Traduttore: C. Giorgetti Cima
Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2012
Pagine: 398 p., Brossura
  • EAN: 9788831711289
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,99

€ 13,88

€ 18,50

Risparmi € 4,62 (25%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mario

    26/02/2014 22:31:02

    Storia carina anche se da metà libro mi aspettavo qualcosa di più. L'unico appunto sono i troppi nomi, che vista l'ambientazione sono anche abbastanza complicati da ricordare per"suono".

  • User Icon

    Bianca

    31/05/2013 15:47:34

    Io sarò molto imparziale.Leggo da sempre gialli nordici e questo è uno dei peggiori che mi sia capitato fra le mani.Non c'è suspence,non c'è quel filo conduttore che fa scorrere velocemente le pagine.E' così lento, crudele, barbaro. Nonostante tutta la mia buona volontà l'ho abbandonato dopo le canoniche 100 pagine in cui attendo una svolta che qui non c'è stata.

  • User Icon

    Massimo F.

    13/04/2013 10:31:07

    Piuttosto originale ed intrigante con tutte le sue forzature e i sopra le righe di prammatica. Con una storia così, ci saremmo potuti trovare di fronte al classico libro da divorare in poche ore. In realtà, manca una vera anima da thriller e la tensione non supera mai livelli "sindacali", con l'autore che sembra più coccolare le sue indubbie capacità di buon narratore che ricercare quel guizzo che aggiungerebbe sapore al racconto. Forse dipende da un eccessivo affollamento di personaggi (peraltro ben caratterizzati) soprattutto tra i detectives: lo sviluppo narrativo risulta quindi un po' diluito e qua e là a rischio sfilacciamento. In ogni caso più che leggibile.

  • User Icon

    sylvia

    23/01/2013 16:52:17

    Non sarò imparziale.Io amo il noir del nord e questo autore proprio mi piace. Mi è piaciuto il ritmo della storia, mai banale, forse un po sopra le righe,ma la realtà spesso ci lascia stupefatti più della finzione, dunque...perchè no? Un bel libro,ottimamente scritto, asciutto. Non manca di nulla.Da leggere.

  • User Icon

    camilletta 85

    25/04/2012 20:54:26

    Sono stata molto combattuta sul voto da dare a questo romanzo. La storia in sè avrebbe potuto meritare anche il massimo per il suo significato storico e per i continui colpi di scena. La Svezia diventa un teatro sorprendente ed inaspettato delle barbarie dell'Olocausto, luogo di scontro tra due forze avverse che rappresentano due componenti radicate nell'uomo: da un lato, la forza cieca della vendetta (le Erinni, un serial killer che si muove come ombra di ninja), che vorrebbe mondare la società affogando in un bagno di sangue i carnefici, dall'altro la forza della civilizzazione democratica (le Eumenidi), che preferisce la strada della legalità e della riconciliazione storica. Il voto però si ferma a 4 stelle, perchè il genere "giallo cupo nordico" può anche autorizzare a scrivere storie estreme, complicatissime e cervellotiche, e anche autorizzare la presenza di agenti di polizia di un'intelligenza e perspicacia sopra la media. Però a tutto c'è un limite: non è possibile che da pochi documenti, materiali di archivio, vecchie foto e rapidi interrogatori si riescano a ricostruire tutti i fatti...ormai i materiali di archivio sono diventati uno strumento incontrollabile per raccontare e risolvere qualsiasi giallo. La risoluzione di un giallo diventa una grande ricerca documentale o internet, dove tutto è alla portata di mano, se si cerca bene. Troppo facile.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione