Essere #matteorenzi - Claudio Giunta - copertina

Essere #matteorenzi

Claudio Giunta

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Il Mulino
Collana: Contrappunti
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 12 marzo 2015
Pagine: 80 p., Brossura
  • EAN: 9788815257291
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,80

€ 8,00
(-15%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Essere #matteorenzi

Claudio Giunta

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Essere #matteorenzi

Claudio Giunta

€ 8,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Essere #matteorenzi

Claudio Giunta

€ 8,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 4,32

€ 8,00

Punti Premium: 4

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In confronto, Berlusconi era normale. Coi suoi doppiopetto, la sua faccia fintamente pensosa, la sua commovente devozione alla "bienséance". Ma Renzi? La camicia bianca con le maniche rimboccate, l'uso aggressivo dei social network, l'imitazione di Fonzie, la doccia gelata per i malati di SLA, l'eloquio infarcito di cool, smart e storytelling... In meno di un anno, Matteo Renzi ha cambiato lo stile e il linguaggio della politica italiana. Tra interviste, comizi, talk-show, libri scritti da lui o dai suoi ghost-writer, ce n'è ormai più che abbastanza per una fenomenologia: quella che Claudio Giunta ha affidato a questo saggio esilarante, spietato e, insieme, sorprendentemente simpatetico.
Il nuovo libro di Claudio Giunta piacerebbe al suo protagonista. Rapido, breve, chiaro e incisivo; a una stima approssimativa il volume potrebbe essere rilanciato in rete con soli 800 tweet, altro che gli oltre 3.500 che servirebbero per cinguettare la Divina Commedia, tanto cara all'autore italianista e al suo soggetto, sindaco-segretario-presidente. L'agile pamphlet racconta lo stile politico di Matteo Renzi, il suo linguaggio e la sua visione del mondo. L'argomentazione è sottile; l'autore ricostruisce ironicamente l'uso renziano dei social network e degli anglismi, il piglio affabulatore e l'ostinato ottimismo dell'eterno sindaco di Firenze, affidando le critiche spietate a un fantomatico amico snob. Quest'ultimo rappresenta tutto ciò che c'è di insopportabile nella cosiddetta sinistra radical chic, nido di gufi per eccellenza. Colto ma cinico, sempre pronto a criticare ogni timida novità nel panorama politico e sociale, non riesce ad apprezzare nemmeno l'epopea novecentesca di La meglio gioventù. Certo l'amico snob ne ha di cose da dire su Renzi, e grazie alla trovata retorica Giunta può permettersi di essere implacabile, ma sempre indirettamente. La diffidenza nei confronti del bullismo politico dello statista di Rignano sull'Arno appare, così, assai poca cosa di fronte all'infinita litania dei "musoni", incarnata da una certa sinistra snob, ostinatamente critica contro ogni minima trasformazione in atto nel mondo. Secondo Giunta, Renzi è tra i pochi a comprendere quello che Hegel avrebbe chiamato lo spirito del tempo: "Renzi unifica; e unificando, inevitabilmente, semplifica. Non è mai controintuitivo. Ha l'aria di credere davvero agli slogan che pronuncia: quando parla di servizio civile ha in mente la difesa dei valori della Comunità, la vecchina da imboccare, il disabile da aiutare (…); non gli passa nemmeno per la testa che si tratti invece di ragazzi sottopagati". Matteo Renzi – e i suoi profili social – restituisce costantemente uno sguardo ottimista sulle miserie quotidiane, tentando di convincere il pubblico che l'Italia è trionfalmente avviata verso un nuovo rinascimento, tutto "Dante e Twitter". Come Renzi sia sintonizzato con il nostro tempo, Giunta lo spiega semplicemente affermando che guardava la televisione negli stessi anni in cui Berlusconi la faceva. L'ex cavaliere, infatti, era un grande ideatore di immaginari. A proposito di scuola, dovette inventarsi lo slogan ‒ per quanto semplice possa apparire ‒ delle "tre i": internet, inglese e impresa. Renzi, invece, non inventa nulla e la sua mente va subito ai cliché del discorso pubblico: "assumere i poveri precari meritevoli" – qualsiasi cosa voglia dire meritevoli, e qualsiasi siano le cause della loro precarietà – ma anche valutare (per premiare e punire) l'efficienza delle scuole – poco importano, ovviamente, le condizioni concrete in cui operano gli insegnanti. Entrambi sono ottimisti ed entusiasti, ma mentre Berlusconi plasmava il senso comune, Renzi ci si sintonizza; e senza neanche bisogno di agitare gli spettri del comunismo, perché i suoi nemici musoni, il sindaco d'Italia li ha già rottamati. Renzi, su questo l'autore ha ragione, intuisce lo spirito dei tempi un po' come quelli che Hegel definiva "individui cosmico-storici", che "sanno quale sia la verità del loro mondo e del loro tempo". E questo, a Giunta piace. 77 pagine di critiche all'irritante stile politico renziano per poi svelare la verità: Renzi è un entusiasta e a fare la storia è proprio l'entusiasmo, e non i "minuti ragionamenti". E da qui l'endorsement finale nei confronti di chi, nonostante tutti i difetti, sembra essere il meglio a cui possiamo aspirare. In questo finale a sorpresa, Giunta appare più realista del re, semplificando lo scenario politico in modo sorprendente. O stai con l'amico snob, lasciando ogni speranza e disprezzando tutto e tutti, oppure ti lasci trascinare dall'ottimismo del Partito della nazione, poco importa se hai appena disprezzato il provincialismo degli anglicismi, il feticismo per i gadget tecnologici usati in maniera puerile o i riferimenti stantii a una cultura pop da oratorio.   Massimo Cuono
  • Claudio Giunta Cover

    Claudio Giunta è uno specialista di letteratura medioevale. Insegna Letteratura italiana all’università di Trento. Oltre a molti studi scientifici sulla sua disciplina, ha scritto numerosi libri, tra cui ricordiamo: una raccolta di saggi sull’Italia, Una sterminata domenica. Saggi sul paese che amo (Il Mulino 2013); un reportage sull’Islanda, Tutta la solitudine che meritate. Viaggio in Islanda (Quodlibet-Humboldt 2014); un libretto su Matteo Renzi, Essere #matteorenzi (Il Mulino 2015); un romanzo giallo, Mar Bianco (Mondadori 2015); un libro sulla scuola e l’università, E se non fosse la buona battaglia? Sul futuro dell’istruzione umanistica (Il Mulino 2017); Come non scrivere. Consigli ed esempi da seguire, trappole e scemenze... Approfondisci
Note legali