Categorie

Giuseppe Culicchia

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 205 p., Brossura
  • EAN: 9788811681342
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    subsonica

    27/09/2013 13.44.40

    Letto durante il viaggio di ritorno Patrasso - Ancona. Con l'unica voglia di buttarlo in mare, se non fosse che poi avrei inquinato l'adriatico.

  • User Icon

    Claudio panerai

    23/06/2013 15.00.23

    Un romanzo che inizialmente si presnta molto bene e si promette di creare un buon pomeriggio estivo al lettore,ma ha un grande problema la ripetizione praticamente ci vengono propinati per quasi 200 pagine gli stessi discorsi conditi dalle stesse parole e aggiungo troppa volgarità anche gratuita e personalità dei personaggi tropo stereotipate e superficiali,questo libro oltre alle buone descrizioni dei luoghi e delle atmosfere siciliane non regala nulla anzi infonde nel lettore addirittura del nervosismo per il comportamento della ragazza 17enne veramente immorale,comunque il mio giudizio complessivo e una secca bocciatura con rammarico per i 10Euro spesi assolutamente troppi per questa scrittura che se la vogliamo mettere sulla bilancia non va oltre i 2Euro.......

  • User Icon

    fabio

    11/03/2013 15.06.17

    Culicchia si è sempre dimostrato uno scrittore attento e sensibile, soprattutto con l'opera "Il paese delle meraviglie". Con questo scadente e ripetitivo romanzo sembra aver fatto un balzo indietro. Ma di molti chilometri. Storiellina trita e ritrita di corna estiva. Un'attualità troppo attuale, tanto da risultare irritante. Personaggi stereotipati e prevedibili. Si ha come l'impressione che Culicchia, scrivendo questo romanzo, abbia avuto il fiato della casa editrice sul collo (Hai una scandenza, Culicchia!, finisci il romanzo, sbrigati, fai dei bei copia e incolla, così allunghi il brodo e il numero delle pagine che devi scrivere per contratto). Poteva essere una storia intensa, di analisi psicologica sui trentenni e le loro paure, una storia di ricordi, e invece sembra una puntata delle peggiore fiction italiana in salsa mediaset.

  • User Icon

    Federica

    21/09/2012 19.10.21

    Deludente romanzo di uno scrittore che all'inizio della carriera sembrava promettere altri traguardi. Purtroppo lo stile di Culicchia si è fossilizzato su pochi e poveri stilemi e le sue trame si sono appiattite su una attualità da "Donna Moderna". Libro evitabile.

  • User Icon

    Laura

    25/10/2010 20.34.20

    Di recente ho festeggiato il compleanno, tra i tanti regali anche una lampadina per leggere di notte, a letto. Nessun regalo fu più azzeccato per poter finire sotto il piumone "Un'estate al mare", romanzo di Culicchia sull'epopea di un quarantenne neomarito in viaggio di nozze, che viene costretto dalla sua consorte a fare un figlio ad ogni costo. E così tra ipocondrie, tradimenti e vecchie fiamme del passato, si consuma la luna di miele di questa coppia insicura e fragile, che a soli sei mesi di fidanzamento ha deciso di unirsi in matrimonio perché "nessuno è mai stato fidanzato più a lungo, tra le coppie della nostra generazione". Un bel libro leggero, simpatico, carino, che assembla in maniera comica tutti i difetti delle coppie del nuovo millennio.

  • User Icon

    Milla

    10/03/2010 16.36.31

    Leggero ed inconsistente. Solo un piccolo svago, non lascia nulla.

  • User Icon

    Serena

    22/10/2009 17.46.12

    Un libro veramente scadente. Insulso, irritante, banale, scritto male e ripetitivo. Un libro da sfogliare, in quanto basta leggere una frase per pagina per poter seguire la storia, e la lettura non è per niente da gustare. Finito, l'ho buttato via.

  • User Icon

    Damiano

    06/09/2009 01.12.09

    Da leggere esclusivamente sotto l'ombrellone tra un tuffo e l'altro. Comprandolo sapevo di non avere tra le mani un capolavoro, c'è di molto meglio in giro ma anche di peggio. Tra un librone e l'altro va più che bene.

  • User Icon

    claudio s.

    29/06/2009 16.11.37

    Complessivamente modesto, con descrizione di sesso fastidiose ancor più considerata l'età di uno dei protagonisti. Inverosimili alcune situazioni (il primo incontro con Andrea, il ristorante siciliano). Insomma si può fare di meglio, ma davvero.

  • User Icon

    elena

    31/05/2009 19.40.43

    Assolutamente da evitare! Libro insulso, demenziale. Situazioni, dialoghi e personaggi al limite del sopportabile e assolutamente inversosimili. Il tutto condito dall'arroganza di chi ne scrive, convinto di stare rivelando chissà quale anfratto della mediocrità e della ipocrisia umana. Condito dalla presunzione di chi non si accorge che non ve ne è bisogno alcuno, quando basta leggere i giornali. Inutile e fastidioso, come le pulci nella sabbia.

  • User Icon

    Barbara

    26/04/2009 14.57.50

    Finalmente ieri sono riuscita a terminare uno di quei mattoni...ci ho messo 2 mesi per finirlo e non perchè fosse un tomo da 1000 pagine. anzi era un romanzo di poco più di 200 pagine scritte in grande, doppia spaziatura. titolo promettente "Un'estate al mare", volevo solo qualcosa che mi svagasse prima di dormire. autore a me sconosciuto (Giuseppe Culicchia) ma noto ai più, visto che è stato premiato come autore esordiente nel 1994 e da un suo libro hanno tratto un film con Valerio Mastandrea...Comunque per tornare al libro, una palla mostruosa. del genere che non decolla neanche a metà del volume, che non ti coinvolge neanche per un sorriso, una risata non ne parliamo, una lacrima...sì ma di disperazione, perchè l'ho comprato.... io poi non riesco ad iniziare un libro e a non finirlo. mi intestardisco e devo portarlo a termine a costo di annoiarmi fino alla fine. spero sempre nel colpo di genio finale dell'autore. questa volta invece ho solo trovato banalità su banalità. uno ritratto dell'attualità che altro non era che l'ennesimo riproponimento di personaggi da reality televisivo un po' vuoti, un po' falsi, un po' tristi per il loro non essere nessuno e niente. grazie al cielo è finito

  • User Icon

    lilly74

    01/03/2009 17.39.37

    Superficiale! Ecco magari le intenzioni c'erano ed erano buone ma il risultato è di una noia mortale e soprattutto troppa carne al fuoco(vedi i tanti tic dell'italiano medio)ma che resta tutta cruda!

  • User Icon

    Blackdog

    11/10/2008 20.42.21

    Veramente un brutto libro. Trama noiosa e ripetitiva.

  • User Icon

    Rob

    04/08/2008 03.16.06

    E' il primo libro di Culicchia che leggo e mi sento scoraggiata dal leggerne altri. Molto ripetitivo, noioso e davvero antipatico il modo di parlare della moglie. Ho finito di leggerlo giusto per poterlo finalmente riporre nell'armadio.

  • User Icon

    ant

    20/07/2008 11.16.39

    Si legge bene ed è scorrevole, bello il profilo psicologico dei protagonisti: molto stressati e molto milanesi in vacanza...in una sicilia dove dominano le cicale e la pasta ia frutti di mare. Da ombrellone con spunti x riflettere cmq

  • User Icon

    Marta80

    16/07/2008 12.56.47

    Avevo già letto Il paese delle meraviglie e non lo avevo apprezzato, quindi ho preso in prestito questo nuovo romanzo di Culicchia con tutti i pregiudizi del caso. Invece devo dire che mi è piaciuto, perchè ahimè, il ritratto che emerge dei 30-40enni di oggi, benchè portato volutamente agli eccessi, non si discosta poi molto dalla realtà. L'autore descrive scene e costruisce dialoghi riconoscibilissimi. I personaggi sono tutti irritanti, ma credo che l'intento di Culicchia fosse proprio questo, non creare personaggi che si fanno amare, bensì che ci portino a prendere le distanze dal loro modo di essere, salvo poi renderci conto che qualche tratto di loro c'è anche in molti di noi.

  • User Icon

    Andrea

    05/03/2008 12.06.01

    Giudizio negativo, davvero un libro scadente.

  • User Icon

    Andrea

    08/02/2008 16.56.28

    Beh... la lettura è stata molto scorrevole, ma solo xkè è tutto quanto molto sempliciotto, e pieno zeppo dei soliti dialoghi! assomiglia + ad 1 discussione fatta tra adolescenti!... decisamente da sconsigliare, se si vuole risparmiare 15 euro!

  • User Icon

    luca annovazzi

    21/01/2008 17.10.16

    da estimatore di culicchia spiace definire "un'estate al mare" molto deludente. ciò che avrebbe potuto essere un discreto racconto è stato forzatamente allungato con una serie di noiosissimi copia-incolla per ricavarne un romanzo. 15.50€ per un brodino allungato sono davvero troppi.

  • User Icon

    Chiara

    20/01/2008 10.33.59

    Ma dov'è ironico e divertente? Io l'ho trovato di una tristezza infinita. Un ritratto veritiero ma davvero amaro. Nessun personaggio si salva.

Vedi tutte le 67 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione