Categorie

Allan Folsom

Traduttore: S. Bortolussi
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2005
Pagine: 690 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830418776

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bulgarelli Graziano

    16/10/2014 12.51.49

    CORREGGO RECENSIONE : Strutturalmente avrebbe potuto essere interessante e piacevole. Le sue 700 pagine che potevano essere 300 senza nulla togliere alla storia ed alle vicissitudini, lo rendono un polpettone insopportabile di cui non vedi l'ora di arrivare alla fine. Ripetizioni assurde quanto inutili evidenziano il tenore del contratto autore/editore dove il compenso all'autore deve essere proporzionato AL NUMERO DI PAGINE STAMPATE. Non vedo altre logiche motivazioni. Nella mia libreria non entrera' piu' un libro di Folsom.

  • User Icon

    Graziano Bulgarelli

    12/10/2014 16.49.30

    Strutturalmente avrebbe potuto essere interessante e piacevole. Le sue 700 pagine che potevano essere 300 senza nulla togliere alla storia ed alle vicissitudini, lo rendono un polpettone insopportabile di cui non vedi l'ora di arrivare alla fine. Ripetizioni assurde quanto inutili evidenziano il tenore del contratto autore/editore dove il compenso all'autore deve essere proporzionato alla sua spettanza economica. Non vedo altre logiche motivazioni. Nella mia libreria non entrera' piu' un libro di Folsom.

  • User Icon

    carlo

    30/08/2010 20.29.30

    Non so come si possa criticare tanto duramente un thriller così ben fatto...soprattutto a confronto di tanta spazzatura che c'è in giro! A prescindere dalla trama che può non piacere per un relativo eccesso di "fantasia" (ma è un romanzo!!!), Folsom ha il dono di riuscire ad incollare il lettore dalla prima all'ultima pagina...Avendo un pò di tempo a disposizione, le 700 pagine si leggono volentieri in pochi giorni! Consigliato in vacanza!

  • User Icon

    Gabriele

    25/06/2010 11.41.23

    In assoluto uno dei libri più brutti che ho letto. Una specie di BEAUTIFUL (lo sceneggiato) in salsa poliziesca. Sono arrivato fino in fondo spinto dalla curiosità di sapere cos'altro si potesse inventare l'autore.

  • User Icon

    chry

    27/08/2009 22.12.42

    la storia non e male ma poteva essere raccontata con 200 pagine di meno!!! questo rende il libro troppo lungo e un po noioso....

  • User Icon

    Ste

    24/03/2009 17.13.30

    Libro fantasico!!! letto in 3 giorni, da comprare assolutamente!

  • User Icon

    Loriano

    15/11/2007 20.22.50

    Personalmente a me è piaciuto molto.

  • User Icon

    Geeno

    03/09/2007 15.37.51

    Lettura scorrevole e avvincente, anche se inverosimile...

  • User Icon

    claudio

    23/07/2007 17.44.55

    Concordo pienamente con Roberto: mai letto niente di peggio (ad esclusione di Dan Brown). Una noia mortale!!

  • User Icon

    andrea

    12/07/2007 14.08.10

    ho letto prima questo che giorno diconfessione in verità e devo abbasare di un punto rispetto al'inizio perchè ho capito che folsom, bravo scritore, sia mai ha la capacità però di sapersi riprendere e riproporre nei luoghi a lui cari, il che non è un torto sotto tuti gli aspetti... chi li ha letti eintrambi capirà cosa intendo del resto ottimo racconto con persnaggi che rimangono inpressi.

  • User Icon

    paolo federici

    19/03/2007 15.58.07

    A volte mi chiedo se davvero esistano le combinazioni. Ho letto da poco "L'ESULE" di Allan Folsom, poi mi sono ritrovato tra le mani "LA PROFEZIA DEI ROMANOV" di Steve Berry ed infine eccomi ammaliato da "IL DIAVOLO CON LA CODA" di Daniel Chavarria. Tutti tre, guarda caso, trattano lo stesso argomento. Sviscerano la storia di Nicola II, di Rasputin, di Alessio e della sua epilessia.... alla ricerca di un erede, quasi che ci fosse di mezzo il Santo Graal. Non è che adesso arriva Dan Brown a spiegarci come stanno davvero le cose? Paolo

  • User Icon

    DOCTOR W.

    19/11/2006 05.52.07

    Un romanzo che per certi versi (trama, lunghezza, situazioni, personaggi) ricorda un maestro del romanzo d'azione e cioè LUDLUM. Sin dall'inizio si viene travolti da una storia piena d'azione tranne qualche rilassamento nella parte centrale. Anche se in certi frangenti la trama può apparire troppo assurda non dimentichiamo che si tratta di un libro e pertanto lo scopo finale dell'autore è quello di attrarre l'attenzione del lettore bypassando alcune situazioni un pò troppo inverosimili. Raccomandato a chi ama i thriller d'azione stile LUDLUM. Forse un centinaio di pagine in meno avrebbero reso il tutto più scorrevole ed avvincente.

  • User Icon

    Francesco P.

    28/06/2006 23.20.23

    Nettamente inferiore agli altri romanzi di Folsom. Tutta la storia è basata su una serie di coincidenze, sin dalle prime pagine, che francamente stupiscono da quanto sono improbabili. Insomma, la trama non ha nè capo nè coda, risultando troppo improbabile per avere un minimo di credibilità.

  • User Icon

    Lorenzo

    28/05/2006 00.06.34

    Scadente. Può andare bene come lettura da spiaggia. Uno di quei libri che il giorno dopo non ricordi già più di aver letto. In ogni caso Folsom non scrive male e la lettura è scorrevole... poteva anche andare peggio insomma!

  • User Icon

    Mauro Bs

    04/05/2006 01.10.01

    E' un classico di "poche idee ma ben confuse". una storia trascinata per un ventennio, saltando di palo in frasca! Tutto troppo facile, prima per i cattivi, poi per i buoni. L'idea di fondo può essere accettabile, ma nonostante le decine di morti manca di pathos, suspense...! Di quasi 700 pagine se ne potevano tagliare almeno 300, senza nulla togliere alla storia. Alla fine mi sono trascinato! Riprovaci Folsom, con più umiltà, vola basso però! Lo sconsiglio.

  • User Icon

    Nadia

    02/05/2006 14.14.28

    Ho fatto fatica a decollare. Avevo ancora nel cuore "Il Giorno dopo domani" che letto una decina di anni fa mi è rimasto nel cuore e nella mente come uno dei thriller migliori da me letti. Un inizio lento, molto lento. Fino a pagina 220/230 quasi un supplizio, lento e senza grosse prospettive di miglioramento. Non vedevo molti spunti di interesse e non capivo cosa potesse aver inventato per arrivare fino a pagina 690, visto che a quel punto la storia per me poteva anche essere finita. Sbagliato! Un po’ d’amore, un po’ di sano sesso e una marea di cadaveri sgozzati….. Da pagina 300 in poi è stato fantastico anche se ogni tanto mi sono imbattuta in 2 o 3 paginette leeeente leeente. Nonostante la fatica iniziale merita un bel 4/5.

  • User Icon

    Elena

    30/03/2006 18.10.00

    Ho trovato questo libro molto ben scritto e avvincente; quasi ai livelli de "Il giorno dopo domani". Ma la storia di Rebecca mi è sembrata un pò inverosimile ed esagerata!

  • User Icon

    Stregadelnord

    02/03/2006 15.27.25

    Ero partita con una certa aspettativa, che però è andata abbastanza delusa. Omicidi e travestimenti (ma gli abiti degli assassinati son sempre immacolati??) che si susseguono senza fine. La vera identita di Raymond può anche starci, ma la faccenda di Rebecca è al limite del credibile. Nel complesso discreto, mi aspettavo sinceramente qualcosa in più dopo "Il giorno dopo domani". Non male, certamente avvincente, ma con qualche perplessità, finale compreso.

  • User Icon

    NICOLA

    17/01/2006 17.03.42

    ottimo libro, anche se un po lungo risulta essere avvincente.

  • User Icon

    Imma

    17/01/2006 12.29.34

    A differenza degli altri due thriller, con risvolti catastrofici e avvincenti, questo romanzo alterna pagine che lasciano senza fiato ad altre che lasciano il tempo di pensare e di penetrare profondamente nella mente del protagonista... proprio per questo l'ultima pagina la trovo alquanto amara e difficile da digerire! Avrei preferito un'altra fine...ma forse era questo lo stato d'animo che l'autore voleva trasmettere! Mi piacerebbe vederne il film!

Vedi tutte le 27 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione