Paese: Stati Uniti; Gran Bretagna
Anno: 2015
Supporto: DVD

45° nella classifica Bestseller di IBS Film - Avventura

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    macanda

    23/09/2018 07:50:18

    Everest è una pellicola che racconta eventi reali e come tale può essere meglio valutata da chi conosce tali fatti o almeno ha letto " Aria sottile " di John Krakauer, il libro alla base del soggetto di questo film. Devo ammettere che la trasposizione in immagini della storia è stata fatta piutosto bene, in maniera quasi didascalica e senza inutili e fantasiose spettacolarizzazioni .

  • User Icon

    Andrea

    22/09/2018 22:19:43

    Film notevole: spettacolare, coinvolgente, ricco di thrilling e ben girato. Vari sono gli spunti di riflessione. La severità della natura, la difficoltà della vita, la sofferenza di un cammino in salita. Ma poi soprattutto le intenzioni. Mi sono venute in mente le parole di quel vecchio saggio che disse: «l'intenzione è tutto». Qual è stata l'intenzione di ciascuno dei personaggi di questo film nel tentare la scalata all'Everest? C'è stato infatti chi ha voluto farlo solo per avere qualcosa da raccontare, senza malizia; poi c'è stato chi l'ha fatto per tracotanza e vanagloria; c'è stato infine chi l'ha fatto perché si è lasciato prendere dal vortice della competizione e del dover dimostrare qualcosa. Quanto caro può essere il prezzo che paghiamo per i nostri errori? Quanto è caro questo prezzo probabilmente ce l'ha mostrato questo film.

  • User Icon

    Andrea

    19/09/2018 21:11:36

    Ci sono film che rimangono nella memoria anche per circostanze personali difficili da condividere con altri. Due anni fa in seguito a problemi personali dovetti chiedere ad un amico di ospitarmi per un periodo a casa sua. Ogni sera dopo cena si vedeva un film. Everest fu uno di questi film. La severità della natura, la difficoltà della vita, la sofferenza, un cammino in salita. Tutte cose che, in quel particolare momento fecero molto effetto. Soprattutto il freddo. Avrei potuto dormire al freddo se quel mio amico non mi avesse ospitato. Lo stare insieme: ecco, nel film le difficoltà vengono affrontate insieme. Ci si aiuta. Mi dispiacque molto per chi dovette essere lasciato da solo nella neve perché proprio non ce la faceva: quel qualcuno potevo essere io. Lasciato nella neve con la promessa che forse qualcuno sarebbe tornato... sarebbe passato... ma intanto la nottata la si passa nella neve con il vento gelato che ustiona la pelle. Guardando questo film ci si sente fortunati a stare al caldo, con degli amici. Essere grati per quello che si ha in quel momento. E poi le intenzioni. Ho riflettuto molto sulle intenzioni. Mi sono venute in mente le parole di quel vecchio saggio che disse: «l'intenzione è tutto». Qual è stata l'intenzione di ciascuno dei personaggi di questo film nel tentare la scalata all'Everest? Nella vita, non so perché, mi colpisce molto l'ingenuità e la semplicità: c'è stato infatti chi ha voluto farlo solo per avere qualcosa da raccontare, ma senza malizia, senza superbia, e forse ha innalzato le braccia al cielo al momento della vittoria e poi... poi cosa gli è successo? Forse le lacrime. E chi, chi è stato mosso solo da vanagloria e competizione e si è trovato spinto da tali motivazioni in un disastro? Quanto caro può essere il prezzo che paghiamo per i nostri errori? Film ben diretto, ben girato, forte, duro, coinvolgente, da tenersi forte aggrappati ai braccioli della poltrona.

  • User Icon

    Ernesto

    18/06/2016 21:12:06

    Spettacolare e avvincente, ma alla fine ci si pone una domanda: ne vale o forse è meglio dire ne è valsa veramente la pena? Forse neppure Shara potrà dare una risposta.

  • User Icon

    ac

    19/01/2016 21:47:31

    emozionante e commovente...il finale vale da solo tutto il film....da brividi.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Lontano dall'essere un film giocattolo, Everest congela gli aspetti eroici dell'alpinismo e smaschera la visione ludica (e prosaica) dell'arrampicata (sociale)

Trama
Al confine tra Cina e Nepal, la vetta è la meta di un gruppo eterogeneo che ha deciso di affidarsi a Rob Hall e alla sua società, l'Adventure Consultants, per tentare l'impresa. Rob è sposato con Jan e in attesa di una figlia che sogna di cullare in fondo alla discesa. Ma le cose si complicano presto perché il campo base è affollato da dilettanti e da altre spedizioni commerciali gestite da Scott Fischer, alpinista col vizio dell'alcol. Rob e Scott trovano però ragione e modo di collaborare e il 10 maggio 1996 partono alla volta della vetta alta 8.848 metri. La scarsa preparazione dei clienti, combinata all'approssimazione organizzativa, ritarda la salita dei due gruppi. Nondimeno alcuni di loro toccheranno con mano la vetta a fianco di Rob, sempre generoso coi suoi clienti. Poi una tempesta improvvisa si solleva, soffiando sulla discesa e sul destino degli uomini.

  • Produzione: Universal Pictures, 2016
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 121 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Tedesco (Dolby Digital 5.1);Turco (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; inglese per non udenti; Tedesco; Turco
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); speciale: La vera storia