Europa '51 (2 DVD). Collector's Edition

Europa '51

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Europa '51
Paese: Italia
Anno: 1952
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Salvato in 35 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 5,90 €)

Una signora dell'alta borghesia assorbita dagli impegni mondani, trascura il figlioletto che si suicida. L'avvenimento le sconvolge l'esistenza. La donna decide di dedicarsi agli altri prestando aiuto alla gente bisognosa delle borgate. Le nuove conoscenze, le sconosciute esperienze di lavoro le rendono estraneo l'ambiente dove fin lì aveva vissuto.

1953 - Nastro d'Argento - Miglior attrice - Bergman Ingrid

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cristaldi Film, 2008
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 109 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; interviste; documentario: documentario di Carlo Lizzani
  • Roberto Rossellini Cover

    Regista e sceneggiatore italiano. Cinefilo, studi umanistici alle spalle, inizia a lavorare nel mondo del cinema come montatore e documentarista. L’adesione al partito fascista (dettata dall’esclusivo interesse lavorativo e non da simpatia politica) gli consente di realizzare cortometraggi naturalistici per conto dell’Istituto Luce e di girare il suo primo film, commissionato dal tenente F. De Robertis del Ministero della Marina: La nave bianca (1941), sobrio documentario patriottico avulso dagli schemi retorici dell’epoca, che con i successivi Un pilota ritorna (1942) e L’uomo dalla croce (1943) costituisce la cosiddetta «trilogia del fascismo». Già in queste sue prime opere è possibile individuare le caratteristiche che rimarranno costanti in gran parte della sua produzione: l’attento rigore... Approfondisci
  • Ingrid Bergman Cover

    "Attrice svedese. Volto di una intensa e pacata bellezza, occhi che sanno esprimere amore in ogni fotogramma, grande interprete sia di ruoli leggeri da commedia sia di densi personaggi drammatici, subito nota come «il più illustre regalo della Svezia a Hollywood», rimane orfana da bambina, ma grazie a uno zio può frequentare la scuola d'arte drammatica del Teatro reale di Stoccolma e debutta nel cinema nel 1935 interpretando ben cinque film in un solo anno. Notata nel ruolo della violinista in Intermezzo (1936) di G. Molander dal tycoon D.O. Selznick, che vede in lei «una straordinaria qualità di purezza e nobiltà e una personalità di star molto rara», è invitata a Hollywood, dove nel 1939 debutta nello stesso ruolo nel remake del film a opera di G. Ratoff. Il film non è un grande successo,... Approfondisci
  • Alexander Knox Cover

    Attore canadese. Dopo alcune esperienze teatrali, debutta a Hollywood accanto a E.G. Robinson in Il lupo dei mari di M. Curtiz (1941). La sua brillante interpretazione gli assicura altri ruoli di rilievo in film come Nessuno sfuggirà (1944) di A. De Toth. Nello stesso anno il produttore D.F. Zanuck lo sceglie come protagonista di Wilson, prestigiosa biografia del presidente americano diretta da H. King: K. dà una prova sensazionale e la rivista «Variety» lo acclama come nuova star, ma il suo aspetto anonimo e privo di carisma finisce col limitare la sua ascesa. Compare ancora in numerosi film, quasi sempre in ruoli minori, tra cui Europa '51 di R. Rossellini (1952). Approfondisci
  • Ettore Giannini Cover

    Regista e sceneggiatore italiano. Laureato in giurisprudenza, tra il '36 e il '38 scrive commedie per la radio. Entrato all'Accademia d'arte drammatica, vi segue i corsi di regia e nel 1936 vince i Littoriali per il cinema con il cortometraggio La prua incatenata. Prosegue come dialoghista per Addio, giovinezza! (1940) di F.M. Poggioli, Fra' Diavolo (1942) di L. Zampa e insieme a G. Antamoro firma la regia di Angelo bianco (1943). Del 1948 è la sua prima regia: Gli uomini sono nemici (1949), melodramma ambientato nella seconda guerra mondiale. I suoi interessi lo avvicinano con successo alla regia teatrale. Sperimentatore al pari di L. Visconti, G. Strehler, O. Costa, mette in scena Pagnol, ?Cechov, Shaw, Tolstoj e si colloca tra i massimi nomi del teatro italiano. La notorietà internazionale... Approfondisci
Note legali