Venduto e spedito da LIBRACCIO VINTAGE

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

spedizione gratuita

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


scheda di Pizzo, E., L'Indice 1989, n. 1

L'ipotesi interpretativa proposta dall'autore si inserisce nella corrente degli studi sul pensiero di Nietzsche che ne promuove un confronto con il Cristianesimo. Ghedini non tenta, però, di recuperare Nietzsche alla dimensione cristiana dell'esperienza religiosa e nemmeno di contrapporre un'apologia della fede all'ateismo del filosofo, ma intende piuttosto sottolineare che nella sua riflessione prevale un carattere affermativo: il suo è un nichilismo che supera se stesso. Il senso del concetto di "morte di Dio" diventa allora l'esaurirsi della metafisica e della morale cristiana e l'apertura di una pluralità di interpretazioni sia della realtà che del sacro e del divino, accompagnata dalla creazione di nuovi valori. Il superuomo, quindi, non rappresenta solo il superamento del moralismo cristiano, ma è il seguace di Dioniso e della sua religione. L'ateismo di Nietzsche non è assimilabile all'antropocentrismo proprio di Feuerbach o all'ateismo di Schopenhauer, che significa ascetismo e risentimento contro la vita. Per il Nietzsche dei "Frammenti postumi", come ricorda l'autore, se il Dio cristiano non è più "ci possono essere infinite forme del poter-essere altro e finanche del poter-essere Dio".
Note legali
Chiudi